A lezione dalla nonna: 5 ristoranti che sanno fare la cucina tipica veneta

Pubblicato il: 7 marzo 2020

A lezione dalla nonna: 5 ristoranti che sanno fare la cucina tipica veneta

Partendo dalla sua solida, profonda, secolare tradizione agricola, quella veneta è fra le più apprezzate cucine regionali d’Italia. E quindi, automaticamente, del mondo. Non certo e non solo grazie alle eccellenze dal successo planetario come il prosecco, il tiramisù o la pasta e fagioli. Il segreto, come per tutti gli altri atout geografico-culturali che fanno del Veneto la Regione più visitata del Paese (mai mi stancherò di sottolinearlo con orgoglio), è la varietà: dal mare alle montagne, dalla pianura alle colline, dai laghi (tra cui “IL” lago) alla laguna. Passando per una città d’acque, costruita fra le risorgive fluviali, come la nostra Treviso.
Un panorama da cui non poteva che nascere una cucina tipica estremamente ricca di sapori, profumi, materie prime, specialità: vediamo 5 locali in giro per la Marca dove riappropriarci, almeno col palato, della nostra storia.

Per la pasta e la soppressa fatte in casa e il pollo in tecia

Antipasti tipicamente “agricoli”, come la sopressa autoprodotta, o il radicchio in saor, fatto con vedure di aziende vicine. Primi piatti della tradizione fatti in casa: dalla pasta agli gnocchi, dalle zuppe ai risotti di stagione. E poi la carne, vera stella polare di questi territori, sublimata in specialità eterne come il succulento “pollo in tecia”. Delizie venete tipiche all’ennesima potenza, con cui puoi pasteggiare all’Althea, delizioso agriturismo panoramico arroccato sulla collinetta di Confin, tra vittoriese e coneglianese, nel cuore della strada del Prosecco.
Althea: Via Confin, 57, 31029 Vittorio Veneto TV. Telefono: 0438560511

Per le sarde in saor, il baccalà e la farona

Scendiamo nel capoluogo, la nostra Treviso, oggi molto chiacchierata anche per quei bistrot e wine-bar che propongono una cucina rivisitata e avanguardistica, ma da sempre amata per i ristorantini tipici, di cui pullula, offrendo una qualità media tra le più alte di tutto il Veneto. Un nome su tutti, un grande classico, frequentatissima dai trevigiani come dagli stranieri: la trattoria Toni del Spin, refugium peccatorum per chi è goloso sia di cucina di terra che di cucina di mare tipica, dai risotti della tradizione alla faraona con polenta e “pevarada”, dalle sarde “in saor” al baccalà.
Toni del Spin: Via Inferiore, 7, 31100 Treviso TV. Telefono: 0422543829

Per le radici e fasioi e il ragù di lepre

Non solo specialità “fusion” tra Veneto e Puglia, come il “muset frit” o la “Carbonara dei Nobili”. Ma anche, e soprattutto, specialità nostrane DOC come “radici e fasioi”, “bigoi” al ragù di lepre, “mussa in tecia”, e in questo periodo persino la leggendaria “renga”, ossia l’aringa alla vittoriese… La specialità di mare più tipica e storica di queste zone. Quali zone? Sei a Godega Sant’Urban, all’Antica Hostaria dei Nobili un posto dove la tradizione riecheggia tra le cucine, i tavoli, il cortile e la campagna verdeggiante che si estende tutt’attorno, a perdita d’occhio.
Antica Hostaria dei Nobili: Via Ziganella, 2, 31010 Bibano TV. Telefono: 3496124814

Per la carne allo spiedo fatta come una volta

D’estate, lo spettacolare belvedere a strapiombo che si affaccia sulla pianura trevigiana da posizione sopraelevata. D’inverno, l’accogliente salone dominato dal girarrosto centrale, dove il tempo viene sospeso tra i croccanti aromi della carne allo spiedo, il vero protagonista non solo del menù, ma anche dell’arredamento. Sei Da Tullio, presso la località Arfanta di Tarzo, da sempre un punto di riferimento per chi ama la carne rosolata sul fuoco, da mangiare in un contesto sereno e collinare, ben distante dai caos della città.
Da Tullio: Via la Chiesa, 27/A, 31020 Arfanta TV. Telefono: 0438587093

Per i bigoli all’anitra, la pasta e fagioli e i tagliolini panna e prosciutto

Da antipastini tipici come i fiori di zucca farciti con acciuga e mozzarella, o la frittata alle erbe di campo, fino a grandi classici della cucina veneta e trevigiana, come i bigoli al sugo d’anitra, il fegato alla veneziana, la pasta e fagioli (richiestissima persino d’estate dai turisti stranieri). Alla Torre, ristorante di Castelfranco Veneto ricavato dentro le suggestive mura est del castello (un monumento del Duecento), i grandi piatti della tradizione si sposano con una pizzeria stagionale d’alto profilo, in un ambiente che per cura ed atmosfera teme ben pochi avversari.
Alla Torre: Piazza XXIV Maggio, 2/4, 31033 Castelfranco Veneto TV, Telefono: 0423495445

Immagine di copertina: Antica Hostaria dei Nobili
le immagini interne sono tratte dalle pagine social dei locali citati

  • RISTORANTI E PIATTI TIPICI

scritto da:

Alvise Salice

Con lo pseudonimo di Kintor racconto da anni i miei intrattenimenti. Sport e hi-tech gli amori di gioventù; mentre oggi trovo che viaggiare alla ricerca di culture, gusti e sapori della terra sia la cosa più bella che c'è. O magari la seconda, via.

IN QUESTO ARTICOLO
×