Bari è una città unica: parola di Vito Catucci Il creatore di Voglia Matta parla della sua città e...

Pubblicato il 7 agosto 2022

Bari è una città unica: parola di Vito Catucci Il creatore di Voglia Matta parla della sua città e...

Il creatore di Voglia Matta parla della sua città e dell'incredibile salto in avanti compiuto come meta turistica (complice anche il cibo)

«Bari è una città unica ed è bello che anche chi viene da fuori se ne stia accorgendo». Per chi qui c'è nato e cresciuto come Vito Catucci, lo stupore potrebbe non balzare subito agli occhi. Ma nell'ultimo decennio il capoluogo della Regione Puglia ha stregato registi, artisti e soprattutto turisti, che hanno smesso di trattarla come punto di passaggio, trasformandola in meta di viaggio. Cosa è successo? Ce lo spiega il creatore di Voglia Matta.

Vito Catucci, cos'è successo alla nostra bella Bari?
Da barese, posso dire che la città è cresciuta tantissimo. Dal nostro punto privilegiato in Corso Vittorio Emanuele, dove io e la mia famiglia lavoriamo da 12 anni, abbiamo osservato un'evoluzione importante, dovuta all'impegno dell'amministrazione, che ha rivalutato il centro storico e impresso un cambio di passo nell'approccio ai turisti.

Come si è riflesso questo cambiamento sul vostro lavoro?
Abbiamo iniziato a vedere clienti provenienti dal Nord Italia, che scoprivano Bari per la prima volta. Ma c'è ancora qualcosa che manca.

Cosa?
Il prossimo passo è permettere l'accesso al mare anche in città. Con il progetto approvato sul lungomare, una volta iniziati e terminati i lavori, la nostra diventerà una città unica. Anche perché a me non viene in mente nessun'altra città che abbia tutto ciò che abbiamo noi, dal paesaggio alla cultura, passando naturalmente per il cibo.

A proposito, quali sono i piatti da non perdere a Bari?
Al primo posto metto il nostro panino col polpo, seguito dalle orecchiette al sugo di braciole, riso patate e cozze, il panzerotto, la focaccia, gli spaghetti all’assassina e il crudo di mare, da mangiare anche al famosissimo Nderr alla lanz.



Quali sono invece le esperienze da non perdere?
Bisogna assolutamente visitare l'Arco Basso e conoscere le simpatiche signore delle orecchiette. Di là, si può visitare la città vecchia e la splendida cattedrale di San Nicola, per poi spostarsi al Chiringuito. Per fortuna, il clima permette escursioni per dieci mesi all'anno.

Qual è il momento migliore dell'anno per visitare Bari?
Luglio e agosto sono caldi, ma perfetti per mettere insieme anche il mare.

Progetti per il futuro?
Abbiamo in cantiere un progetto che fonderà la cucina asiatica con le nostre origini pugliesi. Manca davvero poco...

Voglia Matta  - Corso Vittorio Emanuele 40a/42, Bari. T: 3450618692

  • GLI ADDETTI AI LAVORI
  • STREET FOOD

scritto da:

Stefania Leo

Giornalista e appassionata di cibo, amo vedere e raccontare tutte le storie che si intrecciano in un piatto. Cucino, leggo e non mi fermo davanti a nessun ingrediente sconosciuto: è solo il punto di partenza per un nuovo viaggio gastronomico.

IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

10 consigli per un’estate sostenibile e contro lo spreco di cibo

Se lo spreco alimentare venisse ridotto del 50% entro il 2100, si potrebbe rimanere nel target di un aumento delle temperature di 2°C.

LEGGI.
×