Giovani imprenditori crescono: La Vetta dello Spritz di Lecce compie due anni tra qualità e umiltà

Pubblicato il: 28 febbraio 2019

Giovani imprenditori crescono: La Vetta dello Spritz di Lecce compie due anni tra qualità e umiltà

È il tipico bar in cui respiri energia allo stato puro anche in un'uggiosa giornata d'inverno. Respiri freschezza anche se fuori ci sono 30 gradi all'ombra e il sole spacca le pietre.
La vera anima de La Vetta dello Spritz a Lecce sono i ragazzi dello staff, sempre pronti ad accoglierti con il sorriso, con umiltà e con quella gentilezza che sono ormai virtù sempre più rare. Se a questo aggiungi la qualità e la varietà delle proposte in menu, va da sé che mentre superi la porta d'ingresso o ti accomodi del dehor esterno non ti sembrerà di stare in un locale in pieno centro ma nel living dei tuoi amici di vecchia data, quelli che ti fa sempre piacere andare a salutare.
Ma lasciamo che sia il barman e titolare Michele a raccontarci i retroscena di questa insolita alchimia.

Sembra ieri, eppure sono passati già due anni dal giorno della fatidica inaugurazione. Com'è stato questo sprint iniziale?
È andata molto meglio di quanto ci aspettassimo, ci siamo lanciati in questa avventura con l'energia che ci caratterizza e siamo stati accolti subito dalle persone. Finora abbiamo avuto ottimi risultati sotto tutti i punti di vista, anche se dal futuro ci aspettiamo una crescita ancora maggiore.


Il vostro è stato di fatto un restyling, oltre che ovviamente un cambio di gestione, rispetto al precedente Trento Sud. Come è cambiata la clientela in questa fase di passaggio?
I nostri clienti sono molto vari: ci sono i fedelissimi de La Vetta dello Spritz, quelli che invece frequentavano il bar già con la vecchia gestione e ovviamente le new entry. Sicuramente rispetto a prima si è ridotta un po' l'età media, perchè siamo molto frequentati dai giovani, ma abbiamo una clientela che va dai 17 ai 70 anni.

Secondo te, la gente che cosa apprezza di più in un locale oggi e, in particolare, nel vostro locale?
Oltre alla qualità dei prodotti, un personale che non trascura il cliente, anzi si dedica a lui con la massima serietà e disponibilità: l'accoglienza è fondamentale. Nonostante lavorassi già nel settore ristorativo da 11 anni, questa esperienza ci insegnando tanto dal punto di vista umano e professionale, stiamo crescendo ogni giorno di più. 



Quali sono i cavalli di battaglia del vostro menu?
Sicuramente gli aperitivi, ma anche la varietà dei piatti che proponiamo quotidianamente, perchè da noi è sempre tutto fresco di giornata, non offriamo mai piatti preparati il giorno prima. Un'altra novità che piace molto sono le patatine fritte ad aria compressa, che prepariamo senza utilizzare olio e sono quindi molto più leggere, con l'80% di grassi in meno rispetto a quelle fritte con metodo tradizionale.

Qual è stata la cosa più difficile in questi due anni e cosa diresti ad altri giovani pronti a prendere come voi la strada dell'imprenditoria?
Coltivare la pazienza, sia con se stessi che verso le altre persone. Ad altri giovani come me direi che non devono aver paura di intraprendere quello che desiderano davvero perché l’importante è ponderare e calcolare tutto nel miglior modo possibile. A volte ci vuole anche una buona dose di fortuna, è inutile negarlo, ma non bisogna mai tirarsi indietro.


Avete più di 20 tipi di Spritz, praticamente varianti per tutti i gusti e i periodi dell'anno. Ce ne consiglieresti uno per ogni stagione?
Per la primavera Tramonto sul mare - latte di mandorla, blue curacao, vodka, prosecco - oppure il Sottobosco - Zedda Piras, succo al mirtillo e prosecco. Per l’estate Hugo, perché è rinfrescante e buono. In autunno il Mojspritz con menta, zucchero di canna, Martini bianco e lime. Finirei con il classico per la stagione invernale, quindi Spritz Aperol o Campari.
Ma realtà, in ogni periodo dell'anno, proponiamo nuovi abbinamenti e tipologie di cocktail anche in base alla frutta di stagione. Ce n'è per tutti i gusti!


Vuoi leggere altri articoli come questo o conoscere le proposte del Salento? Iscriviti alla newsletter.

  • EAT&DRINK
  • GLI ADDETTI AI LAVORI

scritto da:

Grazia Licheri

Le parole sono gocce che muovono il mondo. Per questo vivo ogni giorno le mie emozioni e lascio che prendano forma attraverso la scrittura. Amo comunicarle agli altri attraverso racconti e articoli creativi, ma soprattutto… amo la musica e il buon cibo.

POTREBBE INTERESSARTI:

Giornate Europee del Patrimonio 2019: ingresso gratuito nei luoghi della cultura

Sabato 21 e domenica 22 settembre, un weekend di aperture straordinarie e ingressi gratuiti nelle perle del nostro patrimonio.

LEGGI.
×