Zona gialla + Primavera = Aperitivo all'aperto in centro a Verona

Pubblicato il 26 aprile 2021

Zona gialla + Primavera = Aperitivo all'aperto in centro a Verona

Eccolo qui, il segnale che qualcosa si muove, che forse – e ribadisco forse – siamo pronti per guardare avanti, una volta per tutte.
Certo, questo nuovo Dpcm non è forse ciò che ci aspettavamo, ciò che avevamo sperato, atteso, creduto di meritare. Eppure, dopo un anno di pandemia, una cosa l’ho imparata: tentare di apprezzare quei pochi spiragli, quelle ventate di brezza che per quanto brevi, sono un respiro per noi tutti.
E allora scegliamo oggi di non soffermarci su ciò che poteva essere ma su ciò che da Lunedì 26 Aprile sarà.
Al via allora del reintegro (anticipato) della ormai quasi dimenticata “zona gialla” nella quale noi veneti ci ritroveremo. Cosa comporta questo? Sì a pranzi e cene (oddio, l’ho scritto veramente?) ma solo seduti e all’aperto, con il limite massimo di 4 commensali (fatto salvo per le famiglie conviventi più numerose). Per il pranzo al chiuso bisognerà invece aspettare l’arrivo di Giugno.
Mantenuto per il momento il coprifuoco delle ore 22.00, una misura estremamente restrittiva che pare però verrà rivista già fra due settimane e il cui futuro dipende dall’andamento dei dati a livello nazionale.
Insomma, l’attenzione da mantenere – sia per i ristoratori che per i clienti – è molta, la mascherina resta obbligatoria (fatto salvo nel momento del consumo) come rimane fortemente consigliata la prenotazione.
Per tutti i locali che non dispongono di una zona esterna, resterà invariata la possibilità di take away e/o consiglio a domicilio.
 
La vera rivoluzione, oltre ovviamente alla cena che seppur un po’ “cena anziana” resta pur sempre una cena? L’aperitivo al bar ragazzi. L’A-P-E-R-I-T-I-V-O al bar che, sempre all’aperto, seduti e in massimo 4, aspetta solo di esser bevuto tutto d’un fiato.
Ora non resta che trovare una efficace “danza del sole” e leggere l’articolo per scoprire dove fare un aperitivo all’aperto che si rispetti!

L’aperitivo musicale

A qualche passo da Veronetta il Casablanca è il locale per gli appassionati di cinema, musica e cocktail di ogni colore. Qui Americano, Negroni e Spritz sono i padroni dell’aperitivo e vengono serviti con stuzzichini, nonché combinazioni di frutta fresca e monoporzioni. Non mancano le birre e le selezioni di vino, in particolare vino del nostro territorio come il Soave ed il Lugana, perfetti per rinfrescare i caldi pomeriggi primaverili. Insomma, cosa altro volete? La musica live? Quella speriamo possa tornare presto al Casablanca.
Casablanca, Piazza Isolo 15,, Verona – Tel. 3429122545

L’aperitivo chic

Il Localino è “ino” di nome e di fatto, ma grazie alle riaperture e al suo plateatico, è uno dei posti dove tornare per poter godere di un ottimo aperitivo, nel pieno rispetto del Dpcm. Qui, dalle 7.00 alle 22.00, ogni giorno, la scelta è veramente infinite: si parte con un ottimo caffè al mattino, si conclude con dei ravioli fatti in casa e nel mezzo, si temporeggia con un ottimo calice di bianco e della burrata fresca con prosciutto. Non sembra un sogno?
Il Localino, Piazza Pozza, Verona – Tel. 0452218730

L’ aperitivo in Champagneria

Ambiente informale, ma professionale. Zona centrale, ma non “stipata”. Ma soprattutto: spazio esterno, presente! Bottiglieria Castello è il giusto mix tra cocktail da sogno, vini pregiati e possibilità di fare un viaggio, senza muoversi dal tavolino (nemmeno il green pass vi sarà chiesto). Con etichette di Puglia, Piemonte, Sicilia e Toscana, il sogno è presto realizzato. Dopo il secondo calice occhio però: serve una pinsa romana per “far fondo”.
Bottiglieria Castello, Corso Castelvecchio, Verona – Tel. 3336903208

L’aperitivo con vista

Il panorama che si scorge dalla terrazza di Re Teodorico basterebbe per riempire occhi e cuore e far dimenticare – almeno per qualche ora – l’anno passato. Ma perché accontentarsi quando puoi farlo con in mano un Negroni Bianco (gin, liquore all’arancio e genziana e vermouth bianco) e un tagliere di salumi e formaggi con focaccia integrale sul tavolo?
Re Teodorico, Piazzale Castel San Pietro 1, Verona – Tel. 0458349990

L’aperitivo evergreen 

Legno, tovaglie a quadri bianchi e rossi, sapori tradizionali, bollicine e una via tutt’attorno tanto bella quanto intima. Non è un ristorante, non è una osteria, è una Ostregheteria; questo il nome di Sottoriva 23, una vera istituzione a Verona. Brut di Valdobbiadene Santi (uno dei miei preferiti), Franciaorta Rosè Antica Fratta per le occasioni più speciali, o un Lugana Ca dei Frati del territorio. Ad accompagnare il calice chiedi una pizza bianca con olio e rosmarino. È forse questo il paradiso?
Ostregheteria Sottoriva 23, Via Sottoriva 23, Verona – Tel. 0458009904

L’ aperitivo alternativo

Empanadas, birrette ghiacciate e signature cocktail sul Lungadige: sembra l’inizio di una favola per adulti, invece è Rivamancina. Moscow mule per chi in questo drink non ha ancora smesso di crederci, mojito per i tradizionalissimi, dark & stormy per i coraggiosi (Rhum, ginger beer, lime e angostura. Aperitivo al volo? Ichnusa non filtrata e risparmi anche il tempo di leggere il menù. Ad accompagnare Empanadas con Pulled Pork, con fiordilatte e pomodorini confit o con il salmone selvaggio. La vista è gratis!
Rivamancina, Vicolo Quadrelli 1, Verona – Tel. 3938921243

L’aperitivo in osteria 

Spesa più che ragionevole e massima resa, questa è l’Osteria Nosetta, angolo di storia gestito da osti giovani e super preparati di vini e gastronomia. Ecco perché qui ci devi venire se ti piace il vino, o ancor più, se magari lo vorresti imparare ad apprezzare: lasciati guidare, non rimarrai certo deluso. L’accoppiata vino naturale fritto misto di pesce? La mia parte preferita della settimana. E se sei vegetariano o vegano non temere, qui i cicchetti e piatti particolari sono pensati apposta per te.
Osteria Nosetta, Via Betteloni 42/b, Verona – Tel. 0454733913

L’aperitivo di rito 

Se sei a Verona, un giro all’Osteria del Bugiardo è d’obbligo. Ci si viene per bere un buon calice accompagnato da irresistibili tartine, salumi, formaggi e polentine varie. I vini sono prettamente del territorio, ed in particolare il Valpolicella, esclusivamente dell’azienda agricola di casa Buglioni. Prenotare con largo anticipo: gettonatissimo.
Osteria del Bugiardo, Corsa Porta Borsari 17/A, Verona – Tel. 045591869

L’aperitivo per tutta la famiglia

Zona Borgo Roma, il Chiosco San Giacomo è la realtà perfetta dove godere di un pomeriggio soleggiato, l’invito è aperto a tutta la famiglia. Situato all’interno del Parco omonimo, il San Giacomo, è perfetto con genitori con figli che birretta per i grandi e patatine fritte con maionese per i più piccoli, mettere letteralmente d’accordo tutto. Poi che dire, più all’aperto di così cosa c’è?
Chiosco San Giacomo, Via Tunisi 2, Verona – Tel. 3898930647

L’aperitivo modaiolo

In Piazza delle Erbe, il Mazzanti resta sempre il punto di incontro della Verona bene, ad ogni ora del giorno (ma fino alle 22.00). Qui si ha la certezza di fare quattro chiacchiere, bere bene, non solo i cocktail preparati con il top delle materie prime, ma anche i vini. Più di 300 etichette, a prova di intenditori. L’ambiente è bello e patinato e un tempo lontano, il weekend c’era pure il dj set che suonava.
Casa Mazzanti Caffè, Piazza delle Erbe 32/33°, Verona – Tel. 0458003217

L’aperitivo al pub

Birra, birra e birra. Ecco cosa ordinare al bar Da Piero, un pub questo di quelli originali: birra buona, gran fritto misto (anelli di cipolla, salvia, olive ascolane, chili nuggets, pepite di pollo e di patate con dippers e salse. Più light? Panino Pulled Pork con maiale sfilacciato cotto nella Guinness, in pan pizza con salsa BBQ. Coca cola solo per gli under 18, sia chiaro!
Da Piero, Corso Milano 34a, Verona – Tel. 045565116


Foto interne reperite nelle rispettive pagine social dei locali. 
Foto di copertina di Casa Mazzanti Caffè. 
 

  • APERITIVI MEMORABILI
  • VITA DI QUARTIERE

scritto da:

Anna Iraci

Nata a Padova qualche anno fa, appassionata di film gialli e pizza diavola, meglio se assieme. Giocatrice di pallavolo nel tempo libero e, nel restante, campionessa di pisolini. Saltuariamente (anche) studentessa. Da grande voglio scrivere, ma siccome essere grande è una rottura, intanto bevo Gin&Tonic. Con il Tanqueray però.

IN QUESTO ARTICOLO
×