Ti porto a bere bene - edizione Cinque Giornate: i signature drink da provare quest’estate

Pubblicato il: 27 giugno 2019

Ti porto a bere bene - edizione Cinque Giornate: i signature drink da provare quest’estate

Un viaggio tra classici e drink homemade all'insegna della miscelazione

Ormai non basta più solo bere, ma bisogna “bere bene”. Più qualità e meno quantità, per quanto mi riguarda. Si alza l’asticella ad ogni uscita: non mi accontento più ormai di ordinare solo un buon drink, ma voglio bere un cocktail miscelato come Dio comanda, riuscendo a distinguere ad ogni sorso le basi usate in miscelazione. Qualità dei distillati, certo, si parte da qui. Ma poi il bartender ci deve mettere del suo, con una buona dose di creatività, riuscendo però, alla fine, a trovare l’equilibrio perfetto. Mi sono fatto un giro in zona Cinque Giornate, a Milano, con la missione di #berebene e adesso ti racconto cosa ho assaggiato.

Our Redneck a New Orleans

Ti siedi e ordini un drink. Sei da The Big Dee ma ti sembrerà di stare in una piazza di New Orleans. Dennis dietro al bancone ti prepara un Our Redneck, miscelato con Jack Daniels single barrel rye, bitter Campari, Montenegro, bitter orange e bitter all’olio d’oliva. La nuova drink list è ispirata agli States e raggruppa 13 international drink, 4 signature e 4 “Dee-menticati”, rivisitazioni di cocktail datati 1961, in perfetto stile amarcord. Se si tratta di bere bene in Cinque Giornate, il giro inizia da qui, dagli anni Cinquanta e dalla Louisiana.
The Big Dee -Via Antonio Fogazzaro 11, Milano - tel. 3920972268

Mint Julep con vista

Per respirare un po’ di aria newyorkese, la sosta al Globe aiuta nell'intento. Si sale all’ottavo piano del palazzo del Coin, in piazza Cinque Giornate e si finisce in un ambiente sofisticato, dal design moderno. C’è il ristorante ma anche il cocktail bar. La terrazza del Globe è una finestra sulla città, dove bere un drink con una vista impagabile. L’aperitivo è a buffet, con pesce crudo e ostriche. Dopo cena si può sorseggiare un classico come il Mint Julep, preparato con un cucchiaio di zucchero, menta e Wild Turkey. La vista al tramonto lo rende ancora più dissetante.
Globe - Piazza Cinque Giornate 1, Milano - tel. 02.55181969

​Tokyo-Tini al Lab

Se parliamo di bere bene, anche una sosta al Lab è d’obbligo. La sperimentazione qui è di casa, merito di Matteo Mancuso, il bartender che unisce creatività ed esperienza, raggiungendo l’alchimia perfetta che si esalta ad ogni singolo sorso. Tra i signature drink, ho scelto di provare il Tokyo-Tini, a base di vodka, wasabi, cetriolo, lime e ginger beer. Il segreto sta nella tecnica shake & double strain e nella miscelazione: le basi finiscono nello shaker, tranne la ginger beer. Shakerare con ghiaccio, successivamente aggiungere la ginger beer nello shaker, e filtrare il tutto nella doppia coppa Martini, bordata di sesamo nero tostato e alga nori: il gioco è fatto.
Lab Milano Cocktail Bar - Viale Premuda 7, Milano - tel. 333.7289414

Mojito Luther sotto l’albero

Originale sicuramente, forse un po’ magico. Entri al Prog, siamo in via Maffei, tra Cinque Giornate e Porta Romana, e finisci letteralmente sotto un albero, che sta dietro al bancone. La lista dei drink è anche fin troppo varia, con proposte homemade che si alternano a qualche classicone. D’estate puoi provare un Mojito Luther, ma le proposte del bartender, Giorgio Bo, fanno venir voglia di sperimentare qualcosa di inedito. Frutta fresca, spezie e distillati di qualità: l’esperienza pare quasi onirica, al confine tra favola e realtà.
Prog - Via Maffei 12, Milano - tel. 333.1108398

Un Defaticante negli States

Alla fine del giro un po’ di stanchezza ci sta tutta. Mi fermo, come ultima tappa, al Deep, e ordino un Defaticante, miscelato con vodka, pompelmo e bitter. L’ora è quella dell’aperitivo, che qui è servito al tavolo, con appetizer di carne, pesce ma anche vegetariani. Mi siedo in uno dei tavolini all’esterno e mi godo il drink. Perché l’importante, alla fine ne sono ancora più convinto, non è mica bere tanto ma #berebene.
Deep - Via Galvano Fiamma 5, Milano - tel. 0270107032

Foto di copertina di Salvatore Pollara per The Big Dee Milano

  • BERE BENE
  • VITA DI QUARTIERE
  • APERITIVO

scritto da:

Fabrizio Arnhold

Il trucco per un buon aperitivo o una cena perfetta? Scegliere il posto giusto. Vi racconterò i miei locali preferiti, ma sempre con spirito critico, senza mai dimenticare che a Milano c’è tutto quello di cui si ha bisogno. Basta saper scegliere.

IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

​Whisky bar da conoscere. Perché lo stereotipo whisky, uomo di mezza età (e da bere liscio) è roba vecchia

E' prepotentemente di moda bere vintage, ovvero, cocktail a base di whisky dietro al bancone di speakeasy dal fascino indiscusso.

LEGGI.
×