Le Zite è un ristopub che, a Matera, si distingue per la diversità del suo menù, che sa un po' di Puglia e un po' di Lucania, un po' di mare e un po' di terra. Abbiamo assaggiato ciò che più parla della sua storia, caratterizzandolo per il locale in cui la novità viene coniugata, con dedizione, all'autenticità e alla qualità delle materie prime.


 
Si affaccia su una via ridisegnata da poco, trasformata in un esclusivo passaggio pedonale, a pochissimi passi dall'antica piazza di Matera. Le Zite rapisce il turista e la persona del posto col suo arredamento semplice e invitante, arricchito da alcuni elementi che parlano della tradizione lucana. C'è della convivialità, in questo locale, e ci si sente ben accolti, pronti per assaporare tutto ciò che il menù ha da offrire. Siamo nel regno della ristorazione del pesce, in particolare, rustico e caratteristico. Di sera, poi, con le luci dell'antica Matera a fare da sfondo, tutto si fa più magico e ricco, ed è questo, secondo noi, il momento più bello per accomodarsi ai tavoli di questo grazioso locale. Ecco, quindi, senza ulteriori indugi, alcune delle portate più caratteristiche!



Il corposo tagliere di salumi e formaggi è davvero una goduria per gli occhi e non solo. Viene presentato su una base rustica e semplice, un invito per le mani a farsi avanti e ad allungarsi per afferrare subito ciò che più piace. A deliziare i sensi troviamo, tra i salumi, schiacciata dolce e piccante, del prosciutto crudo lucano (Palazzo San Gervasio) e capocollo, corroborati da assaggi di formaggi che ben si sposano con il salato dell'affettato, come il pecorino, Primo Sale fresco al peperoncino e caciocavallo del Priore. Il tutto, infine, arricchito da degli assaggi in agrodolce di miele e confettura di fichi.



Torniamo alla linea principale del locale, ossia il pesce, e, ciò ci viene offerto, ha un odore così invitante da far gorgogliare lo stomaco: paccheri con scampi, gambero rosso di Mazara crudo e olive taggiasche. Condito con del prezzemolo ad arte, il piatto si presenta ricco e gustoso, un connubio di mare e qualità. Il succo dei crostacei s'insinua nella pasta e, in contrasto col sapore delle olive, ciò che ne viene fuori è equilibrio e sapore. Persino la vista non rimarrà delusa perché il piatto, oltre che delizioso, si presenta anche magnificamente.



Anche il baccalà è un piatto tipico della tradizione materana ma, presso Le Zite, lo gusterete in una veste tutta nuova. Scottato e steso su un letto di cavolo viola, il piatto si presenta colorato e delicato, arricchito dalla croccantezza del peperone crusco che, col suo colore scarlatto, unito al verde del prezzemolo, trasforma il tutto in un quadro d'autore, bello da vedere e unico da gustare. Difatti, il crusco si sposa col baccalà, coniugando tradizione lucana e sapore del mare, e il cavolo viola, con la sua dolcezza, va in contrasto col gusto del pesce, riportando quel bozzetto direttamente sulle papille gustative. Per esaltare i sapori, l'ideale sarebbe accompagnarlo con un sorso di prosecco, in un'esperienza di odori e gusto che avrà, infine, dell'extrasensoriale.



Il polpo è davvero il cavallo di battaglia de Le Zite, perché costituisce l'ingrediente principale di quel panino per cui la gente sembrerebbe disposta a percorrere mille miglia solo per assaggiarlo: il famoso panino homemade con il polpo arrosto, patata schiacciata, clorofilla di basilico e burrata (il tutto contornato da patatine fritte). Il panino si presenta alto, altissimo, da afferrare con entrambe le mani, senza vergogna di sporcarsi un po' e, questa volta, a farci compagnia è una birra artigianale blanche, la Fra'Ale, ottima per arricchire il gusto del pane croccante e delle patate, senza coprire quello del polpo con le sue note aromatiche. La tradizione dov'è? Nella clorofilla di basilico, che riporta, per un istante, la mente ai sapori del sud, mentre, al momento del morso, la burrata premia chi ha ordinato questa bontà di panino. Il pane, infine, è leggermente tostato, perché il piacere del crock è davvero insostituibile.
 
Le Zite, in dialetto materano "le fidanzate", concentra, quindi, tutta la sua attenzione sulla ristorazione, sia a pranzo che a cena. In un territorio così pregno delle tradizioni culinarie della terra, questo locale profuma di qualcosa di diverso, che difficilmente si potrà trovare nelle strette vicinanze.
 

  • RECENSIONE
  • BISTROT
IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

Il poke delle Hawaii è diverso da quello italiano?

Il piatto di tendenza in Italia negli ultimi tempi: non passa giorno senza che sia annunciata una nuova apertura ad esso dedicata. Ma come si mangia nel paese dove lo hanno inventato?

LEGGI.
×