​Barilla lancia il contest che fa vincere 4 mila euro a chi disegna un nuovo tipo di pasta

Pubblicato il 30 marzo 2021 alle 19:02

​Barilla lancia il contest che fa vincere 4 mila euro a chi disegna un nuovo tipo di pasta

Il bando "Barilla New Pasta Shape" è stato pubblicato sul sito Desall.com

Sei in vena creativa e ami la cucina? Potrebbe essere che l’ispirazione giusta arrivi proprio a te e vincere 4 mila euro; buttali via, di questi tempi… Il bando lanciato da Barilla chiuderà il prossimo 4 giugno e recita: "tutti (maggiorenni e di tutte le nazionalità) possono partecipare creando un nuovo prodotto di pasta secca che dovrà rivoluzionare gli aspetti estetici, funzionali e gastronomici e non solo presentare un nuovo formato".

Ovvero, una rivoluzione dalla A alla Z, non solo nelle forma; come materie prime si potranno per esempio usare il farro, il grano saraceno, le farine di legumi, il mais o il riso. “Il formato di pasta proposto — si legge nel bando — dovrà interagire in modo funzionale con il condimento, mescolando, contenendo o trattenendo il sugo per creare un effetto policromatico e fornire un’esperienza gastronomica appagante”.

Per la pasta corta è ammessa una lunghezza di 45 +/-15 mm e un diametro di 15 +/- 5 mm. Per la pasta lunga una lunghezza 200-300 mm. Il vincitore sarà annunciato nel mese di luglio e riceverà 4mila euro. I progetti caricati online – con testo in lingua inglese, essendo la competizione aperta a partecipanti di tutte le nazionalità – dovranno essere corredati da immagini, meglio se render 3D o prototipi.

Foto di Myriams-Fotos da Pixabay

  • NOTIZIE

scritto da:

Elsa Ricucci

Ti racconto Roma come piace a me, con i suoi colori, i suoi sapori, la sua musica, i suoi tramonti e le sue mille albe. Roma è la mia città: mi piace viverla di giorno e di notte, in bici, in motorino, in autobus...ma sopratutto, di corsa!

POTREBBE INTERESSARTI:

​Green Pass per le vacanze, ecco come funzioneranno quello nazionale e quello europeo

Dalla seconda metà di maggio sarà pronto quello nazionale, da metà giugno anche quello europeo.

LEGGI.
×