Djària è un american bar con cucina dove poter assaggiare cocktail creativi, birre alla spina e in bottiglia, hamburger, pastrami e altre specialità dagli States. Nel locale che si affaccia su via dei Serragli spicca l’ampio bancone dove si può ordinare qualcosa da mangiare tra un drink e l’altro. La domenica, in via eccezionale, Djaria è aperto la mattina per il brunch.

Cocktail, birre & fantasia

I cocktail di Djària brillano per creatività. Si ritrova il tocco di Nicolò, il titolare: ama consigliare sempre nuove varianti. Ecco perché merita sedersi al bancone e farsi guidare da lui nella scelta. Potreste assaggiare la sua versione dell’Old Fashioned, il Django Fashioned con bourbon whiskey lavato con burro d’arachidi, bitter ai frutti rossi, caramello aromatizzato all’arancia e liquore al bergamotto. Un cocktail dal sapore particolare che rende omaggio al celebre panino con burro d’arachidi e marmellata tanto amato dagli americani.

Le birre, invece,  sono la passione di Sarah, la moglie di Nicolò, arrivata cinque anni fa da Baltimora. La proposta di lattine e bottiglie è accattivante e la scelta non facile. Come per i cocktail vale la pena farsi consigliare.

La sera, per il dopocena, si può scegliere tra circa 150 etichette di gin, whisky, rum e altri liquori e distillati e chiudere la giornata in bellezza.
Per il brunch ci sono varie versioni del bloody mary e per chi ama divertirsi anche a tavola c’è il gin fizz. Proprio per la gran voglia di differenziarsi dagli altri locali, da Djària non vengono proposti lo spritz e il caffè.

L’hamburger che non ti aspetti

In menu ci sono tanti piatti della cucina americana. L’hamburger per chi ama la carne è speciale, anzi “The usual” per citare la versione più classica e soprattutto apprezzata dalla clientela. Merito di un taglio di carne ad hoc.

Tra gli antipasti spiccano fried pickles, chicken wings e baked potato, tra i sandwich il pulled pork e il pastrami. Insomma una bella proposta che si arricchisce la domenica di piatti del brunch come le eggs benedict.

Un locale dove si respira aria di casa

Nicolò e Sarah quando hanno cominciato a pensare all’apertura del locale hanno immaginato un luogo che potesse piacere ad entrambi. Per chi ama uscire, bere e mangiare all’americana e con Djària la missione si può dire compiuta.

La singolare origine del nome

Djària è nato per caso: è l’unione dei nomi dei cani della coppia: Django e Aria. Il risultato è Djària, dove la D è muta e non si pronuncia. Con questa premessa quasi inutile sottolineare che il locale è dog friendly.

  • RECENSIONE
IN QUESTO ARTICOLO
  • Djària

    Via Dei Serragli 100/R, Firenze (FI)

POTREBBE INTERESSARTI:

Ti spiego perché la marijuana light si usa per il relax

Sempre più persone ne fanno largo uso per rilassare corpo e mente. Ma cos'è veramente la pianta che in America sta facendo parlare di una vera e propria “green rush”, la corsa all'oro verde? Un esperto del settore fa il punto della situazione in Italia e ce ne spiega i benefici.

LEGGI.
×