E poi ci sono el piadine, i club sandwich, le insalatone, i tanti “paninazzi” alla piastra.

Immerso nella quieta campagna fra Paese e Quinto di Treviso, l’Outsider è oggi un gastro-pub d’eccellenza: un vero e proprio locale di nuova generazione. Non a caso, appena aperto (ormai circa 9 anni fa), venne subito premiato ufficialmente dalla Provincia, “con stima e riconoscenza per il contributo allo sviluppo economico, in particolare nel settore della ristorazione”.

L'Outsider infatti non è soltanto un Guinness Pub Certificato, dove assaggiare le più esclusive etichette di birra anglo-americana; ma è anche un’ottima steak-house, una vera hamburgeria gourmet, una golosa snackeria "premium" e un delizioso locale per concerti, di grande atmosfera.

Hamburger gourmet e golose specialità di carne

Grazie alla notevole ricerca nella materia prima (che passa al vaglio ogni fase dell'approvvigionamento, dall'allevatore alla macelleria) l’Outsider punta da sempre forte sulla qualità, tanto negli ingredienti quanto nella manodopera. Già famoso per i suoi variegati burger, serviti anche scomposti come nelle migliori hamburgerie gourmet, vanta un menù che non ha nulla, ma proprio nulla da invidiare alle più quotate steak-house specializzate. Dal gettonatissimo chicken burger al filetto, passando per il piatto misto "Outsider" (solo per combattenti: hamburger, wurstel, pancetta e chips a volontà), questo è un autentico paradiso quando il tuo desiderio è la combo inarrestabile meat'n'beer.

Dalla snackeria top alla cucina creativa

E poi ci sono el piadine, i club sandwich, le insalatone, i tanti “paninazzi” alla piastra... Come pure le chicche d'alta cucina vegetariana, tipo la "bombetta gourmet" consistente in un pomodoro sbucciato e farcito, affiancato da una generosa noce di bufala campana: una delizia che parla da sola Non ti vanno carne o formaggi, e preferisci andar di fino? All'Outsider sanno accontentare pure gli amanti del pesce crudo, con una proposta di cui la suddetta tartare di tonno è solo la punta dell'iceberg.

Sei vegan o intollerante al glutine? Accomodati pure, il menù indica espressamente i piatti cruelty-free che usano prodotti come i molti formaggi al latte di riso (dalla mozzarella allo stracchino) e/o gluten-free. Come se non bastasse, negli ultimi anni accanto all'ottima cucina è salita in cattedra pure la pasticceria: i dessert sono tutti fatti in casa, con golosità classiche rivisitate come il tiramisù alle fragoline di bosco oppure modaiole come la red velvet.
Last but not least, all'Outsider sono felici anche i più piccini, con i golosi “menù baby” a prezzo ridotto.

Una spina da paura e un bar per intenditori

Ogni pub che si rispetti sogna di poter proporre ai suoi clienti una così pregiata selezione di birre, ma quasi nessuno ci riesce. L’Outsider, Guinness Pub Certificato e dunque ufficialmente all’altezza di un autentico locale irlandese, offre una selezione da capogiro, con rotazione costante, sia di referenze artigianali sia di grandi etichette anglo-americane, vuoi in bottiglia, vuoi soprattutto alla spina (cask ale inclusa, ovvio!).

Ma poi, accanto al bendiddìo proposto a base di malto e luppolo, c'è un bar che non può passare inosservato agli occhi di qualsiasi appassionato di liquori e distillati: dai gin agli armagnac, dai rhum più esotici ai whisky più meditativi, qui hai di che sbizzarrirti. C'è gloria anche per gli amanti del buon vino, grazie alla pregiata cantinetta interrata dell'Outsider, con una selezione di etichette che rivela il primissimo grande amore del sommelier Manuel.

Per i giovani, per la musica e per gli artisti

L’Outsider, grazie anche all’ambiente rustico ma ricercato (curati l'illuminazione, degna di una galleria d'arte moderna), agli ampi interni e al verdeggiante plateatico con ampio parcheggio, si è da tempo meritato lo status di location ideale sia per cene e feste di gruppo, sia per eventi musicali d’ogni sorta. Sono infatti frequenti i concerti live con band e cantautori di grande richiamo, sia artisti di livello sia gruppi emergenti.


E’ davvero un locale di nuova concezione, dove da un lato si mangia e si beve sicuramente meglio che nelle "solite" birrerie con cucina, ristopub o gastro-pub; e dall’altro si può vivere l’atmosfera di eventi musicali: vuoi ascoltando un concerto rock, vuoi assistendo ad un'esibizione acustica coi contro fiocchi. Oppure, meglio ancora, immergersi nel silenzio della campagna e farsi una pinta di birra sbattendo i boccali assieme a qualche caro, vecchio amico.

  • RECENSIONE
  • PUB
IN QUESTO ARTICOLO
  • Outsider

    Via San Cassiano 72, Quinto Di Treviso (TV)

POTREBBE INTERESSARTI:

Il poke delle Hawaii è diverso da quello italiano?

Il piatto di tendenza in Italia negli ultimi tempi: non passa giorno senza che sia annunciata una nuova apertura ad esso dedicata. Ma come si mangia nel paese dove lo hanno inventato?

LEGGI.
×