​Le città al mondo da non perdere per i foodies. Modena e Bottura al terzo posto

Pubblicato il 9 maggio 2021 alle 08:41

​Le città al mondo da non perdere per i foodies. Modena e Bottura al terzo posto

Questo secondo la classifica mondiale di Viator.

Nella To Do List di un vero foodie, ovvio, l’Italia non può mancare, ma già da qualche anno a questa parte nella mappa internazionale dei luoghi sacri della cucina da visitare spicca Modena, e il motivo, ormai lo sappiamo tutti. Una ulteriore conferma arriva anche dalla classifica stilata da Viator, sito del brand TripAdvisor specializzato nella vendita e prenotazione di viaggi e esperienze per il tempo libero.

Spiega Cook del Corriere della Sera: “La città emiliana è stata inserita al terzo posto in una classifica che individua i posti più acclamati al mondo per la buona tavola. Tortelli, prosciutto e aceto balsamico, certo. L’emblema di una tradizione culinaria, la cui fama riecheggia nel mondo. Così come il valore e il prestigio de L’Osteria Francescana di Massimo Bottura. È questo il ristorante tristellato che Viator indica come tempio sacro della pasta. Da visitare assolutamente”.

Secondo posto per Parigi che per Viator: “… è la città dell’ispirazione e della spontaneità. Niente giri programmati, quindi. Al food lover si consiglia di lasciarsi affascinare da caffè e trattorie nei vicoli. Vino, pane e formaggio valgono già il prezzo del viaggio. Una sorta di antipasto prima di gustare i piatti dei grandi chef e le squisitezze di pasticceria. In particolare si raccomanda di fare una sosta al Dessance, nel quartiere del Marais”.

Podio a Tokyo, la città con più ristoranti stellati al mondo. “Essendo la città con il maggior numero di ristoranti a 2 e 3 stelle Michelin al mondo, è ricca di proposte culinarie di fascia altissima. Ma non devi necessariamente pagare tanto per un viaggio, e degustazioni, veramente raffinati”. I venditori ambulanti, infatti, sono una risorsa, sia per gli amanti del genere, sushi e dintorni, sia per chi è oculato nelle spese. “Vendono prelibatezze come takoyaki (polpette di polpo fritte), okonomiyaki (una specie di frittella-pizza) e yakitori (spiedini di pollo)”; spiega, a ragione, Viator.

Foto di copertina da video What is Food for Soul? .

  • NOTIZIE

scritto da:

Maggie Ferrari

I miei ricci parlano per me. Scatenata e bizzarra la notte, frenetica e in carriera di giorno. Toglietemi tutto ma non i miei apericena in centro e la malinconia del weekend, quando mi manca Milano.

POTREBBE INTERESSARTI:

​Il 18 giugno si celebra l’International Sushi Day

Uno dei piatti più amati dagli italiani, bambini compresi, e tra i più consegnati a domicilio in questo periodo di Pandemia.

LEGGI.
×