Chiunque ami i club sandwich, gli hamburger gourmet e la birra artigianale non può marcare all’Ink Pub di Roncade. In questo fresco e giovane locale, perfettamente disegnato e arredato alla stregua di un american diner dei favolosi anni ’50, batte forte il cuore della qualità. Qualità nel food e nel beverage, nel take away e nel delivery-at-home, nell’ambiente e nel servizio. E poi nei concerti live: sì, perché quando questo oscuro momento storico volgerà finalmente al termine, l’Ink Pub tornerà a proporre gli eventi dal vivo che l’hanno reso famoso. Concerti acustici d’ogni genere, dal folk al country, dal rock al blues, per i quali l’Ink vanta una saletta ad hoc al piano superiore. Una saletta destinata a far ancor più la differenza quando appunto tornerà possibile usufruirne. Nel frattempo, possiamo sbizzarrirci con le leccornie gourmet del menù: da colazioni dolci e salate a club sandwich e hamburger con varianti vegan per ogni tipologia di snack. Un menù che oggi è davvero il top anche per l’asporto e la consegna a domicilio, volendo ben oltre Roncade.


Partiamo da quello che forse è il più grande plusvalore che Ink Pub presenta rispetto a diversi competitor: l’assortimento di club sandwich. Detta così parrebbe quasi una banalità, ma parliamoci chiaro: in un momento storico dove questa tipologia di locale si concentra perlopiù sul magico mondo dell’hamburger gourmet, il caro vecchio club sandwich viene poco “attenzionato” dalla fantasia delle cucine. Ed è un vero peccato, perché qui in Veneto il “club” è sempre stato il principe degli snack espressi, e vivaddio lo rimane anche oggi, per tutti coloro che non abbiano voglia di spararsi 200 grammi di carne macinata. Qualche esempio?
Il club “Rockabilly”: a base di pane bianco, salsa guacamole fatta in casa, formaggio Asiago, cappuccio rosso, pomodorini secchi, melanzane e chiodini freschi, la specialità della casa. Il  “Pin-Up”: con pane ai cereali, fesa di tacchino, formaggio spalmabile, pomodorini confit, uovo e lattuga, una delizia in perfetto equilibrio tra gusto e leggerezza. Il “Pink is not Dead”: nome che è tutto un programma, a base di pane ai cereali, salmone affumicato, formaggio spalmabile, zucchine, misticanza, uovo e salsa guacamole servita a parte… Non si può descrivere, va provato!


Ma veniamo agli hamburger, su cui sorvolare sarebbe delittuoso: protagonisti assoluti del grande successo con il servizio d’asporto (e di delivery-at-home) proposto dall’Ink Pub durante il lockdown e divenuto poi uno dei suoi punti di forza nel corso del 2020, gli hamburger gourmet rappresentano un po’ il trionfo della golosità senza compromessi. Agli appetiti più insaziabili, lo chef consiglia un impegnativo “Nowzaradan”, con pane al sesamo, doppio hamburger di scottona da 200 gr, formaggio, pancetta e lattuga;  per  stomaci più normali ma palati altrettanto gourmet, c’è ovviamente anche il classico “Samuel”, fatto con pane al sesamo, hamburger di scottona da 200 gr., formaggio, pomodoro, cipolla e lattuga. Malgrado il travolgente successo del take away, qualche proposta dell’Ink Pub viene riservata in esclusiva agli avventori del locale. E’ il caso del fishburger “Marilyn”, a base di pane nero al carbone vegetale con sesamo, burger di salmone da 120 gr., salsa guacamole, scamorza affumicata, cipolla di Tropea, misticanza e pomodoro. Troppo, troppo buono per proporlo in asporto: questa è l’esca che l’Ink Pub custodisce gelosamente nei segreti della sua cucina, l’irresistibile asso pigliatutto con cui conquistare nuova clientela cui far scoprire la genuina bellezza a stelle e strisce del locale.


Parliamo di birra? Parliamo di birra. La più grande passione del giovane e frizzante titolare, figlia della sua iperattività: qui, infatti le birre alla spina ruotano con la stessa velocità di quelle in bottiglia. Tu vieni all’Ink e sai sempre che scoprirai qualcosa di nuovo. Dai birrifici italiani pià sconosciuti alle referenze più strampalate in giro per il mondo. E quando tornerà possibile, potrai venire all’Ink Pub anche per degustazioni guidate di malto e luppolo. Fantastico!


 

  • RECENSIONE
  • PUB
IN QUESTO ARTICOLO
×