La rivincita del quinto quarto a Firenze, la trippa non fa rimpiangere neppure la fiorentina

Pubblicato il: 11 marzo 2020

La rivincita del quinto quarto a Firenze, la trippa non fa rimpiangere neppure la fiorentina

A Firenze è l'unica a poter contendere la leadership della ciccia alla più blasonata bistecca. La trippa, a dispetto delle origini povere e popolari, è una autentica regina della cucina tradizionale toscana. Dei piatti a base di frattaglie di sicuro la più versatile: perfetta per una pausa pranzo veloce consumata a uno dei banchini lungo vie e piazze di Firenze. Apprezzata al ristorante, comodamente seduti a tavola, con un buon bicchier di vino e un po' di fette di pane. Tante le variazioni sul tema o le versioni classiche tra cui scegliere: ognuno può trovare la sua preferita. Ecco quindi una guida ragionata alle proposte da non perdere.

La versione di Da Burde

La trattoria dei fratelli Gori in via Pistoiese è un indirizzo da non perdere per chi ama la trippa alla fiorentina. Dalla versione classica con pomodoro e parmigiano alla versione più estiva, sotto forma di insalata, la trippa non delude mai.
Da Burde - Via Pistoiese, 154 Firenze - Tel. 055 317206.

Da Ribeo una trippa stellare

Un piatto della tradizione, un’amica che non ama il quinto quarto e… così è nata la trippa per la Stella da Ribeo. Dietro il successo di questa specialità tutta fiorentina una preparazione un po’ particolare: vengono aggiunte le salsicce per rendere ancora più appetitoso il piatto, pur restando molto digeribile. Nel locale di via Bonifacio Lupi la cucina toscana è di casa con qualche piacevole variazione sul tema. Per il vino giusto invece basta semplicemente guardarsi attorno e scegliere la bottiglia preferita, la cantina è infatti a vista.
Ribeo – via Bonifacio Lupi 5/A - Tel. 391 7200493.

La versione di Sergio Gozzi

La trippa si può dire che è di famiglia nella Trattoria Gozzi, al lato della basilica di San Lorenzo. Lo storico esercizio, con oltre un secolo di vita alle spalle, custodisce gelosamente i piatti della tradizione. Il quinto quarto non può mancare, anche in versione d'insalata per i mesi più caldi.
Trattoria Gozzi - Piazza di San Lorenzo - Firenze - Tel. 055 281941.

La versione del Magazzino

L'Osteria Tripperia Il Magazzino è il regno del quinto quarto. Luca Cai, profondo conoscitore delle frattaglie, propone una classica trippa da manuale. Non mancano le alternative creative come il lampredotto di sushi o i fegatini rocher.  
Osteria Tripperia Il Magazzino - Piazza della Passera, Firenze - Tel. 055 215969.

La versione di Buca Poldo

La tradizione delle buche è antica come certi piatti della tradizione fiorentina. Ecco perchè vale la pena provare tra piazza della Signoria e Ponte Vecchio, la versione della trippa di Buca Poldo. Una cucina fedele alle ricette di una volta. Si mangia in un ambiente caratteristico ed accogliente.
Buca Poldo - Via Chiasso degli Armagnati 2/R, Firenze - Tel. ​055 239 6578.

La versione di Nerbone

Un'altra istituzione a Firenze è il banco di Nerbone al pianoterra del mercato di San Lorenzo. Qui la trippa, insieme al lampredotto, si può gustare nel panino e mangiare a uno dei tavoli a disposizione del cliente, accompagnata da un bicchiere di vino e pane per la scarpetta. Un'esperienza da provare.
Nerbone - Piazza del Mercato Centrale, Firenze.

  • MANGIARE CON LE MANI
  • CENA
  • PRANZO

scritto da:

Raffaella Galamini

Sono nata a Viterbo ma Firenze con i suoi tramonti mi ha conquistato: da 15 anni abito in riva all’Arno. Qui scrivo, mangio, corro e scopro posti nuovi, non rigorosamente in quest’ordine. Il mio passatempo preferito è consigliare agli amici un ristorante da provare a cena o cosa fare nel week-end.

IN QUESTO ARTICOLO
  • Ribeo

    Via Bonifacio Lupi 5a, Firenze (FI)

  • Buca Poldo

    Chiasso Degli Armagnati 2r, Firenze (FI)

POTREBBE INTERESSARTI:

​10 cocktail famosi e come preparali a casa. Con i consigli giusti

Quelli di barman autorevoli che in tempo di quarantena si danno ai tutorial.

LEGGI.
×