Matteo Simonato punta in alto con La Vallesana: il paradiso dell'aperitivo slow sui Colli Euganei

Pubblicato il: 10 settembre 2019

Matteo Simonato punta in alto con La Vallesana: il paradiso dell'aperitivo slow sui Colli Euganei

Dalla piazza di Este con Extra Dry, in salita fino a Baone per regalare un'esperienza all'insegna del gusto e della lentezza.
Tutto il savoir faire della gestione di Enoteca Extra Dry di Este si mette a servizio di Ristoro La Vallesana, a 15 minuti di distanza, in una location più bucolica e rinfrescante che invita a godersi il panorama - spettacolare soprattutto al tramonto - e a condividere dei momenti di quiete assoluta tra calici di vino, taglieri nostrani e il respiro della natura. Il rovescio della medaglia: se il dj set è immerso nel verde, si può cantare a squarciagola. In una parola: liberatorio.

Ciao Matteo, qual è la storia di Ristoro la Vallesana?

Questo ristoro è stato gestito dalla famiglia Magarotto per anni, io lo conoscevo e mi è sempre piaciuto. Per questo quando ho saputo che si era aperta la possibilità di gestirlo mi sono fatto subito avanti e ora eccomi qui.

Come mai proprio qui, a Baone, sui colli?

Amo questi paesaggi, ma si tratta anche di una scelta strategica. Quando arriva l'estate le piazze si svuotano e, nonostante Extra Dry sia molto amata ad Este, a volte mi chiedo come i nostri clienti resistano all'aperitivo, bevendo con il caldo torrido... Molti di loro passano i pomeriggi o le serate in Vallesana, d'estate, così ho deciso di cogliere l'opportunità al volo.


Cosa c'è di Extra Dry in questa nuova avventura?

Sicuramente la filosofia aziendale, che è quella di offrire un'esperienza di qualità con cortesia e professionalità. Ovviamente c'è anche la cura della materia prima sia in cantina che in dispensa, ma ci sono delle differenze importanti...

Me ne parli?

Ho deciso di legare Ristoro La Vallesana al territorio. Dunque i vini sono perlopiù veneti e la birra è la Dolomiti di Pedavena. Lo stesso per i liquori che sono di Luxardo (anche il gin è di questo marchio padovano) e il caffè è Diemme. Poi, arrivando al capilo cibo, al Ristoro serviamo i taglieri misti in stile Extra Dry ma con prodotti ancora più locali. Lo sapevi che qui il prosciutto è solo di Montagnana Attilio Fontana?

Si può mangiare qualcos'altro, per cena?

Serviamo esclusivamente piatti freddi, perché non siamo attrezzati per proporre altro e soprattutto perché mi piace fare solo quello che sono certo di saper fare al meglio. Oltre ai taglieri prepariamo insalate, carpacci, piadine e sono in arrivo i panini gourmet.

Dunque l'idea è quella di ordinare una bottiglia, un tagliere e passare la serata in compagnia?

Sì. I ritmi qui sui colli sono più lenti. Per questo si ordinano soprattutto bottiglie, invece dei calici, e grandi taglieri. L'aperitivo si trasforma in cena mentre si assiste allo spettacolo del tramonto.


Una mare di selfie? 

Non ne hai idea. È emozionate: tutti smettono per un secondo di bere e guardano il cielo incantati. E poi e un continuo di foto, selfie e post. D'altronde, il tramonto visto da qui è davvero spettacolare.

Hai in mente di organizzare degli eventi qui al Ristoro?

Certamente. Ho pensato a degli eventi più soft nei giorni infrasettimanali ed eventi più goliardici nel fine settimana. In fin dei conti qui non ci sono vicini che possano lamentarsi del volume... stare immersi nella natura ha anche questo vantaggio: si respira un po' di libertà! Poi la location può essere riservata per cene ed eventi aziendali o privati.

Loro (i clienti) qui si rilassano... ma tu? Immagino che gli impegni siano aumentati...

Abbiamo inaugurato il 6 aprile e questo è l'anno del cambiamento. Dal prossimo voglio essere a pieno regime. Qui è tutto pronto e attivo ma vogliamo lanciare bene il locale e acquistare qualche macchinario per la cucina. Saremo aperti dalla primavera all'autunno, quindi per 8-9 mesi ... il personale è lo stesso di Extra Dry e ce la mettiamo tutta per fare al meglio. Come sempre punto sulla qualità.

Che capo sei?

Dovresti chiederlo ai miei dipendenti. Credo che a volte qualcuno di loro abbia voluto uccidermi o scoppiare a piangere perché in fase di formazione sono preciso e pretendo il massimo, ma poi so dare fiducia e sono capace di delegare. Il team deve avere un obiettivo comune voglio che tutti siano contenti di lavorare per Extra Dry e ora anche per La Vallesana. Lo dico sempre ai ragazzi che le persone devono venire al locale non solo per me, ma anche per loro.

Mi sembri un tipo che si accontenta facilmente, vorresti aprire altri locali?

Vorrei avere almeno tre locali e lavorare meno sul campo e con un ruolo più gestionale. Sono già pieno di idee...

  • GLI ADDETTI AI LAVORI

scritto da:

Martina Tallon

Amo mangiare ma sono sempre a dieta, non riesco mai a stare ferma anche se alla guida sono un pericolo, adoro andare per locali però sono un po' tirchia. Le contraddizioni sono il mio pane quotidiano: mai prendersi troppo sul serio.

IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

Guida Michelin 2020: un nuovo tre stelle, due nuovi due stelle e 30 nuovi ristoranti stellati (e con chef giovanissimi)

La rinomata Guida Michelin ha rivelato a Piacenza la sua edizione 2020 con tutte le nuove stelle, scopriamole.

LEGGI.
×