Gita in Valle d’Itria: il percorso natural-gastronomico che dura 24 ore

Pubblicato il: 29 luglio 2020

Gita in Valle d’Itria: il percorso natural-gastronomico che dura 24 ore

La Puglia ha tutto e noi siamo più che fortunati a vivere dentro i suoi confini. Sul mare vinciamo a mani basse e, con un pizzico di orgoglio hinterland, ce la giochiamo alla grande anche per le distese naturali, dal Gargano al Salento.

Uno dei gioielli in rapida espansione turistica è la Valle d’Itria: un capolavoro di colori naturali da poter considerata un’opera d’arte anche solo se immortalata di una fotografia.

La presenza di un parco naturale rende facile la sua visita a piedi, tra vegetazione florida e architetture tipiche. Ciò che sto imparando a fare è lavorare in settimana e godermi il weekend in una destinazione vicina: è un modo semplice per godermi l'estate e valorizzare il territoro in cui vivo, che a volte, proprio perché così vicino, ho sottovalutato.

Ecco quindi una mini guida confezionata per vivere al massimo i gusti e gli scenari tipici della grande area della Valle d’Itria (da comporre a piacimento a seconda delle propria provenienza).

Un assaggio di safari





La prima tappa che ho fatto è ispirata alle curiosità e alla voglia di passare qualche ora immersi nella frescura del verde: lo zoosafari di Fasano che è uno dei parchi faunistici più grandi in Europa, all’interno del quale è possibile anche intraprendere dei safari guidati.
Subito dopo il safari io vado al lido Ottagono a Savelletri, è possibile prenotare il proprio posto attraverso il loro sito e la cosa bella è che i loro lettini sono sparsi sugi scogli,.
Lì vicino c'è anche un ristorante che sceglierei cento volte ad occhi chiusi e che mi permette sempre di andare sul sicuro quando si tratta di pesce fresco. Due passi dal mare, una passeggiata easy (anche per chi ha il passeggino), il nome di questo locale esalta esattamente il suo punto forte: Sapore di Sale, il consglio è di assaggiare anche la loro proposta di crudo.
Zoo Safari, Via dello ZooSafari, 72015 Fasano. Tel: 0804414455 
Lido Ottagno, Località Case Bianche SP90 tel: 3315038129
Sapore di Sale, Savelletri di Fasano Via Del Porto 13. Tel: 0804829289.

Per le vie dell’Acquedotto Pugliese



Dopo un bagno rinfrescante e un pranzo ristoratore è il momento di rimettersi in marcia verso uno dei borghi più belli della Valle d’Itria, Locorotondo: una città quasi a metà strada tra lo Ionio e l’Adriatico: qui è possibile noleggiare delle biciclette e percorrere dei bellissimi sentieri immersi nella natura. Tra questi vi è la ciclovia dell’Acquedotto Pugliese, circa 900 km in tutta la Puglia, ma il tratto della valle d'Itria va da Cassano a Locorotondo ed è particolarmente panoramico. Se ti senti particolarmente avventuriero e ti reggono le gambe puoi raggiungere (pedalando) la prossima tappa di questa piccola guida, sono circa 9 km. Per un breve pit stop rigenerante consiglio vivamente un salto in gelateria (la mia preferita è la Pasticceria Caroli).
Pasticceria Caroli, Via Filippo Corridoni, 44 - Locorotondo BA. Tel: 0804317301

I trulli: vero cuore pugliese



Sebbene sia una pugliese d.o.c., e abbia visitato tantissime volte Alberobello, ogni volta riesco sempre a trovare qualcosa di suggestivo: dalle terrazze panoramiche agli angoli pieni di fiori che illuminano le bianche pareti in pietra, questo borgo trasuda “pugliesità” da tutti i pori. Visitarla, magari con la frescura serale (inebriata dal venticello caldo estivo) è la nota romantica finale di questa piccola gita per la Valle d’Itria.
E alla sera c'è sempre un posto che non voglio perdermi quando vengo ad Alberobello, la Trattoria Terra Madre, un posto incredibile con vista sull'orto e una storia semplice: producono nell'orto tutto quello che servono da mangiare; prezzi modici e cibo spaziale.
Trattoria Terra Madre. Piazza Sacramento, 8 - Alberobello. Tel: 080 432 4326


La foto dello zoosafari è di Wikipedia di Michael Paraskevas - le foto di Sapore di Sale è di Gaga Jovanovic per 2night - la foto del lido ottagono è della loro pagina Facebook - la foto della ciclabile dell'acquedotto è di wikipedia di Livioandronico2013 - la foto di Alberobello è di wikipedia di Luuuceee - la foto di terra madre è di Facebook

  • ANDARE PER BORGHI
  • MANGIARE ALL'APERTO
  • USCIRE CON I BAMBINI

scritto da:

Federica Scaramuzzi

Sarà banale, ma adoro la pizza e i gattini del web. In compenso sono alla ricerca di locali insoliti e originali. Dalla Murgia alla Laguna.. sono cacciatrice ufficiale di hidden gems! Odio il piccante e adoro la pasta al forno barese (originale) di mia nonna Graziella.

IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

Le abitudini alimentari di GenZ e Millennials

Sushi e attenzione alla sostenibilità e provenienza dei prodotti. Ecco i dettagli dell'analisi condotta da Next Gen Lab e Beyond Research.

LEGGI.
×