A Matera si può mangiare del buon pesce, è la scommessa di Gianni Massaro

Pubblicato il 4 novembre 2021

A Matera si può mangiare del buon pesce, è la scommessa di Gianni Massaro

In via Ascanio Persio, un grazioso "corridoio" storico della bella Matera, c'è un locale che spicca in modo prepotente per la particolarità della sua cucina. In una città in cui il peperone crusco, le bruschette e la carne la fanno da padroni in quanto a tradizioni culinarie, "Le Zite", invece, offre una valida alternativa a chi vorrebbe degustare qualcosa che provenga dal fondale marino.
Gianni Massaro, uno dei titolari dell'attività, ha risposto ad alcune domande su questo locale che si distingue per diversità, in un panorama in cui i sapori della terra parrebbero essere imbattibili.
 

Come presenteresti "Le zite"?
 "Le zite", in dialetto materano "le fidanzate", sono delle donne innamorate profondamente della cucina. E noi, la cucina, la amiamo per davvero! Non si tratta solo di cucinare un buon piatto, ma anche di presentarlo al meglio, ponendo la dovuta attenzione all'equilibrio tra tradizione e cura dell'ambiente. Siamo un bistrot 2.0! Nonostante prepariamo anche piatti da asporto, non usiamo plastica monouso, puntando sull'eco sostenibilità, velocità e qualità delle materie prime. Da noi, gli ospiti si devono sentire i benvenuti e li accogliamo in un ambiente caldo, con tanti riferimenti alla tradizione materana, senza mai perdere l'entusiasmo che ci contraddistingue.

Parliamo del menù: qual è la vostra specialità?


La nostra specialità è il pesce. Dall'antipasto al secondo, ci distinguiamo nel panorama materano proprio per questo motivo. Tuttavia, come si può ben intuire dal nome del locale, non perdiamo mai di vista il valore della nostra tradizione e, per questo motivo, il pesce viene sempre accompagnato da qualche dettaglio che parla della nostra città. I cavatelli (una pasta fresca del posto) con le cozze ne è un esempio, oppure i cavatelli alla crema di pistacchio e gamberi. Ma anche i secondi piatti parlano della nostra passione per il pesce e il polpo arrosto è davvero la nostra specialità! Non mancano anche specialità per palati più raffinati e il menù prevede un'ampia scelta fra tartare di tonno rosso, pesce spada alla piastra e zuppa di mare.
 
Ma non fate solo ristorazione, vero?
 


Esatto, siamo aperti anche la sera e, per i nostri menù, ci adattiamo molto in base al periodo. D'inverno, offriamo più varietà a base di carne ma la nostra specialità rimane, comunque, il pesce. Essendo preparati anche per l'asporto, i piatti di più veloce composizione sono molto richiesti e i nostri panini sono diventati davvero famosi. Dal panino homemade col polpo, il nostro cavallo di battaglia, a quello col tonno rosso, offriamo un'amplissima varietà di gusto, per soddisfare ogni tipo di palato. Per chi non gradisse il pesce, infatti, abbiamo i più classici panini con l'hamburger ma tutto homemade e, rigorosamente, con la croccantezza e il gusto dell'antico pane di Matera. Inoltre, offriamo degli squisiti antipasti, che si adattano anche ad essere aperitivi: che siano di terra o di mare, ci divertiamo a comporli in base alla stagione, creando, come per i panini, delle specialità del mese a cui ben pochi sanno resistere!

E da bere? Che cosa offrite?


Offrendo sia primi, che secondi dal sapore così forte, era essenziale prepararci al meglio su entrambi i fronti. Siamo particolarmente orgogliosi delle nostre birre artigianali, adatte per l'aperitivo o per un secondo corposo. In particolare, consiglio "La Fra'Ale", una blanche dal gusto imperdibile. Per quanto riguarda i vini, invece, nella scelte delle etichette siamo stati particolarmente attenti alla valorizzazione del territorio, famoso per le sue materie prime di pregiata qualità. Se dovessi consigliarne uno in particolare (anche se sono tutti eccellenti), consiglierei un "Aglianico del Vulture".

Persino attori famosi non hanno saputo resistervi...
Proprio così. Il mio socio, Nando Irene, è un attore e, per questo, abbiamo sempre avuto occasione di partecipare attivamente a feste ed eventi che hanno contribuito a rendere famosa Matera in tutto il mondo. Dal famoso regista David Cronenberg, ospite d'onore della seconda edizione del Matera Film Festival, il quale ha particolarmente apprezzato il nostro "spaghettone di Matera", a Rocco Papaleo, che non manca mai di venire a trovarci quando si trova da queste parti, solo per fare degli esempi, si può dire che "Le zite" è aperto a tutto il mondo, diventando un punto di riferimento per turisti e conterranei.

Che cosa ami, in modo particolare, del tuo lavoro?


Amo viziare e dare attenzione ai clienti. Sentire i loro apprezzamenti sulla nostra cucina, vedere il loro entusiasmo è, per me, la cosa più appagante di tutte, ciò che ci ripaga per i nostri sacrifici. Per questo facciamo sempre molta attenzione alla varietà, presentando piatti sempre nuovi e che si adattino alla stagione. Non ci tiriamo indietro neanche dall'organizzare piccoli eventi, come feste e compleanni, su richiesta, essendo pronti a soddisfare ogni tipo di palato. Non abbiamo solo carne e pesce, infatti. I clienti vegetariani e vegani non rimarranno delusi e potranno gustarsi, ad esempio, la nostra "insalata De Le Zite", un inno alla tradizione locale, con materie prime fresche e di qualità.

Lo staff, quanti siete?
Al momento siamo in sei, noi due soci e titolari, e i quattro membri dello staff. Il personale è giovane, gentile, formato per accogliere le richieste anche dei clienti più esigenti. Siamo orgogliosi del nostro lavoro e andiamo avanti con l'entusiasmo di chi crede nella felicità del proprio cliente. Ci definiamo un bistrot 2.0, contraddistinti da forte personalità e un menù che, sebbene sia molto attento alla qualità delle materie prime, rimane, comunque, ben accessibile a chiunque.

  • GLI ADDETTI AI LAVORI

scritto da:

Paola Montemurro

Sono un po' nerd e un po' romantica. Se in una discussione vengono fuori i nomi di Darth Vader e Jane Austen, torno a casa appagata. La scrittura è il mio pane quotidiano e i fogli bianchi sono tutto ciò che chiedo per sorridere ed essere felice.

IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

​Italia batte Francia: Giuseppe Amato ha conquistato il titolo di Meilleur Patissier 2021

Maestro Ampi e pastry chef del ristorante tristellato La Pergola a Roma, ha ricevuto a Parigi dall’Association des Grandes Tables du Monde il titolo di “Meilleur Patissier 2021”.

LEGGI.
×