​La cultura e il divertimento riaprono, ecco le condizioni per tornare a ballare e non solo

Pubblicato il 8 ottobre 2021 alle 09:30

​La cultura e il divertimento riaprono, ecco le condizioni per tornare a ballare e non solo

Cultura al 100 per cento, discoteche al 50, stadi al 75 per cento, ma nei palazzetti dello sport pubblico al 60.

Inoltre, Green Pass obbligatorio per l’accesso a tutte le strutture e norme valide, ovviamente, solo in zona bianca. In zona gialla le capienze saranno invece ridotte. Queste in sintesi le decisioni prese dal Governo che riportano L’Italia ad una vita quasi normale, mascherina esclusa, da lunedì prossimo.

Spiega un esaustivo articolo di La Repubblica: “L’obiettivo dell’80 per cento di popolazione immunizzata è raggiunto, la riapertura delle scuole non ha portato il temuto aumento dei contagi, la curva dell’epidemia continua a scendere”. Da lunedì l'Italia sarà tutta di nuovo in zona bianca, anche la Sicilia che era tornata gialla per un breve periodo, e si può dunque ripartire allentando la stretta sulle attività che ancora avevano forti limitazioni. “La campagna di vaccinazione ha dato risultati molto incoraggianti che ci mettono nelle condizioni di poter fare ulteriori passi in questo percorso di gradualità”, spiega il ministro della Salute Speranza.

Cinema, teatro, sale concerti e luoghi di cultura

Si supera finalmente la quota dell’80 per cento di capienza indicata dal Cts. Si torna al 100 per cento al cinema e a teatro, nelle sale concerti e luoghi di cultura al chiuso, ovviamente sempre con mascherina e Green Pass alla mano. Via anche al distanziamento. 

Discoteche e sale da ballo

Potranno riaprire, al chiuso, con il 50 per cento delle presenze. Impianti di aerazione adeguati senza riciclo dell’aria, Green Pass e mascherine che potranno essere tolte solo in pista. I locali all’aperto potranno allargarsi fino al 75 per cento della capienza.

Palazzetti, stadi

E’ stata portata al 60 per cento la percentuale del pubblico nei palazzetti al chiuso, mentre resta al 75 per cento la presenza dei tifosi negli stadi.

"Il provvedimento del governo sulle capienze è una boccata d'ossigeno per l'intero Paese e per tante attività economiche. Il green pass funziona, il numero dei vaccinati aumenta, e di conseguenza in queste ultime settimane i dati dei contagi, delle ospedalizzazioni e dei decessi sono sensibilmente calati. In zona bianca ci saranno, dunque, importanti novità", è il commento della ministra agli Affari Regionali Maria Stella Gelmini.


Foto credit

  • NOTIZIE

scritto da:

Maggie Ferrari

I miei ricci parlano per me. Scatenata e bizzarra la notte, frenetica e in carriera di giorno. Toglietemi tutto ma non i miei apericena in centro e la malinconia del weekend, quando mi manca Milano.

POTREBBE INTERESSARTI:

​World Pasta Day: l’Italia si conferma leader a livello internazionale

In Italia si producono 3,9 milioni di tonnellate di pasta con una filiera che conta 120 imprese, oltre 10mila addetti e quasi 200mila aziende agricole italiane impegnate a fornire grano duro di altissima qualità.

LEGGI.
×