Fare festa con i delivery di Mirano e dintorni sognando la "liberazione"

Pubblicato il: 22 aprile 2020

Fare festa con i delivery di Mirano e dintorni sognando la "liberazione"

Tra qualche giorno è il 25 aprile, la Liberazione. Quanto mai oggi, sembra che questa festa cada a pennello. Un giorno da sempre doverosamente festeggiato, ma che in questo tempo si colora di un significato tangibile - seppur diverso - da tutti, anche da chi nel 1945 non era ancora in programma. Vorremmo che il 25 aprile fosse il giorno della ritrovata libertà e dei calorosi abbracci, invece ci tocca aspettare ancora. Però, proprio perché l’attesa non si faccia logorante (e il rischio c’è, io mi sono riscoperta tripolare), sfruttare un’occasione di festeggiare potrebbe fare per lo meno effetto placebo. In fondo, se siamo “liberi” di stare a casa, lo dobbiamo soprattutto a quel famoso 25 aprile. A scombinare i piani di questa piatta quarantena, trascorsa a guardare telenovela spagnole mangiando pasta in bianco scotta - con qualche guizzo di vitalità soltanto davanti all’uovo di Pasqua -, ci pensano i locali di Mirano con il loro servizio delivery. Ovviamente quella del 25 è solo una scusa, fare festa, con delivery così, può creare dipendenza!

L'aperitivo che si fa cena

L’aperitivo è la prima cosa che ci piazzano davanti quando arriviamo a casa di amici, in Veneto è una sorta di rito ed è giusto così. Dunque si presume che zero amici significhi zero aperitivi. Crudo e Amarone non ci sta e rilancia con i suoi cicchetti e la carta dei vini, rossi (Refosco e Amarone, così, per dire), bianchi e frizzanti. Ma non solo, a disposizione nel menu delivery, infatti, anche le specialità di pesce, come gli scampi e i gamberi crudi, le sarde in saor, il baccalà mantecato, fino al branzino con patate, pomodorini e olive taggiasche. Ok, direi che questo aperitivo ci è un po’ sfuggito di mano. È possibile prenotare telefonicamente dalle 16 alle 19 (consegne dalle 19 alle 21). Le zone coperte sono Mirano, Spinea, Martellago e Salzano. Ordine minimo di 15 euro.
Crudo e Amarone, Via Bastia Fuori 2 – tel: 0412376708
Consulta su FB il menu di Crudo e Amarone

Le mangiate che sanno di tradizione

C’è poco da dire, una bella teglia di lasagne fumanti fa proprio pranzo della domenica. Se, poi, aggiungiamo anche una grigliata mista di carne, è subito festa, in qualsiasi giorno dell’anno. Sembra proprio su questa linea di pensiero Villa Mocenigo, che ripropone il menu delivery di Pasqua anche il prossimo weekend. Antipasto casereccio con salame, sopressa, pancetta e prosciutto; di primo lasagne alla bolognese o asparagi e pancetta; di secondo grigliata o anatra all’arancia. I dolci sono una sorpresa. È possibile prenotare telefonicamente o tramite Facebook (consegne gratuite).
Villa Mocenigo, Via Viasana 59 – tel: 3383629268
Consulta su FB il menu di Villa Mocenigo

Il sushi che sogniamo

Una cena dal sapore orientale, una passione che ha conquistato anche l’Italia. Andare al sushi, oggi, è il sogno (proibito) di buona parte degli italiani. Per non svegliarci, è I-Sushi a venire da noi con le sue combinazioni di roll, anche in versione veggie, come gli uramaki con avocado, carote e crema di asparagi. Nel menu, inoltre, c’è la sezione “party”, con un mix di sushi, sashimi e maki, dai 25 agli 85 pezzi, dipende dalla fame, ma almeno siamo sicuri di toglierci la voglia. È possibile ordinare su Facebook o con una mail a isushi@mirano.it entro le 19.30 e le consegne vengono effettuate dalle 18 alle 22. Ordine minimo di 30 euro; entro i 5 km da Mirano, di 40 euro.
I-Sushi Mirano, Via Barche 96 – tel: 0415703261
Consulta dal sito il menu di I-Sushi

La pizza che consola

I pizza party, altro lontano ricordo. Possiamo rinunciare al party, ma non di certo alla pizza. Pizzeria Teide è pronta a farci compagnia durante le serate no e a darci qualche gioia extra che solo il cibo, a oggi, può fornirci; tipo la pizza con pinoli tostati, carpaccio di pere, speck di Sauris e pecorino sardo, tra le specialità, mi renderebbe felicissima. Ma per gli abitudinari ci sono anche le pizze classiche. L’impasto è una rivisitazione della pizza in pala, ad alta idratazione e realizzato con farine meno raffinate e più nutrienti, garanzia di digeribilità e leggerezza. È possibile ordinare telefonicamente dalle 10 alle 18.30.
Pizzeria Teide, Via Caltana 79a – tel: 0415770840
Consulta dal sito il menu di Pizzeria Teide

Il ginetto che ricorda i bei tempi

Cocktail in una mano e l’altra al cielo a ritmo di musica. I ricordi - tremendamente nostalgici, ahimè! - di un anno fa a quest’ora. Anche se tutto è cambiato, la voglia di fare festa, quella no, è rimasta la stessa. È un po’ questo il mood de La Gineria, a Santa Maria di Sala, che combatte la solitudine sempre e rigorosamente con un ginetto in mano. Così, per continuare a regalare gioie, si è messa a consegnare i suoi aperitivi a domicilio. Le bottiglie, da 70 cl, sono disponibili in quattro varianti, rabarbaro e zenzero, fiore di sambuco e orchidea, mandarino e buccia d’arancia, more e lamponi, ma occhio alle dosi: cechiamo di farci almeno 20 ginetti, eh. È possibile ordinare su Facebook o su Instagram. Le zone di consegna sono Santa Maria di Sala, Stigliano, Veternigo, Mirano, Mira e limitrofi.
La Gineria, Via Luxore 1, Santa Maria di Sala – tel: 0418770789
Consulta su FB la lista dei ginetti de La Gineria

Foto di copertina di Dave Lastovskiy su Unsplash
Foto interne dalle pagine Facebook dei locali

  • GOURMET IN PANTOFOLE

scritto da:

Annalisa Toniolo

Abitudinaria e noiosa, a tratti eccentrica e briosa: bipolare, forse. Quella dell’aperitivo delle 18.30 spaccate nel solito posto, ma anche quella che, nel cenare due volte nello stesso locale, ci vede un’occasione sprecata. A dieta, sempre, ma solo dal lunedì al venerdì.

IN QUESTO ARTICOLO
×