Milano è la prima "città anti-spreco" in Italia

Pubblicato il 12 marzo 2021 alle 19:32

Milano è la prima "città anti-spreco" in Italia

Due milioni di magic box in 2 anni: Too Good to go si espande a Milano

È Milano la prima “città anti-spreco” in Italia con più di 1.200 esercizi commerciali aderenti all'iniziativa di Too good to go e più di 2000 magic box vendute in due anni.
Fin dalla sua prima apparizione a Milano, l'app anti-spreco Too Good To Go, ha macinato ottimi risultati e la sua rete di attività aderenti è in continua espanzione.

Le stime dei primi due anni in Italia

Too Good to Go celebra proprio questo mese due anni dall’arrivo in Italia e coglie l’occasione per tirare le somme della propria attività a Milano, la prima città ad attivarsi per contrastare gli sprechi di cibo nella penisola.

Da marzo 2019, l'app ha raggiunto traguardi importanti, con la conquista di due milioni e mezzo di utenti e due milioni di Magic Box vendute in tutto il Paese. Appena arrivata in Italia, l’app ha iniziato subito la propria scalata alla conquista della città metropolitana di Milano e conta ad oggi più di 1.200 esercizi commerciali che aderiscono al progetto per dare nuovo valore al proprio invenduto, grazie ai quali sono state vendute tramite l’app più di 350.000 Magic Box solo in città.

Le nuove insegne aderenti su Milano 

L'app conquista molte insegne arci-note in città e super amate dalla pasticceria Panarello e Baunilla, al gruppo di locali GŪD Milano, al brand ristorativo della pasta Miscusi. 
Poi Gelsomina, con la sua offerta di dolci artigianali nel cuore della città; la catena di Sushi Delivery This is not a sushi bar, che per prima ha portato a Milano la consegna a domicilio della cucina giapponese di alta qualità; e Pasticceria Martesana, punto di riferimento ormai storico in città per le sue creazioni dolci e non solo.

Senza dimenticare alcune realtà diffuse in Italia e all’estero, che hanno preso parte al progetto con i propri punti vendita di Milano, come la catena di caffetterie 12oz Coffee Joint e la sua proposta di bevande, donut e tramezzini; Cioccolatitaliani, che offre gelati, dolci e tavolette di cioccolato; Fratelli la Bufala, con piatti della tradizione campana e focus sui prodotti di bufala; Conad, che nei sacchetti anti spreco mette a disposizione sia cibi freschi che confezionati; Decathlon, con la sua offerta di barrette, bevande energetiche e alimenti proteici; Venchi, azienda specializzata in gelato e cioccolato in tutte le sue forme; IKEA Italia, che inserisce nelle Magic Box i prodotti alimentari tipici della catena svedese e Alice Pizza, con un’ampia selezione di pizze al taglio. 

Come funziona Too Good to Go 

Grazie all’app, infatti, i commercianti possono inserire la disponibilità di box, senza specificare che tipo di prodotti saranno presenti all’interno, basandosi sugli invenduti della giornata. Dall’altro lato, gli utenti, accedendo all’app dal proprio smartphone e geolocalizzandosi per individuare i locali aderenti più vicini, hanno l’occasione di acquistare il proprio sacchetto di prodotti invenduti a un terzo del prezzo originale pagando direttamente tramite app ed evitando così lo scambio di cartamoneta. Il ritiro della propria Magic Box avviene in negozio nella fascia oraria selezionata - generalmente poco prima della chiusura, evitando così i momenti di massima affluenza.

La mission

Una missione volta a un unico obiettivo: contrastare lo spreco alimentare per la salvaguardia dell’ambiente. Infatti, ogni pasto salvato grazie all’app permette di risparmiare 2.5 Kg di CO2; un modello virtuoso, quindi, che fino ad oggi ha permesso ai cittadini milanesi di evitare l’emissione in atmosfera di 875 tonnellate di CO2.

Afferma Eugenio Sapora, Country Manager Italia di Too Good To Go: “Siamo orgogliosi di aver raggiunto successi così importanti a Milano, proprio perché per noi questa città rappresenta l’inizio di un grande percorso nato solamente due anni fa e che ci ha già portato molte soddisfazioni. Poter contare, inoltre, su alcuni dei nomi più rilevanti presenti città, che si sono uniti con entusiasmo alla nostra lotta contro lo spreco alimentare, ci dimostra quanto i negozianti e i cittadini milanesi abbiano accolto con positività la nostra missione”.

L’obiettivo per il 2021 è quello di continuare l’espansione dell’app, raggiungendo per fine anno i 2.000 partner attivi, che consentiranno di essere capillari su tutto il territorio milanese ma senza dimenticare l’hinterland, che a sua volta vedrà un incremento di attività nei prossimi mesi.

Conclude Eugenio Sapora: “Puntiamo ad offrire a tutti, sia esercenti commerciali che cittadini, uno strumento efficace, facile e veloce contro gli sprechi alimentari”. 

  • NOTIZIE

scritto da:

Irene De Luca

Agenda, taccuino, registratore e macchina fotografica. Attenta alle nuove tendenze ma pur sempre “old school inside", vago alla ricerca di ispirazioni, di colori, di profumi nuovi per raccontare una Milano che poi tanto grigia non è.

POTREBBE INTERESSARTI:

Bauli in piazza, la manifestazione nazionale del settore spettacolo ed eventi

Sabato 17 aprile, in Piazza del Popolo.

LEGGI.
×