La terza ondata che ci piace, le nuove aperture del 2021 a Roma

Pubblicato il 18 gennaio 2021

La terza ondata che ci piace, le nuove aperture del 2021 a Roma

Nonostante la catastrofe economica che si sta abbattendo sul settore, c’è chi ancora vuole mettersi in gioco. Ecco le nuove aperture più interessanti di questo inverno 2021 della Capitale

Ormai abbiamo imparato a farci i conti con le regioni colorate, con i divieti, con i coprifuoco, con i bollettini altalenanti dei contagi, con i vaccini e con tutto il resto di dolore e panico che la Pandemia trascina con se’ ormai da quasi un anno. Per la ristorazione, poi, la disperazione si sta tramutando in rabbia e grida perché, francamente, la gestione di questa seconda e terza ondata ha prodotto molti più danni e caos del primo lockdown, con queste chiusure e parziali riaperture a singhiozzo per molte imprese assolutamente insostenibili, per non parlare dei ristori. Ma nonostante il Caos Sovrano che regna in questo periodo, ancora c’è qualche “meraviglioso pazzo” che si ostina a cominciare proprio adesso il suo percorso imprenditoriale nel mondo della ristorazione. A Roma, infatti, si continua nonostante tutto ad aprire nuovi locali e nuovi format, a volte assolutamente geniali, frutto non di improvvisazione, ma di sacrifici e di voglia di mettersi in gioco, di studio e di investimenti importanti. La ristorazione non è morta, anzi, e le nuove aperture dell’inverno 2021 a Roma ne sono la prova concreta.

A Prati Zia Rilla raddoppia, arriva il laboratorio di pasta fresca


Seppure massacrati pesantemente dal Covid e dalle restrizioni, in uno dei quartieri di Roma dove i ristoranti hanno maggiormente sofferto – Prati – per gli uffici “vuoti” e per il turismo scomparso, Enrica Sutrini, proprietaria di Zia Rilla, non si è voluta arrendere e, anzi, ha rilanciato con il suo nuovo laboratorio di pasta fresca, dove puoi acquistare tutte le sue meraviglie di pasta all’uovo, dalle fettuccine alle lasagne, dai mitici tortellini ai ravioli. Al laboratorio, che si trova proprio di fronte al ristorante di via Famagosta, trovi anche prodotti di alta norcineria, come il prosciutto di Cormons, vino e anche tutti i dolci di Enrica, dai biscottini alle crostate. Disponibile anche il servizio di acquisto in delivery.
Il Laboratorio di Zia Rilla, Via Famagosta, 61 Roma – Tel. 0694890418

Mi ‘Ndujo, lo street food calabrese sbarca a Monti


Dopo aver conquistato i palati della Calabria, il brand di Mi ‘Ndujo completa anche la conquista della Capitale con l’apertura a dicembre del terzo locale a via dei Serpenti, nel cuore del Rione Monti, con la promessa di arrivare a breve anche con un quarto in zona Piazza Bologna. Il format vincente è sempre lo stesso: il mitico paninazzo sanizzo, ossia un panino ultra-imbottito di delizie calabresi di piccola produzione certificate e premiate. Si va dalla salsiccia calabrese fresca, alla ‘nduja di Spilinga, al caciocavallo silano dop.
Mi ‘Ndujo, Via dei Serpenti, Roma – Apertura prevista: gennaio 2021

Meat Market, il paradiso dei carnivori  bissa a Piazza Bologna


Dopo il meritatissimo successo del primo locale a Testaccio, Anita Nuzzi e Vito Fiusco, soci proprietari di Meat Market hanno voluto fare il bis con il nuovo, splendido, locale di Via Ravenna, a pochi passi da Piazza Bologna. La filosofia è sempre la stessa: permettere ai clienti e agli appassionati di gustare la migliore carne alla griglia, dal taglio alla cottura. Tante le tipologie di carne disponibili e le frollature, con un ampio spazio rivolto alla Puglia, terra natale dei proprietari. La vera novità qui è però il cocktail bar, che permette di fare dei veri e proprio percorsi degustativi di "meat pairing" con cocktail abbinati e preparati appositamente per l’occasione.
The Meat Market, Via Ravenna, 30 Roma – Tel. 0644290319

ReGà, da Testaccio la tradizione romana che guarda al futuro


Se toccare la tradizione della cucina romana nella Capitale è sempre un rischio, pensa che coraggio hanno avuto nel farlo nel quartiere simbolo Testaccio Renato e Gaetano, i due amici imprenditori che hanno proprio lì aperto il nuovo ReGà. Una scommessa più che vinta, direi, perché la cucina – guidata dai bravissimi chef Manuel Franco e Davide Belardinelli – è una continua sorpresa. Un menu che mostra il futuro reale dell’evoluzione della tradizione romana, dai tuffoli alla carbonara, alle splendide cosce di Faraona con coratella, carciofi e more, solo per citare alcuni dei loro piatti.
ReGà, Via Luca Della Robbia, 3/A Roma – Tel. 0697270251

A Garbatella sta per arrivare Bauhaus, tra arte, design e tradizione


Ed infine ecco la sorpresa più attesa di questo  inizio 2021. Bauhaus è il nuovo progetto dei ragazzi di Biffi che sta per prendere corpo sempre nel cuore della “loro” Garbatella. Un progetto ancora avvolto da un velo volutamente misterioso. Sappiamo per ora che il radicamento con la tradizione dello storico quartiere popolare di Roma sarà la base del concept, ma si punterà verso una forte internazionalità per la proposta food&beverage. Il nome, volutamente ispirato alla mitica scuola d’arte tedesca del XX Secolo, poi, rimanda alla ricerca avanguardista del design, alla finitura dei materiali e alla scelta delle materie prime. Non vediamo l’ora di scoprirlo.
Bauhaus, location misteriosa Garbatella, Roma – Next opening: data Top Secret, stay tuned

Foto di copertina gentilmente concessa da Meat Market

  • NUOVE APERTURE
  • GOURMET IN PANTOFOLE

scritto da:

Lorenzo Coletta

Romano, giornalista, dopo una prima esperienza di giornalismo radiofonico con l'agenzia Econews, ha cominciato ad appassionarsi al grande mondo dell'enogastronomia. Ha contribuito nel 2014 alla redazione della Guida dei Ristoranti di Roma di Puntarella Rossa edita da Newton Compton.

IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

A Roma la pizza a casa si mangia come in pizzeria

Adesso si può! Per rendere ineccepibile il servizio delivery, Quintili Lab, motore creativo delle due omonime pizzerie romane, ha modificato leggermente l’impasto.

LEGGI.
×