5 tappe per sopravvivere a un bàcaro tour invernale a Venezia

Pubblicato il: 12 gennaio 2020

5 tappe per sopravvivere a un bàcaro tour invernale a Venezia

E chi l’ha detto che un bàcaro tour si può fare solo d’estate? In realtà ci sono molti motivi per cui saltare di bàcaro in bàcaro, di osteria in osteria, a Venezia durante l’inverno è una buona idea. Pensa solo che, essendoci probabilmente un po’ meno persone davanti a te al banco, a parità di tempo riesci a fare più giri: più ombre e più cicchetti, meno attesa, e il gusto ci guadagna.

Se temi il freddo, però, il classico bighellonare in campo o in fondamenta, il chiacchierare con gli amici con un bicchiere in una mano e un crostino nell’altra, tipico del bàcaro tour a Venezia, può diventare un problema. Per evitare di sembrare un branco di pinguini imperatore stretti gli uni agli altri nel vano tentativo di non congelare, ci sono alcune tattiche che puoi utilizzare, così da rendere soddisfacente un bàcaro tour durante la stagione invernale.

L’importante è goderti la splendida atmosfera della (moderatamente) bassa stagione, non fare troppo casino (i veneziani apprezzeranno) e fare le tappe giuste nel modo giusto. Il modo per scaldarti lo trovi ma, per sicurezza, già io ti rivelo qualche trucco per sopravvivere a un bàcaro tour da dicembre a febbraio.

Scegliendo bàcari con tavolini all’interno


È la soluzione più semplice e non sbagli mai. Quasi sempre, durante un bàcaro tour, a sederti non ci pensi neanche. Ma se fuori si gela, qualche minuto per ripigliarsi, magari seduti a un comodo tavolo, male non fa. Di sicuro da Bacanera trovi quello che fa per te: ottimi cicchetti, vino buono e la possibilità di scaldarti per bene prima di proseguire il tour, anche se di solito vince la voglia di fermarsi pure per cena, viste le bontà proposte nel menù.
Bacanera, Cannaregio 4506 - Tel. 0412601146

Discutendo con l’oste

Si dice “scaldare gli animi” e non a torto. Non necessariamente, però, discutere con l'oste è una brutta cosa: si possono avere idee divergenti, ma se poi alla fine si torna a brindare tutti assieme ogni dibattito è lecito. E allora stuzzicalo, il tuo oste di fiducia (o magari qualche tuo compare di bevute che sai come prendere per il “verso sbagliato”); tutto con le dovute cautele, ovviamente, altrimenti finisci con il rovinare il clima festoso del tour. Venezia pullula di osti “sanguigni” (d’altronde, chi lo vorrebbe un oste troppo serio e pacato?), ma se vuoi andare sul sicuro, prova a dare il "la" a Maurizio Adamo del Paradiso Perduto: rscaldamento assicurato.
Paradiso Perduto, Cannaregio 2540 - Tel. 041720581

Mangiando cicchetti onti (e fritti)


Di cicchetti buoni, a Venezia, ne trovi tanti; di cicchetti sani, qualcuno; di cicchetti calorici, un botto. Ecco perché, per scaldarsi per benino (o almeno avere l’illusione di farlo), un bel viaggio nel fritto, nel golosamente “onto”, ti rianima lo spirito e il palato. I piatti della tradizione, il musetto, il fritto e una sana dose di vero bàcaro veneziano puoi trovarli da Casa dea Corte, un’osteria nascosta lungo Strada Nuova, perfetta per una tappa ricostituente.
Casa dea Corte, Cannaregio 1642 - Tel. 0414766026

Bevendo vin brulè

Il Veneto di vin brulè se ne intende. Non sarà proprio veneziano, ma ogni tanto un’ombra diversa dal solito, magari calda e speziata, puoi berla pure tu: uno strappo alla regola per resistere al freddo. A me il vin brulè caldo pare un buon motivo per inserire, tra una tappa e l’altra, una tappa da Cip & Ciop, assieme a dei buoni cicchetti.
Cip & Ciop, Santa Croce 1179 

Bevendo zuppa calda


Quello che ti sto per proporre potrebbe sembrerti una bestemmia, ma cosa non si fa per portare a termine degnamente un bàcaro tour anche quando fuori soffia il burian; anche quando l’ultimo ricordo del calduccio è quel documentario sugli animali della savana che hai visto su Netflix a Natale. Ebbene, una zuppa calda wonton (o magari anche dei noodles in brodo) della Ravioleria Venezia può salvarti la vita: riscaldamento immediato, proseguimento del tour assicurata.
Ravioleria Venezia, San Polo 1465 - Tel. 041 458 4946


Foto interne dalle pagine Facebook dei locali
Foto di copertina dalla pagina Facebook di Maid Milinkic da Unsplash

  • APERITIVI MEMORABILI

scritto da:

Giacomo Pistolato

Cinefilo e gattofilo, mi piace scrivere e osservare. Vivo e scelgo Venezia, quasi tutti i giorni. Non amo le contraddizioni. O forse si.

IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

Il relax a portata di mano, legale e light

Sempre più persone ne fanno largo uso per rilassare corpo e mente. Ma cos'è veramente la pianta che in America sta facendo parlare di una vera e propria “green rush”, la corsa all'oro verde? Un esperto del settore fa il punto della situazione in Italia e ce ne spiega i benefici.

LEGGI.
×