​Le 10 nuove tendenze che guideranno l’e-commerce nel 2021

Pubblicato il 26 marzo 2021 alle 07:12

​Le 10 nuove tendenze che guideranno l’e-commerce nel 2021

Nel 2020 i consumatori si sono rivolti sempre di più al digitale e le piccole e medie imprese hanno dovuto adeguarsi alle nuove richieste.

Come? Affiancando ai punti vendita fisici quelli online, alle vetrine le pagine e i profili social. Questa è solo una delle tante novità nel “fare vendita”; a dir la verità ormai prassi diffusa e in modo trasversale, per tutte le fasce d’età. Soprattutto, grazie alla maggiore flessibilità e praticità, molti trend 2020 si sono consolidati trasformando radicalmente le abitudini di acquisto dei consumatori e dando vita a una rivoluzione che continuerà anche nel 2021.

Ma quali possiamo ipotizzare saranno i 10 trend che caratterizzeranno l’e-commerce nel 2021?

1. La fidelizzazione, una sfida sempre più importante

Il primo semestre del 2020 è stato segnato da un boom di cyber-acquirenti: due milioni di italiani in più hanno utilizzato un servizio e-commerce. La sfida, in un contesto di continue limitazioni e chiusure, è capitalizzare questo bacino di nuovi clienti, fidelizzandoli.

2. L’esplosione del click & collect

Sempre in conseguenza delle limitazioni vigenti, il click & collect sarà il leitmotiv delle esperienze d'acquisto.

3. La fine del cash

Il cashless sarà sempre più predominante. Abitudini modificate, incentivi e comodità porteranno l'attuale 48% di italiani che hanno ridotto l'uso del contante a un solido 80% di clienti cashless only.

4. Il successo dei marketplace locali

La vicinanza e la volontà di sostenere i business locali hanno generato un grande cambiamento e crescita dei marketplace locali. I piccoli commercianti che si sono riuniti in mercati virtuali hanno registrato un volume di affari in crescita del 50% e trovato il plauso dei concittadini.

5. La crescita del re-commerce

Sano per l'ambiente e per il portafoglio, il 2020 è stato sotto il segno del re-commerce: due terzi degli italiani hanno comprato o venduto un prodotto di seconda mano. Un modello che si consolida e coinvolge anche brand tradizionali.

6. L’omnicanale diventa la norma

Ogni portale è diventato portone: ben il 92% degli italiani ha utilizzato diversi canali coordinati e intercambiabili per un acquisto (e-commerce, social, negozio fisico). L'esperienza ha conquistato quasi tutti e ora il 69% degli italiani online pretende un'esperienza d'acquisto senza ostacoli a prescindere dai canali d'acquisto.

7. Pagamento a rate, un nuovo standard

Consegna a domicilio, servizio post vendita e pagamento rateale anche per piccole cifre sono ormai dei must-have degli acquisti online.

8. Storytelling, la forza delle piccole imprese

Artigiani e piccoli commercianti sono le attività che animano e caratterizzano ogni paese e città: così, vedere le saracinesche chiuse per lunghi periodi ha risvegliato l'interesse dei consumatori verso i commercianti di prossimità e il 56% dei concittadini afferma di voler acquistare di più dai piccoli commercianti.

9. L’ iperconnessione dei consumatori

I prodotti da e-commerce non hanno più barriere: di necessità si è fatta virtù ed è esploso il trend di acquisto di prodotti "semplici" come alimentari e piccolo artigianato locale.

10. Microinterazioni

L'uomo è un animale sociale e ha nel DNA il bisogno di interagire: così, in un contesto di distanza fisica, diventa centrale il medium. Le micro interazioni online e il coinvolgimento emotivo sono la chiave di volta dell'e-commerce.

Foto di copertina di Austin Distel su Unsplash

  • NOTIZIE

scritto da:

Lisa Bartoletti

Mi piace vivere le mie passioni, ovvero la buona cucina, la musica e la mia vita a zonzo. E dopo averle vissute, ve le racconto.

POTREBBE INTERESSARTI:

La Commissione Ue ha dato parere favorevole alla registrazione del Prosek croato

Si preannuncia battaglia contro il vino bianco da dolce che proviene dalla zona meridionale della Dalmazia.

LEGGI.
×