Stessa formula per il locale che è sinonimo di buon bere a Firenze: ampia scelta di cocktails d'autore accompagnati da vere golosità dalla cucina

Non ha bisogno di troppe presentazioni: quando dici Strizzi Garden sai già che vuol dire ottimi cocktail, originali drink, accostamenti di spirits inediti e sempre nuovi. Quello che invece sarà inedito per quest'inverno, è la nuova formula che il locale proporrà, anche in relazione alle nuove regole che sono al momento in vigore.
La creatività che anima il team dei ragazzi che gestiscono il locale è il vero punto di forza, dal bancone del bar fino alla cucina c'è una grande attenzione ai dettagli ed alla qualità...ed il risultato si sente al primo sorso...o primo assaggio!

Veniamo alle novità in carta che troveremo per tutto l'inverno: reduci dall'ultima cocktail week, i nuovi blend proposti per la settimana del buon bere a Firenze entrano stabilmente in menù, così che tutti possano ancora assaggiarli e riprovarli perchè sono tutti buonissimi!
Partiamo con il Coffe Zen, un signature cocktail realizzato con un estratto di caffè, zenzero fresco, rum, whisky, lime, arancia e servito con una cialda di caramello. Non pensereste mai che caffè e zenzero potessero stare così bene insieme...provare per credere.


Sempre dalla FCW, arriva lo Yellow Bird in Guadalajara, ispirato dagli aromi dall'america latina: mezcal, lime latte di mais, infuso di vaniglia, zafferano, albume ed una spolverata di cacao. 


Per tornare in Italia, è una celebrazione di ingredienti 100% locali l'Amilcare, un cocktail dal nome d'altri tempi preparato con amaro Nardini, Cinzano, succo di lime e succo di mela acido, bitter. Il tutto servito con un ice cube all'arancia che sciogliendosi regalerà un tocco di dolcezza.


Infine, l'ultima proposta per la Cocktail Week, il drink ecologico: La Sangre de Hernan, ovvero succo di pomodoro artgianale, basilico, lamponi, sedano, mezcal e lime, servito in una bottiglia di succo recuperata dalla cucina e con una cannuccia di lemon grass. Per chi volesse gustarlo in bicchiere, il bordo è decorato con un crust di sale e sedano.




In abbinamento ai nuovi cocktail, non perdete di gustare alcune delle bontà dalla cucina dove gli chef Chiara Mattei e Michele D'elia hanno aggiunto nuovi piatti invernali. Come il "our spring roll", una reinterpretazione del classico involtino primavera, con una sottile e croccante pasta fillo ripiena però di zucca e patate...da tuffare in una golosa fonduta di gorgonzola. Che dire, perfetto da dividere anche se il problema sarà non litigarsi i pezzi!


Tra i must del locale, perfetta come aperitivo da dividere con gli amici, la pinsa romana, proposta in molte versioni tra cui quella con datterini gialli, mozzarella fiordilatte, capperi, acciughe e basilico.



Per i più estrosi, ritroviamo l'originale menu "blue cocktail", con i drink colorati con estratti naturali, come il Blue Melzebù, elegante e raffinato mix tra tequila, lime, liquore alla pesca, blu di curacao, albume e fiordaliso.


Per i più sognatori, il Blue Floating Cloud sarà il cocktail perfetto, con la sua nuvoletta di zucchero a velo blu! Il drink è un blend i mezcal, marmellata di mango, lime, cocco e blue curacao.


Dalla cucina si possono anche gustare succulenti hamburger, che valgono quanto una vera e propria cena! Il Tuscany Burger è preparato con ingredienti locali: burger di chianina, maio di cipolle, pecorino, melanzane fritte nel panko, pomodori secchi e lattuga. I veri golosi non potranno però resistere al Pulled Pork, un morbido panino con salsa di yogurt e senape, cavolo stufato, maiale cotto a bassa temperatura e salsa bbq. 



E per concludere la serata, un drink da "riflessione" da gustare sorso dopo sorso e scoprire una ad una le tante sfumature degli aromi che lo compongono: è lo Smoker, un classico che rimane sempre in menù, con burbon infuso alla cannella, sciroppo d'acero, bitter all'arancia, servito in bicchiere con affumicatura e campana, molto scenografico, oltre che buonissimo!



Il locale è aperto tutti i giorni dalle 18.30 fino a mezzanotte, in questo momento effettua solo servizio ai tavoli, per cui è necessario prenotare perchè è sempre molto pieno. Confermata la popolare formula aperitivo: come per l'estate, si potrà scegliere un drink e con un piccolo sovrapprezzo avere un tagliere in accompagnamento, oppure scegliere direttamente una delle bontà dal menù della cucina, che rimarrà aperta fino alle 23:30 e dopo una certa ora avrà anche una scelta di dolci per i più golosi!

  • RECENSIONE
IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

Il poke delle Hawaii è diverso da quello italiano?

Il piatto di tendenza in Italia negli ultimi tempi: non passa giorno senza che sia annunciata una nuova apertura ad esso dedicata. Ma come si mangia nel paese dove lo hanno inventato?

LEGGI.
×