​Super Green pass dal 6 dicembre. Ecco le nuove regole per ristoranti e bar

Pubblicato il 25 novembre 2021 alle 11:19

​Super Green pass dal 6 dicembre. Ecco le nuove regole per ristoranti e bar

Il governo ha approvato il nuovo decreto sul Super Green pass. Cosa cambia?

Ecco la novità, prendere appunti. A partire dal 6 dicembre - e fino al 15 gennaio 2022 - ci saranno due tipi di Green pass. Quello rafforzato che otterranno solo i guariti da Covid-19 e i vaccinati. E quello “base”, che servirà per andare a lavorare e per recarsi nei negozi per i servizi essenziali. 

Ristoranti e bar e l’app di verifica C19

Da lunedì 6 dicembre l’app Verifica C19 distinguerà tra chi ha il Green pass base e chi quello rafforzato. E darà l’ok solo a questi ultimi. 

Come si ottiene il Super Green pass?

Il Green pass rafforzato si ottiene con la vaccinazione o con il certificato di avvenuta guarigione. La validità è ridotta da 12 a 9 mesi. E il conto ripartirà quando al cittadino sarà somministrata la terza dose o booster. 

Cosa si può fare, invece, con il  Green pass base?

Il Green pass base si otterrà con i tamponi molecolari e la sua validità rimane a 72 ore, mentre per gli antigenici si rimane a 48 ore. Senza Super Green pass si potranno continuare a frequentare i locali all’aperto oppure andare al bar per fare colazione in piedi al banco o acquistare cibo o bevande da asporto. Le stesse regole saranno valide in zona gialla e arancione. In zona rossa invece tutto chiuso e solo asporto.

I nuovi obblighi e divieti

La novità è che i divieti per i No vax scattano anche in zona bianca. Chi non è vaccinato non potrà quindi accedere a bar, ristoranti al chiuso, palestre, cinema, teatri, discoteche, spettacoli e cerimonie. Il certificato rafforzato sarà anche necessario per entrare in sale da ballo e discoteche. 

La mascherina

Niente obbligo di mascherina all’aperto: la norma continuerà a scattare soltanto in zona gialla. In questa area e in quella arancione i divieti scatteranno soltanto per i non vaccinati. 


Foto di copertina ristorante Covid
 

  • NOTIZIE

scritto da:

Maggie Ferrari

I miei ricci parlano per me. Scatenata e bizzarra la notte, frenetica e in carriera di giorno. Toglietemi tutto ma non i miei apericena in centro e la malinconia del weekend, quando mi manca Milano.

POTREBBE INTERESSARTI:

​Il 21 gennaio si celebra la Giornata mondiale degli abbracci

E anche quest’anno avrà un significato diverso e sentito in tutto il mondo, a causa della pandemia di Covid che ci impedisce di abbracciare le persone alle quali vogliamo bene.

LEGGI.
×