Black Friday e italiani: fra occasioni e rischio di indebitamento

Pubblicato il: 21 novembre 2020

Black Friday e italiani: fra occasioni e rischio di indebitamento

Legge3.it lancia l'allarme: 8 italiani su 10 faranno acquisti, il 40% a rate

Novembre 2020 vuol dire tante cose e per molti vuol dire anche l'imminente Black Friday, usanza statunitense che porta, anche nel Bel Paese, un giorno o una settimana intera di sconti per "smuovere" il mercato, anche in vista del Natale.
Una manna dal cielo per i commercianti, afflitti da uno degli anni più neri degli ultimi decenni e, probabilmente, un bene anche per i consumatori che probabilmente si porteranno avanti con gli acquisti di Natale o effettueranno acquisti personali più dispendiosi approfittando degli sconti. Questo, però, ha anche un risvolto della medaglia: l'euforia del momento potrebbe far accrescere il rischio di indebitamento.

L'allarme: gli italiani a rischio indebitamento 

A lanciare l'allarme è Legge3.it, società fondata da Gianmario Bertollo, che da anni aiuta privati e aziende ad uscire da situazioni di sovraindebitamento. Secondo un loro studio: 8 italiani su 10 farà almeno un acquisto nei prossimi giorni, di questi il 40% sceglierà di pagare a rate e circa il 75% degli acquisti saranno pagati con moneta elettronica (pagamenti online, con bancomat o carte di credito): "in un anno già afflitto dalla crisi economica, sconti e promozioni possono rivelarsi un tragico boomerang. Circa il 90% dei consumatori non ha idea di quanto abbia speso nel mese precedente ‘strisciando’ la carta. Rischio indebitamento per almeno 1 italiano su 5, preoccupazioni per lo shopping natalizio."

Commenta Gianmario Bertollo: “I pagamenti a rate sono allettanti, riesco a portare a casa uno schermo al plasma da 50 pollici pagando oggi appena un centinaio di euro, poi per il resto si vedrà. Ma le rate poi vengono a bussare. Attenzione anche alla carta di credito e al bancomat! Circa il 90% dei consumatori non ha idea di quanto abbia speso nel mese precedente ‘strisciando’ la carta. Il 2020 è stato un anno duro per tutti, economicamente difficile per tanti, e saranno moltissime le persone che sceglieranno di gratificarsi con un acquisto in più, o di fare un regalo ad una persona cara. Noi stimiamo, però, che questa leggerezza porterà almeno 1 italiano su 5 ad indebitarsi nelle prossime settimane, con tutte le conseguenze del caso”.

L'aumento delle richieste di prestito 

Nei primi 6 mesi del 2020, complice la crisi economica portata dal covid19, le persone con un prestito all’attivo sono aumentate del 4,8% (dati Crif), andando a sommarsi ad un trend che già vedeva il ricorso ai finanziamenti in costante crescita negli ultimi 5 anni (+4%).

Di fronte ad un simile scenario, Legge3.it ha espresso la preoccupazione che si possa essere di fronte ad un’escalation che raggiungerà il picco sotto le festività natalizie, portando milioni di persone ad indebitarsi, con esiti infausti anche peggiori di quelli avuti con la crisi del 2008.

Conclude Bertollo: “I consumatori, ovviamente, fanno bene ad approfittare del ribasso dei prezzi per acquistare i regali di Natale, prodotti per sé e generi di prima necessità, ma non bisogna farsi prendere la mano! Tenete sempre traccia scritta di quanto avete pagato, soprattutto se si tratta di moneta elettronica o acquisti a rate. Su un foglio di carta stilate poi la lista degli importi delle rate, calcolando anche a quanto ammontino le spese ordinarie (affitto, bollette, spesa, altre voci fisse), così avrete nero su bianco il totale di quanto sarete poi obbligati a spendere ogni mese. Prima di procedere ad ogni acquisto chiedetevi se avete i soldi per farlo e se potete farne a meno. Meglio qualche rinuncia oggi e una maggior sicurezza per il domani. Poi, quando la crisi sarà rientrata, potrete tornare ad uno shopping più spensierato”.

Photo Credits: Photo by Christian Wiediger on Unsplash

  • NOTIZIE

scritto da:

Irene De Luca

Agenda, taccuino, registratore e macchina fotografica. Attenta alle nuove tendenze ma pur sempre “old school inside", vago alla ricerca di ispirazioni, di colori, di profumi nuovi per raccontare una Milano che poi tanto grigia non è.

POTREBBE INTERESSARTI:

Ma tu li conosci tutti gli 11 ristoranti Tre Stelle Michelin 2021?

Una cucina d'artista, celebrata in Italia e all'estero

LEGGI.
×