Il fascino a cinque stelle della cucina orientale: 5 ristoranti dove si mangia come a Tokyo e Pechino

Pubblicato il: 12 agosto 2019

Il fascino a cinque stelle della cucina orientale: 5 ristoranti dove si mangia come a Tokyo e Pechino

Sono lontani i tempi in cui cucina orientale era sinonimo di ravioli e involtini primavera. A Firenze per chi ama le specialità cinesi e giapponesi il livello dei ristoranti è ormai molto alto e i menu sono davvero ricchi di proposte di qualità. Si mangia in locali di grande suggestione, spesso firmati da architetti di grido. Si trovano prelibatezze d’Oriente che richiedono materie prime ricercate e preparazioni lente e laboriose. Si vive un’esperienza culinaria che spesso diventa sensoriale, l’occasione per viaggiare rimanendo seduti comodamente a tavola, sognando di trovarsi a Tokyo e Pechino.

Il vero sapore della Cina

Cucina fusion raffinata in un locale dall’interior design di grido: questè Bund Taste of China. I piatti della tradizione orientale sono preparati da uno staff tutto cinese. Tra le specialità da non perdere l’anatra arrosto laccata alla pechinese. Spicca l’ampia proposta di dim sum, i tradizionali ravioli. In Cina Bund è la celebre via che si affaccia sul fiume Huangpu, a Firenze il locale si trova poco lontano dalle rive dell’Arno.  
Bund - piazza Ferrucci, 1/r  - Firenze. 055 2699833.

Sushi e sashimi sul nastro

In un palazzo del ‘700 restaurato e arredato a regola d’arte si trova Kome: un locale su tre livelli poco lontano da piazza Santa Croce, anche se per qualità e varietà della proposta potrebbe tranquillamente essere a Tokyo. Al pianoterra c’è il kaiten sushi: su un rullo scorrono i piatti con sushi, nighiri, uramaki, tempure e zuppe preparati a vista dal sushi man. Al piano superiore la cucina yakiniku: la carne viene cotta alla griglia grazie al fornello di cui è dotato ogni tavolo, con una cottura barbeque personalizzata. Al piano inferiore, un privé con angolo wine e sake bar: c'è pure uno spazio dedicato ai fumatori.
Kome - via de' Benci, 41 - Firenze.  055 200 8009.

L'altra faccia dell'Oriente

Koko è il fratello maggiore di Bund. I due locali hanno molto in comune oltre ad essere dello stesso proprietario: sono praticamente fianco a fianco, in ognuno domina uno stile minimal e raffinato, propongono un interessante spaccato della cucina orientale. Se da Bund c'è il versante cinese, qui invece troviamo le proposte giapponesi, non senza un tocco di fusion. Un ambiente di grande eleganza in linea con l'estetica dei piatti proposti.
Koko - piazza Ferrucci, 4-5/r - Firenze. 055 658 7428.

Lo stile del Momoyama

Ci sono gli amanti della cucina giapponese e ci sono quelli che vanno dal Momoyama. In tanti a Firenze si sono avvicinati al mondo di sushi e sashimi proprio frequentando questo locale dove predomina il bianco lucido degli arredi. Mobili di design all white che ben si sposano con la cucina fusion tutta fantasia e colore. 
Momoyama - Borgo San Frediano, 10/r - Firenze. 055 291840.

Una lussuosa esperienza cinese

Fulin Firenze-luxury chinese experience: è questo il biglietto da visita di un ristorante cui dove è la cucina pechinese a tenere banco e che ha tra le specialità l’anatra laccata. All'interno del locale sono esposti pezzi da collezione e oggetti etnici di rara bellezza.
Fulin - piazza Ferrucci, 113/r - Firenze. ​055 684 931.

Foto di copertina dalla pagina facebook di Kome

  • RISTORANTI E CIBI ETNICI

scritto da:

Raffaella Galamini

Sono nata a Viterbo ma Firenze con i suoi tramonti mi ha conquistato: da 15 anni abito in riva all’Arno. Qui scrivo, mangio, corro e scopro posti nuovi, non rigorosamente in quest’ordine. Il mio passatempo preferito è consigliare agli amici un ristorante da provare a cena o cosa fare nel week-end.

IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

10 malghe e rifugi gourmet: mangiare bene, e tanto, in alta quota

Quando scatta quella pazza voglia di raclette, yogurt di malga con i frutti di bosco e vinello dolce.

LEGGI.
×