Il locale lo vorrei pet friendly. Posti diversi dal solito dove cani e gatti sono i benvenuti

Pubblicato il: 25 marzo 2019

Il locale lo vorrei pet friendly. Posti diversi dal solito dove cani e gatti sono i benvenuti

Cani, gatti (ma non solo...) amati e coccolati, i tuoi, o quelli del locale.

Mi è capitato proprio di recente, domenica sera in pizzeria tra amici, amica con Jole, meraviglioso Affenpinscher a seguito, e noi già a pregustare pizza e birra, ma ecco la sentenza: "no cani, grazie, qui non possono stare". Segue ricerca frenetica di un'alternativa, affamati. L'esperienza insegna e mi sono messa alla ricerca di locali, belli, che oltre a proporre aperitivi e cene piacevoli siano anche pet friendly, ovvero "non solo qui posso entrare, ma le proposte non mancano nemmeno per me". Ma non mi sono limitata a questo, ho scoperto che per i nostri amici di casa le proposte di svago non mancano, a cercar bene, e sono veramente originali. Vediamo un po'.

La moda che viene dal Giappone, i Cat Cafè


Anche Milano ha il suo Neko (vuol dire gatto in giapponese), il Crazy Cat Café in via Napo Torriani, 5, e permette di gustare colazione, brunch, pranzo o aperitivo in compagnia dei suoi nove gatti, tutti adottati dai titolari e liberi di circolare nel locale. Così Torino, dove troviamo Miagola Caffé, un bar dedicato a coloro che hanno sempre desiderato avere un gatto ma non hanno mai saputo decidersi. Ecco, intanto puoi provare con Sissi, Mia, Romeo, Magda, Barney e Fred.

Per cani e gatti viziatissimi


L'Hotel Cipriani di Venezia ha ideato anche un menu per cani nel suo ristorante stella Michelin, Ora, guidato dallo chef Davide Bisetto. Dalla tartare di manzo, a 38 euro, al sushi di pollo a 29 euro o il menu dietetico di riso e verdure, a 21 euro. Dalla Laguna ai monti, l’Hotel Cristallo di Cortina d’Ampezzo ha pensato a percorsi appositi con dog sitter e regalini di commiato fatti di crocchette e shampoo a secco.

E per chi ha il coniglio, o il criceto?


Ci pensa Kiki Pelosi che ha creato un Bunny Salad Bar, un take away itinerante dove trovare cibo confezionato in modo creativo, per animali strettamente erbivori, e ricevere tante informazioni utili per la loro gestione e corretta alimentazione. Ma non solo, Kiki Pelosi è pet chef e pet party planner anche per cani e gatti. Funzionerà anche con lo ZhuZhu Pet indemoniato di mia figlia?

Un gelato da cani


Ice Dog produce e distribuisce il gelato pensato proprio per i cani. Oltre a contenere proteine con un ottimo valore nutrizionale ha anche la caratteristica di essere a basso tenore di grassi e senza zucchero, sostituito da fruttosio (a basso indice glicemico). Lo si trova già in parecchie gelaterie, dal Veneto alla Sicilia. Ecco la mappa.

Poteva forse mancare la pasticceria?


Per i golosi cronici a 2 e 4 zampe a Firenze c’è Dolci Pensieri, pasticceria che, con le sue creazioni realizzate rigorosamente con ingredienti del territorio e a filiera corta, non lascia scampo sia ai padroni che ai cani. Torte e pasticcini (anche vegani) e per "loro" biscotti di diverse varietà.

Una giornata alla Spa


Ebbene si, il Rome Cavalieri Waldorf Astoria Hotels & Resorts organizza giornate di relax anche per i compagni a quattro zampe. Anche loro, infatti, possono godere di coccole rilassanti presso la Spa riservata ai cani, oltre che di un dog sitter che si prenderà cura di loro con passeggiate nel parco e appetitosi “doggy menù”.

Aperiveg solidale di Oipa, very Milano da bere


Oipa, l'Organizzazione internazionale protezione animali, dà ciclicamente appuntamento a Milano con l'Aperiveg solidale (basta consultare il sito per trovare i prossimi appuntamenti in calendario, e non solo a Milano). In programma, oltre all'aperitivo (vegano), la presentazione di sei cani con storie molto particolari, e in attesa di incontrare qualcuno che possa regalare loro una seconda vita. Alla serata partecipano anche dog trainer dell'associazione. 
Vuoi conoscere tutti i migliori eventi nella tua città? Iscriviti alla newsletter!

  • LOCALI PARTICOLARI
  • EAT&DRINK

scritto da:

Maggie Ferrari

I miei ricci parlano per me. Scatenata e bizzarra la notte, frenetica e in carriera di giorno. Toglietemi tutto ma non i miei apericena in centro e la malinconia del weekend, quando mi manca Milano.

POTREBBE INTERESSARTI:

Te lo racconto io lo yoga. Wanderlust 108, ovvero come ho trovato la mia dimensione, divertendomi

L’unico Mindful Triathlon al Mondo. Cinque chilometri da percorrere correndo o camminando, una sessione di yoga e una di meditazione guidata.

LEGGI.
×