In pieno centro a Verona, c’è un locale che ha una delle più belle viste sulla Basilica di San Zeno e durante l’estate è un vero toccasana, soprattutto quando il caldo non dà tregua. La sua posizione all’ombra dei grandi alberi della piazza, lo rende un ottimo pit stop per una pausa sfiziosa, un drink o anche solo per un caffè per ammirare la facciata della bella basilica, oppure per il brunch in relax della domenica. Il Localino è un’osteria moderna, un bistrot, un winebar, ma anche una caffetteria e qualcosa di più. Al timone ci sono Susi e Dario, che hanno saputo ridare vita a questo locale storico in pieno centro a Verona, nel quartiere di San Zeno, portando un po' di freschezza alla piazza.

Dove


In Piazza Pozza al civico 19, in uno dei quartieri più amati dai veronesi, il Localino si trova in una posizione ottimale, fuori del caos turistico, ma molto vicino alle zone più gettonate, con vista sulla maestosa Basilica di San Zeno Maggiore. I tavoli all’ombra degli alberi sono un punto perfetto per godersi il panorama.

Che cos’è


Susi e Dario, i due giovani proprietari non amano le etichette, ma se proprio si volesse definire il loro Localino, forse la parola perfetta sarebbe osteria moderna, dove alla tradizione si porta rispetto, ma si strizza l’occhio anche al nuovo, mescolando ingredienti, sapori e profumi diversi. Ad esempio ti potrà capitare di trovare nel menu le acciughe, un sapore del Veneto, ma qui sono del Cantabrico con pane ai cinque cereali, burro e cip in agro. Aperto tutti i giorni dalla prima mattinata a mezzanotte, il Localino va bene per ogni momento della giornata, dalla colazione al dopocena. Fino all’inizio del 2019, questo locale era occupato da un’osteria storica, frequentato per lo più da gente del posto, compresi Susi e Dario, che decisero di acquistare, quando la vecchia proprietà mise tutto in vendita. Da quel momento, è iniziata la storia del Localino come attualmente lo conosciamo oggi.

Cosa si mangia

 


Di certo non ci annoia mai qui, i piatti seguono le stagioni e cambiano spesso sotto l’estro di Susi e Dario. Più che un menu, quello del Localino è un viaggio tra combinazioni insolite di sapori e vecchie ricette, anche per differenziare un po' la proposta culinaria veronese. Non manca mai qualche piatto vegetariano. Per esempio potresti trovare la crema di carote con croccante al timo. I piatti si leggono anche sulla lavagna insieme alle proposte di carne e pesce, per soddisfare le esigenze e i desideri di tutti. Ci sono dei classici che restano tutto l’anno e altre portate che, invece cambiano. Tutto è dinamico e mai scontato. Ad esempio ti potrà capitare di trovare le polpette, qui al Localino sono una questione seria e la ricetta è una dedica d’amore per la nonna. Le trovi rigorosamente di carne macinata di maiale, manzo e vitello. A questi ingredienti aggiungono prezzemolo, latte, pane, aglio, sale e pepe. Impastate, modellate e poi cotte nel sugo di pomodoro, creato con tre tipologie di pomodoro. Un piatto che profuma intensamente di casa. Oppure potresti trovare piatti di pasta come il linguino con rifermento di birra o il pacchero rigato Mancini, con il mare del Localino. Per i carnivori, noi consigliamo la tartare di Fassona Piemontese, adornata con crema di mango, furikake di cipolla fritta e sesamo. “Dulcis in fundo”, come scrivono Susi e Dario sul menu, c’è sempre un dolce della casa, fatto direttamente da Susi.

Cosa si beve


Anche il vino è una selezione attenta di Susi e Dario. Al Localino si bevono etichette locali e birra artigianale. Qui, ci sanno fare, non ti alzi mai scontento, che sia per uno spumante con metodo classico, un blend di Pinot Nero, o un bicchiere di qualche etichetta particolare, la cosiddetta “bollicina misteriosa”, consigliata per abbinare il piatto giusto e anche perchè no, sorprenderti. La carta dei vini, sempre scritta alla lavagna, cambia con la stessa frequenza del menù. Anche birre e amari si alternano e, tra le proposte, non mancano produzioni locali della Lessinia, un po’ più particolari e quelle di nicchia. Se sei un appassionat* di Gin, al Localino, si possono scegliere tra più di venti tipi diversi. I cocktail cambiano a rotazione e sono circa sei alla volta. Uno dei best seller è Il Localino, ovvero quello della casa, con lampone fresco e vodka.

Non mancano le proposte per l’aperitivo, da abbinare a taglieri di formaggi e salumi di produzione dell’agriturismo Grippi.

Chi viene


Qui al Localino, tira aria di relax e il sottofondo musicale suona sempre le note giuste. Anche la playlist, cambia e ruota secondo l’estro del momento della giornata, più rockeggianti per l’aperitivo, meno aggressive per la cena e la colazione. Qui chiunque è il benvenuto, si trovano gli affezionati del Localino, non mancano i turisti, ma questo locale, è frequentato per lo più dai local. Perchè scegliere il Localino Si torna sempre al Localino, un pò per la location, un pò per per il sorriso e l’accoglienza di Dario e Susi, per curiosare le nuove proposte e esplorare cosa c’è di nuovo nel menu. La cosa bella del Localino è che, non manca mai, la possibilità di poter fare anche “quattro ciacole” (quattro chiacchiere), come si dice in dialetto veronese, con Dario e Susi sul menu, perchè qui te lo raccontano come se fosse una storia. Sanno sempre darti il consiglio giusto, sanno sempre come guidarti anche in base alle tue voglie, se sei indecis* o semplicemente curios*. A noi questo locale piace, perchè ci si sente come a casa e da qualche chiacchiera sul menu non è poi così banale, se la volta dopo ti salutano chiamandoti per nome.

Il Localino
Piazza Pozza,190 - Verona
Telefono: 0452218730
 

  • RECENSIONE
  • BISTROT
IN QUESTO ARTICOLO
×