Che c’è di nuovo a Roma? Una cucina fusion a Talenti che ti sorprenderà

Pubblicato il: 2 luglio 2020

Che c’è di nuovo a Roma? Una cucina fusion a Talenti che ti sorprenderà

Jessica Lu è una ragazza che non ama perdere tempo. Ha viaggiato molto, ha imparato il “mestiere” dalla sorella (che gestisce il Wild Ginger a Piramide) e adesso ha aperto a Talenti un locale dall’aria fortemente cosmopolita: Tako Sushi. Qui si incontrano cucina giapponese, cinese e la linea è data proprio da Jessica: ai piatti classici, vengono affiancate nuove creazioni che puntano a mescolare sapori e tradizioni diverse fra loro. Cucina orientale e occidentale si incontrano nel piatto e danno vita a risultati davvero notevoli. E la clientela continua a crescere.

Antipasti per tutti i gusti


Chi ama stuzzicare prima della cena, troverà qui tante soluzioni a prezzi molto contenuti. Si può iniziare con i classici antipasti cinesi (involtini primavera, nuvolette di gambero, pane cinese) oppure si può scegliere di “carburare” con gli involtini thai (pollo, verdure miste, spaghetti di soia). A chi piacciono i fritti può assaporare la fragranza e la delicatezza delle varie tempure di gamberoni e verdure esotiche e di calamari. La particolarità qui è l’utilizzo della farina di riso. C’è gloria anche per chi ama i ravioli: ci sono sia al vapore sia alla griglia e possono essere di carne, di gamberi o di verdure. Il tocco di Jessica qui è il takosu, ovvero il polpo in aceto di riso. Una delizia.

Spaghetti e riso: quando la passione incontra la bontà


In Italia c’è una grande attenzione per i primi piatti. Tako Sushi viene incontro a questa esigenze e propone delle portate in linea con il sentiment italiano. Partiamo dal riso: c’è il classico riso cantonese con verdure, poi c’è quello thailandese un po’ più speziato. Molto interessanti il riso al curry con gamberi e il riso venere con i frutti di mare. La creatività di Jessica si vede anche negli spaghetti: tipologie di pasta e condimenti si mescolano con sapienza e maestria. Gli spaghetti alla piastra con carne e verdura sono un piacevolissimo omaggio alla cultura occidentale, gli spaghetti di soia con frutti di mare invece sono il grande classico che va bene in tutte le occasioni. Una menzione speciale per il ramen (spaghetti di riso in brodo) e per un piatto capace che sorprende per sapidità ed equilibrio: spaghetti udon saltati con frutti di mare.

Pollo, gamberi e verdure: la vera cucina orientale è qui


I grandi classici qui sono fedeli alla tradizione e ripropongono i sapori autentici della cucina asiatica. Il pollo viene declinato in tutte le sue fantasie: alle mandorle, al limone, con verdure alla piastra, fritto e croccante e piccante. Anche i gamberi vengono serviti come da tradizione: alla piastra, in salsa thai e al limone. La linea di Tako Sushi non delude neanche in merito alle verdure: oltre ai classici germogli di soia e alle verdure miste cinesi alla piastra, c’è un delizioso tofu con verdure e un ruspante bambù con i funghi.

Sushi e sashimi: l’imbarazzo della scelta


La cucina giapponese per Jessica non ha segreti. Le piace molto (pur essendo cinese), le piace sperimentare e mettersi alla prova. Il menu giapponese di Tako Sushi è sterminato: cotto, crudo, grigliato, aromatizzato. Il pesce è il padrone incontrastato e gli abbinamenti proposti da Jessica lo esaltano in tutta la sua freschezza. Partiamo dai nigiri: oltre ai classici ci sono i nigiri con le capesante, con il pesce bianco e con l’anguilla. Quello più intrigante è con uovo di quaglia mezzo cotto e salsa tartufata. Poi ci sono hosomaki e temaki, semplici ma sempre gustosi. La creatività di Jessica inizia a vedersi nei gunkan: tonno e salsa chili, uova di pesce, salmone e tabasco, salmone crudo philadelphia e caviale. Il cavalli di battaglia qui sono i 22 uramaki, semplicemente divini. Fra tutti spiccano l’uramaki rosa con spigola tartufata, quello con gambero fritto e avocado e sopra la pasta fritta e il “black tekka”: avocado, philadelphia, tartara di tonno spicy, mandorle e salsa terikaki.


A impreziosire l’ampia proposta ci sono anche i tataki (pesce scottato), le tartare (da urlo quella di spigola cruda con salsa di tartufo e mango) e gli spiedini alla griglia, in assoluto il piatto più trasversale (piace sia ai giovani sia a quelli più anziani). Ci sono tre tipi di spiedini: di gamberi, di salmone e di granchio. Fra i takos, spicca il tacobde sushi: un gambero in tempura che viene esaltato con note fruttate. Ultimi, ma non per importanza, i dolci. Jessica predilige quelli italiani più cremosi a quelli orientali, più distanti dalla sua idea di sperimentazione.

Immagini interne prese dalla pagina Facebook di Tako Sushi

  • NUOVE APERTURE
  • RECENSIONE

scritto da:

Angelo Dino Surano

Giornalista, addetto stampa, web copywriter, social media manager e sognatore dal 1983. Una vita intera dedicata alla parola e alle sue innumerevoli sfaccettature.

IN QUESTO ARTICOLO
×