I maghi della mixology in Città Studi: in quali locali scovarli

Pubblicato il: 14 ottobre 2019

I maghi della mixology in Città Studi: in quali locali scovarli

Dove bere un drink mai banale con la giusta dose di creatività

Un po’ è colpa della moda che plasma tendenze e modifica addirittura i termini. Il vecchio buon barman diventa il bartender, molto più cool, in caso di donna, resta in vigore il classico “barlady”. Una volta miscelavano solamente i vari spiriti e amen. Adesso, invece, sono degli artisti e la loro abilità si plasma nel macrocosmo mixology, con tanto di messa in scena coreografica. Inutile pensare di darne una definizione enciclopedica, sarebbe fatica sprecata. Quello che è dato sapere riguarda la passione che i bartender mettono in ogni piccola grande creazione, perché questo è il drink che stai per bere, con il giusto bilanciamento tra tecniche moderne ed ingredienti originali, sempre lasciando la creatività libera di galoppare. Proprio come fa ogni artista che si rispetti. Mi sono un fatto un giro in Città Studi, alla scoperta di quei locali dove scovare i maghi dell’arte mixologist dietro al bancone. Ecco dove bere un cocktail miscelato come Dio comanda.

Cristian Lodi

Passare al Milord, in piazza Bernini, dietro Piola, è sempre un piacere. Sarà per la vasta selezione di scotch whisky ma anche per assaggiare una creazione della nuova drink list. E in questo caso il merito è tutto di Cristian Lodi, il deus ex machina del locale che per sfornare i 10 nuovi signature si è ispirato ad un fumetto. Ogni drink è raccontato con 5 o 6 vignette, le suggestioni sono quelle dei Bar Awards 2018, e per convincersene basta assaggiare un “Ruby goes to Bar Awards”, miscelato con lime, sciroppo al bergamotto, gin Portobello Road, liquore Strega, albumina e spolverata di Ruby Chocolate. Il vero tocco di classe, quasi una magia.
Milord - piazza Bernini 3, Milano - tel. 02.36737141

Matteo Ciammella

Ci spostiamo in via Eustachi, all’Atmosphere Pub. L’ultima volta ci sono passato un mesetto fa e mi sono bevuto, con una certa soddisfazione, un Talisker Port Ruighe: non certo introvabile ma una referenza meno scontata dello Skye, che mette in mostra una selezione di malto di assoluto rispetto. Dietro al bancone c’è Matteo Ciammella, che con sapiente mano è pronto a miscelare uno dei drink assolutamente creativi della lista. Merita anche la selezione di birre artigianali. Qualità dei cocktail e clima easy lo fanno diventare un’ottima scelta per bere una sciocchezza dal martedì al sabato.
Atmosphere American Pub - via Eustachi 15, Milano - tel. 328.9043633

Riccardo Corbetta

Torniamo nel cuore pulsantissimo di Città Studi, piazza Leonardo da Vinci, all’Harp Pub. È qui da più di quarant’anni, tra le mete più rifornite in città in fatto di whisky e luogo da annoverare tra quelli del “bere bene”. La magia dell’arte mixologist si rinnova grazie a Riccardo Corbetta, che instancabile agita con maestria lo shaker dietro al bancone di legno per dar vita ad uno dei suoi signature. La lista è completamente homemade, con collaborazioni e contaminazioni d’autore tra artisti mixologist della piazza meneghina.
Harp Pub Guinness - piazza Leonardo da Vinci 10, Milano - tel. 02.36686194

Luca Marcellin

Tre anni fa Luca Marcellin ha aperto Drinc., in via Plinio. In occasione del terzo compleanno, festeggiato a luglio, è cambiata anche la Drinc. list. Il locale è semplice ma con un’aria chic, frutto della perfetta alchimia, giusto per restare un tema mixologist anche sul fronte design, di uno stile industrial e un po’ vintage. Bottigliera di qualità da cui si attinge per miscelare una ventina di cocktail della casa.
Drinc. - via Plinio 32, Milano - tel. 333.9984815

Riccardo Campagna

Anima eco-chic e drink di livello. Tra i punti di forza del BaoBar ci sono i cocktail che diventano l’occasione per assaporare l’arte mixologist di Riccardo Campagna. Tutto parte da qui, dalla proposta beverage, attorno alla quale si costruisce tutto il resto: food, arte, muisica e divertimento. Una sicurezza, da sempre.
BaoBar - via Eustachi 24, Milano - tel. 02.87398693

Nicolò Barbisotti

Chiudiamo il tour in via Corti, al Lo-Ju Lounge Bar. Zona tranquilla di Città Studi, il bartender è Nicolò Barbisotti che esaudisce le richieste dei clienti con il giusto tocco di creatività per dar vita a cocktail mai banali. Bottiglieria fornitissima con una selezione di 270 gin, 80 rum Premium e oltre 100 birre artigianali in bottiglia.
Lo-Ju Lounge Bar - via Corti 9, Milano - tel. 327.228 0272

Foto di copertina di Salvatore Pollara per Milord Milano

  • BERE BENE

scritto da:

Fabrizio Arnhold

Il trucco per un buon aperitivo o una cena perfetta? Scegliere il posto giusto. Vi racconterò i miei locali preferiti, ma sempre con spirito critico, senza mai dimenticare che a Milano c’è tutto quello di cui si ha bisogno. Basta saper scegliere.

IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

Le migliori pasticcerie d'Italia 2020: la wishlist dei dolci, ecco i premiati

Esattamente... perché tra bignè, macaron, torte e semifreddi l'ingordigia è in agguato.

LEGGI.
×