Dove restano aperti i ristoranti in Italia: le nuove zone arancioni

Pubblicato il: 9 novembre 2020

Dove restano aperti i ristoranti in Italia: le nuove zone arancioni

Non si può certo dire che la divisione stabilita lo scorso mercoledì 4 novembre sia durata a lungo. Pochi giorni dopo ecco che cinque nuove regioni fanno il salto dalla zona gialla alla zona arancione. Sono Abruzzo, Liguria, Umbria, Toscana e Basilicata. Da gialla ad arancione cambiano un sacco di cose ma soprattutto cambia che i ristoranti ed i bar rimangono definitivamente chiusi e aperti solo per il servizio di delivery e di asporto.  Il passaggio ufficiale di "zona" sarà ufficiale da mercoledì 11 novembre. 
Per la Campania la decisione se passarla da gialla ad arancione è rinviata a martedì 10 novembre. 
Nelle regioni gialle le regole rimangono invariate con l'apertura dalle 5 del mattino alle 18. 

Ecco la mappa delle regioni ad oggi, lunedì 9 novembre

Regioni rosse (ad elevato rischio)
Calabria, Lombardia, Piemonte e Valle d’Aosta, Alto Adige

Regioni arancioni (con criticità medio alta)
Puglia e Sicilia, Toscana, Umbria, Basilicata, Abruzzo, Liguria

Regioni galle 
Campania, Emilia-Romagna, Veneto, Lazio, Marche, Molise, Sardegna, Friuli Venezia Giulia, Trentino


Foto di  Marcel Strauß su Unsplash



 

  • NOTIZIE
POTREBBE INTERESSARTI:

Sharper night 2020: la Notte Europea dei Ricercatori è online

27 e il 28 novembre novembre, per la notte europea dei ricercatori, si terranno oltre 500 appuntamenti da 13 città a cui parteciperanno più di 700 ricercatori e oltre 100 istituzioni culturali

LEGGI.
×