Ti spiego come sopravvivere al temuto pranzo di lavoro a Roma

Pubblicato il: 8 dicembre 2019

Ti spiego come sopravvivere al temuto pranzo di lavoro a Roma

Le pause pranzo lavorative spesso non hanno nulla a che vedere con la ricreatività. Sono lassi di tempo in cui non si riesce davvero a staccare la spina e molte volte trascorrono così, tra una forchettata e l’altra di un riso scondito o con un tramezzino freddo mangiato al volo. Peggio ancora se il business lunch non è un tranquillo pranzo tra colleghi, ma il preludio alla stipula di un contratto oneroso. In questi casi, giocarsela bene è la sola cosa che conta. Puoi prepararti con un corso yoga sulla respirazione, imparare qualche nuova battuta (possibilmente non dagli anglosassoni), o 'corrompere' occhi e palato dei tuoi commensali portandoli nel locale giusto. Quest'ultima è l'opzione che assolutamente preferisco. Eccoti qualche dritta:

A Flaminio


Il 20 mq design e derivati un raffinato bistrot che vende oggetti di design da tutto il mondo, compresi tavoli e sedie su cui stai mangiando. Come tutto quello che vedi. Durante la pausa quindi, tra un boccone e l’altro, puoi girare per il locale e farti un’idea di cosa si sono inventati i designer del globo. Se sei rimasto indietro col lavoro nessun problema: il wi-fi e una selezione musicale rilassante ti consentiranno di portarti avanti. Oltre ai sandwich e ai burger gourmet, c’è una ampia selezione di piatti che variano di giorno in giorno. Tante e originali le proposte vegane e vegetariane.

Via Flaminia 314 C, tel. 06 3105 2302

A Ostiense


Nel quartiere Piramide la pausa pranzo può essere  healthiness. Oppure può essere più hard core. A deciderlo sei tu. Da Porto Fluviale, la scelta è tanta. Sfizi, fritti, primi, pizze, hamburger, carne alla griglia (8 le spade), cicchetti (piccoli assaggi dello chef), secondi, street food e insalatone. Se fame ne hai ti consiglio i tonnarelli cacio, pepe e fiori di zucca o i maccheroncini alla carbonara. Se invece devi mantenerti in forma, hai a portata di forchetta la caesar salad (lattuga romana, pollo, salsa caesar, bacon, crostini di pane e scaglie di grana). 
Ma l'opzione più interessante è il pranzo a buffet, tutti i giorni dal lunedì al venerdì. I piatti proposti sono più di 30: pasta, zuppe, verdure, secondi di carne, insalate da comporre, formaggi e focaccia calda. Il costo è 10€ bevande escluse.

Via del Porto Fluviale 22, tel. 06 5743199

A Colosseo


Uno sguardo al Colosseo e uno al panino. Da Pane e Vino funziona così. Il locale è molto carino e ha una particolarità: è tappezzato dalle scritte e dalle dediche dei passanti, che lasciano commenti (e tanti complimenti) sui muri. I panini sono deliziosi e prendono il nome dai personaggi più famosi della storia romana. Puoi pranzare con un Nerone (pomodorini secchi, crema di olive, salame calabrese, piccante Rovagnati) oppure con un Diocleziano (pomodoro, mozzarella di bufala, alici). Delicate anche le insalate. Qui la pausa pranzo è smart, veloce e gustosa. Ti consiglio quindi di condividerla coi colleghi e col monumento più famoso al mondo…

Via Ostilia 10, tel. 06 7720 7177

All’Eur


Da qualche anno l’Eur è diventato il polo economico della Capitale. Molti uffici hanno delocalizzato qui per questioni di comodità e per contenere i costi. E in questi anni ci sono ristoranti e location che hanno sfruttato questo “passaggio di consegne” per diventare il punto di riferimento di un quartiere. Vicolo 88 è uno di questi locali. Sta a ridosso del laghetto dell’Eur e propone una pausa pranzo veloce ma di classe: primi e secondi espressi, piatti freddi, pinse e insalate che stupiscono non solo per bontà ma, soprattutto, per tempistiche di arrivo (in 20-25 minuti si ordina e si mangia).

Viale America 18, tel. 06 8772 8001

A Prati


La Pagnottella Gourmet è il posto giusto per una pausa pranzo salutare. Il locale consente di comporre a proprio piacimento le insalate partendo da 5 basi differenti: orzo, riso, cous cous, farro o insalata. A queste puoi aggiungere il numero di ingredienti che preferisci e comporla a tuo piacimento. Dimenticando i classici tonno e pomodoro, puoi optare per farro, gamberetti, cetriolo, edamame, uovo sodo, spinaci, salsa di soia e semi di sesamo. Per quanto concerne i panini si può scegliere il tipo di pane (bianco, integrale o ai cereali) e il ripieno. La scelta sulla carta è molto ampia e non mancano le proposte del giorno. 

Via Tacito 36, tel. 06 4543 4235

Immagini interne provenienti dalle pagine Facebook dei locali
Immagine in alto: Pagina Facebook La Pagnottella Gourmet

  • RISTORANTI E PIATTI TIPICI

scritto da:

Angelo Dino Surano

Giornalista, addetto stampa, web copywriter, social media manager e sognatore dal 1983. Una vita intera dedicata alla parola e alle sue innumerevoli sfaccettature.

IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

Il relax a portata di mano, legale e light

Sempre più persone ne fanno largo uso per rilassare corpo e mente. Ma cos'è veramente la pianta che in America sta facendo parlare di una vera e propria “green rush”, la corsa all'oro verde? Un esperto del settore fa il punto della situazione in Italia e ce ne spiega i benefici.

LEGGI.
×