La miniguida 2017 delle migliori birrerie di Roma

Pubblicato il: 30 gennaio 2017

La miniguida 2017 delle migliori birrerie di Roma

Fresca d’estate, corposa d’inverno, artigianale o importata, una buona birra ci sta sempre bene in ogni stagione

Andiamo a farci una birra” è la più classica delle proposte che gli amici ti fanno la sera prima di uscire. Non importa quale stagione sia, inverno o estate, una birra non si rifiuta mai, specie poi se artigianale e di alta qualità. In fatto di birra oramai Roma può considerarsi alla pari con le grandi città mitteleuropee e anglosassoni. Quello avvenuto negli ultimi decenni nella Capitale è una vera e propria rivoluzione nel panorama cittadino dell’enogastronomia. Oggi praticamente quasi tutti i quartieri della città possono vantare almeno una birreria o un pub dove bere ottime birre, spesso accompagnate da piatti in perfetto abbinamento. Ma non ci sono solo le birre artigianali, c’è infatti anche chi si è specializzato in birre d’importazione, proponendo delle rarità e delle etichette quasi introvabili in Italia. Ecco allora una miniguida che ti suggerirà le birrerie migliori della Capitale.

Finalmente anche a Monteverde

 Era ora che anche Monteverde potesse contare su una birreria di qualità. Sì perché da BrewEat si può scegliere sempre tra 9 varietà di birre artigianali italiane e non che cambiano di settimana in settimana, oltre a 40 marche in bottiglia che comprendono le più tradizionali lager fino alle più complesse lambic belghe. E poi si mangia decisamente bene: da provare gli hamburger e la ciccia alla griglia.

Se la vuoi all'inglese vai al Quadraro

 Un locale del Quadraro specializzato in birre anglosassoni (inglesi, per la precisione). Stiamo parlando del Barley Wine. Il “Barley Wine” (tradotto il vino d’orzo) è una varietà di birra inglese ad alta fermentazione (e quindi gradazione). La birra è ambrata, o scura a seconda della tostatura dell’orzo, ed ha una schiuma poco consistente. Qui possiamo degustarne 12 versioni alla spina ed accompagnarle con ottimi taglieri di formaggi e salumi da abbinare a seconda della tipologia di birra scelta. Da prendere in considerazione per un aperitivo invernale sostanzioso.

L’all-you-can-drink al Portuense

 Un locale divertente e fuori dall’ordinario gestito da una famiglia simpaticissima, i Resta, che coccolano i clienti come pochi sanno fare a Roma, e poi  alle Officine Resta c’è il giro pizza no limits, a 15 euro a persona, che comprende pizza no stop, ma soprattutto birra senza limiti di ordinazione, e parliamo di ottime marche tedesche come la Erdinger, la belga Affligem e l’inglese Green Killer.

Il tap bar di San Lorenzo

Una quindicina le birre alla spina, rigorosamente artigianali, che puoi trovare in questo tap bar di San Lorenzo. Il Draft è uno di quei posti consigliati a chi vuole provare birre ricercate ed insolite: proposte in rotazioni novità italiane, internazionali e a km0. Da provare anche la beerfirm prodotta dal locale in collaborazione con piccoli birrifici artigianali. E' anche cocktail bar: manco a dirlo, nella drink list anche un cocktail con la birra, il Beer Mule. 

Una leggenda a Campo dei Fiori

 Passiamo ad una vera e propria istituzione nel panorama della birra romana, ma anche nazionale. Open Baladin è sicuramente una delle birrerie più fornite d’Italia: oltre 40 etichette artigianali alla spina (luppolate, puro, doppio o triplo malto, ma anche speziate agli agrumi e allo zenzero). Non si può non accompagnare il boccale con i meravigliosi sfizi gourmet qui proposti, come le “fatate” (chips aromatizzate, da provare quelle alla liquirizia) oppure gli hamburger di fassona, serviti con il pane di Gabriele Bonci.

Il paradiso delle birre d’importazione a Prati...

 Se sei invece appassionato, come il sottoscritto, di birre estere e non riesci a resistere alla tentazione di assaggiare l’ultima meraviglia che arriva dal Belgio o dalla Germania, il posto giusto per te è senza dubbio la Birreria Lapsutinna a Prati. Più di 60 etichette internazionali d’importazione, dove spiccano senza dubbio le belghe. Birre nuove in degustazione ogni settimana, insomma un vero e proprio paradiso al luppolo.

...O sempre a Prati da abbinare all'hamburger

Un bel boccalone di birra alla spina o una bottiglia di birra artigianale da scegliere tra le oltre 100 etichette a disposizione. Da Birretta Wine & Food - segnalato tra i migliori locali di Roma anche da BeerAdvisor - la birra si abbina ad uno dei migliori hamburger artigianali della città. Alle etichette in bottiglia vanno aggiunte le 10 varianti alla spina, tra le quali preferiamo senza dubbio la 24K e la Spaceman.

Ales come se piovessero al Celio

 Ancora birre inglesi, stavolta a soli due passi dal Colosseo, in particolare le rosse e dolciastre Real Ales. Al TreeFolk’s possiamo contare su oltre 15 etichette alla spina e più di 60 varietà in bottiglia da tutto il mondo. Non solo Inghilterra, dunque, ma anche Belgio, Olanda, Francia e Germania. Consigliamo di venire a cena e di accompagnare il boccale con dell’ottima carne alla griglia o con i taglieri di salumi e formaggi della casa.

Il giro del mondo in 80 birre a Casal Bruciato

 Una birreria di qualità eccelsa in piena periferia a Roma, in zona Casal Bruciato sulla Tiburtina, a gestirla un gruppo di giovani che ha deciso di trasformare la passione per il luppolo in una professione seria e di successo. Birramo è la sopresa che non ti aspetti nel panorama delle birrerie romane: una selezione di oltre 80 etichette da tutto il mondo, ma con un occhio di riguardo verso alcune eccellenze italiane, come la ottima Olmo e la friulana Gjulia.
Birramo, Piazza Amilcare Zamorani, 66 Roma – Tel: 0688659012

Artigianale, fatta in casa al Pigneto

 Una birreria nel pieno centro del Pigneto, dove i clienti possono entrare e visitare i macchinari per la produzione che si trovano proprio accanto alla sala degustazione. Al Birstrò, tra l’altro la birra è davvero deliziosa. 12 tipologie disponibili, dalla normale lager alla stout all’aroma di caffè, e per gli astemi anche un meraviglioso chinotto artigianale anch’esso prodotto in loco, il Pignotto. Poi qui si mangia anche molto bene, specie lo stinco di maiale alla bavarese.
Birstrò, Via L.F. De Magistris, 66 Roma – Tel: 0697600054

Se la vuoi alla spina vai a Porta Portese

 Perché troverai più di 40 varietà alla spina, di cui 12 a pompa: blanches, lagers, stouts, ambrate, e molto molto altro. Scegliere il boccale alla birreria 4:20, a Porta Portese, non è mai facile e ci vuole il tempo che ci vuole. E se poi la birra ti mette appetito, qui hai di che sfamarti: pane in cassetta con salsine da urlo, oppure i saporiti Hop Burgers.

From Scotland to Gianicolense

 Famoso più che altro per le oltre 300 etichette di whiskey disponibili, il pub scozzese Le Bon Bock al quartiere Gianicolense nasconde tra i suoi tesori anche una ricchissima selezione di birre, molte delle quali provenienti, ovviamente, dalla terra di Caledonia. Scozia, dunque, tra ales, stouts, come la Belahven, ma sulla carta ci sono anche parecchie chicche di importazione europea.

Foto di copertina tratta da pagina Facebook di Open Baladin
Iscriviti alla Newsletter di 2night

  • DOPOCENA
  • EAT&DRINK
  • BERE BENE

scritto da:

Lorenzo Coletta

Romano, giornalista, dopo una prima esperienza di giornalismo radiofonico con l'agenzia Econews, ha cominciato ad appassionarsi al grande mondo dell'enogastronomia. Ha contribuito nel 2014 alla redazione della Guida dei Ristoranti di Roma di Puntarella Rossa edita da Newton Compton.

POTREBBE INTERESSARTI:

​Se votano loro, gli chef stellati: i ristoranti (giovani) che piacciono e su cui scommettono

71 Top Chef, scelti da Identità Golose, hanno selezionato su chi puntare. Ecco tutti i nomi da provare assolutamente.

LEGGI.
×