Lamb and Flag di Oxford non sopravvive alla crisi. Aveva 450 anni

Pubblicato il 2 febbraio 2021 alle 16:33

Lamb and Flag di Oxford non sopravvive alla crisi. Aveva 450 anni

Era il pub degli studenti: gestito dal St John's College finanziava le borse di studio. Dopo 450 anni di storia, il locale frequentato da Tolkien chiude per non riaprire più

Ha superato guerre, carestie ma non è sopravvissuto al Covid19. Il The Lamb and Flag di Oxford era più di un locale: era parte integrante della storia della città universitaria. Gestito da uno dei college della città, il St John's College, andava a finanziare con i suoi proventi le borse di studio degli studenti più meritevoli. E ora, dopo 450 anni di grande storia (che lo vede anche fra i locali frequentati dallo scrittore J.R.R. Tolkien e dall'amico C.S. Lewis) il The Lamb chiude le sue porte per non riaprirle più. 

In questi 450 anni di storia il The Lamb ha visto passare fra i suoi tavoli milioni di studenti, intellettuali, passanti, turisti, persone che trovavano al suo interno un luogo caldo dove gustare una buona cucina da pub e bere qualcosa fra una chiacchiera e l'altra. Era proprio questa la sua peculiarità: non si proponevano eventi musicali o serate. Al Lamb si andava per stare insieme e chiacchierare in serenità. Il Covid19, con le dovute misure restrittive che sono seguite anche in Inghilterra, ha messo in ginocchio quella che era una vera e propria istituzione a Oxford. Secondo alcune testimonianze, il locale era frequentato anche da due fra i più grandi scrittori a cavallo fra '800 e '900: J.R.R. Tolkien de “Il Signore degli Anelli” e dal suo amico C.S. Lewis noto per "Le cronache di Narnia".

Unanime il cordoglio da parte del mondo della ristorazione e politico britannico che non vogliono perdere un luogo storico come questo e invocano nuove forme di tutela  e aiuti per i pub, come si apprende nell'articolo di oxfordmai.co.uk. disponibile qui

Photo Credits: Wikipedia 

  • NOTIZIE

scritto da:

Irene De Luca

Agenda, taccuino, registratore e macchina fotografica. Attenta alle nuove tendenze ma pur sempre “old school inside", vago alla ricerca di ispirazioni, di colori, di profumi nuovi per raccontare una Milano che poi tanto grigia non è.

POTREBBE INTERESSARTI:

Pasqua blindata: gite fuori porta a rischio

Gli italiani non partono e il settore turistico (sorpattutto gli agriturismi) patiscono

LEGGI.
×