​I migliori ristoranti al mondo 2021: i premiati della World's 50 best restaurant

Pubblicato il 6 ottobre 2021 alle 10:00

​I migliori ristoranti al mondo 2021: i premiati della World's 50 best restaurant

La Danimarca detta le regole della cucina mondiale, ma l’Italia c’è.

Se parliamo di “migliori ristoranti nel mondo” la classifica a lanciare le tendenze è una e una sola: “World’s 50 Best Restaurants”. La rivista Restaurant Magazine organizza il premio dal 2002 e incorona i migliori cento ristoranti al mondo.

Si tratta di una hit list “da brivido”, quella che, per intenderci, ha donato lo scettro per quattro anni consecutivi a El Bulli di Ferran Adrià, conferendogli una notorietà planetaria. La prestigiosa classifica è compilata dall'Accademy, un gruppo composto da oltre 800 leader internazionali nel settore della ristorazione.

E quest’anno la classifica – proclamata ad Anversa - vede un dominio danese, primo e secondo posto. Il ben noto René Redzepi si era preso una pausa, ma appena tornato… non ce n’è per nessuno, pare il caso di dirlo. Già vincitore nel 2010, 2011, 2012 e 2014, eccolo in cima al podio per la quinta volta. Seconda posizione per Geranium; terzo Asador Extebarri nei Paesi Baschi. 

Un piatto di Noma:  "Warm berry salad with elderflower sauce"

La Top 10

1. Noma
Copenhagen, Denmark

2. Geranium
Copenhagen, Denmark

3. Asador Etxebarri
Atxondo, Spain

4. Central
Lima, Peru

5. Disfrutar
Barcelona, Spain

6. Frantzén
Stockholm, Sweden

7. Maido
Lima, Peru

8. Odette
Singapore

9. Pujol
Mexico City, Mexico

10. The Chairman
Hong Kong, China

Gli italiani 

L'Italia non si ferma, sono ben quattro gli chef italiani in classifica, ovvero: Riccardo Camanini del Lido 84 (Gardone Riviera) che entra direttamente alla 15esima posizione dalla 78esima del 2019, aggiudicandosi il premio “Highest new entry”.

Il ristorante Lido 84


Niko Romito balza dal 51esimo posto del 2019 al 29esimo di quest’anno, Massimiliano Alajmo sale di cinque posizioni, dalla 31esima alla 26esima, mentre Piazza Duomo di Enrico Crippa sale dalla 29esima alla 18esima posizione.

Massimiliano Alajmo de Le Calandre


15. Lido 84 - Italia
18. Piazza Duomo - Italia
26. Le Calandre - Italia
29. Reale - Italia

Niko Romito

Gli altri premi

Durante la cerimonia è stato consegnato anche il premio al miglior pastry chef, Will Goldfarb, del Room 4 dessert di Bali. Icon Award alla chef tre stelle Michelin di San Francisco Dominique Crenn, mentre il premio One to watch va all’Ikoyi di Jeremy Chan e del suo socio Iré Hassan Odukale. 


Foto dalla pagina Facebook del Noma e di Alajmo di Lido 84 e di Casadonna Reale
In copertina una foto del team di Noma dalla pagina facebook del ristorante. 

  • NOTIZIE

scritto da:

Maggie Ferrari

I miei ricci parlano per me. Scatenata e bizzarra la notte, frenetica e in carriera di giorno. Toglietemi tutto ma non i miei apericena in centro e la malinconia del weekend, quando mi manca Milano.

POTREBBE INTERESSARTI:

​Le mitiche Cesarine lanciano la loro prima linea di prodotti made in famiglia

Ricette antiche, materie prime di qualità e preparazioni rigorose per portare sulle tavole di tutto il mondo specialità come il ragù bianco di cortile, il friggione bolognese e la marasca.

LEGGI.
×