Altro che millennials: questi 5 etnici hanno fatto (e stanno facendo) la storia di Milano

Pubblicato il: 29 luglio 2019

Altro che millennials: questi 5 etnici hanno fatto (e stanno facendo) la storia di Milano

Sapori che sorprendono i sensi, ogni boccone può essere una scoperta in un ristorante etnico. La cena diventa l’occasione per viaggiare, con la mente e tra il gusto, scoprendo tradizioni di paesi lontani. Perché l’esperimento culturale e culinario funzioni alla perfezione, però, è bene scegliere il ristorante giusto. Facciamo un giro tra i ristoranti entici storici di Milano che vale assolutamente la pena provare almeno una volta, con una certezza: quella di scoprire un nuovo mondo di tradizioni e piatti che rimandano a terre esotiche e lontane, senza spostarsi da Milano.

L'indiano classe 1997 

Inizia da via Cirillo, a pochi passi dall’Arco della Pace, da Tara. Una cena qui significa scoprire la tradizione indiana più autentica a tavola. Nel menu ci sono i piatti Tandoori e Curry, a base di carne, pesce o verdure. La location è caratteristica, sembra di stare in una qualche città indiana. Del Nord, nello specifico, perché la cucina rimanda proprio a quella regione, caratterizzata da spezie ricercate e ricette dalla storia secolare. I piatti Curry sono preparati con il tipico mix di spezie, e quelli Tandoori vengono cucinati nel tradizionale forno d’argilla a forma di campana rovesciata. Il ristorante dal 1997 è un punto di riferimento per chi, una sera qualsiasi a Milano, ha voglia di scoprire l’India più autentica, senza smettere di guardare l’Arco della Pace.
Tara - Via Domenico Cirillo 16, Milano - tel. 02.3451635

Il maliano classe 1987 

Due piani, una cinquantina di coperti, zona Lambrate. Balafon è il posto giusto per gustare la cucina del Mali e per farsela raccontare dal padrone di casa, Awa Traorè. La carta è generosa e propone anche qualche specialità del Senegal, Guinea, Eritrea e Congo. Cosa ordinare? Se non hai hai mai assaggiato questa cucina, va bene praticamente qualsiasi cosa. La specialità della casa è il piatto unico, da comporre seguendo i propri gusti, con riso e cous cous, il tutto condito con salse dal sapore del continente nero.
Balafon - Via Teodosio 6, Milano - tel. 02.2360155

Il giapponese classe 1977 

Se parliamo di etnici storici, non si può non menzionare il Poporoya, il primo sushi bar di Milano. Più di quarant’anni. Arrivato sotto la Madonnina nel 1977, lo chef Hirazawa Minoru delizia i palati dei milanesi da quando il sushi era considerato un accostamento, quello di riso e pesce crudo, alieno. Siamo in via Eustachi, c’è poco spazio nel minuscolo sushi bar - dove è meglio portarsi a casa il sushi da mangiare con comodità - ma tanta storia. C’era una volta il sushi a Milano, ecco Poporoya. Più o meno questa storia dovrebbe iniziare così.
Poporoya - Via Eustachi 17, Milano - tel. 02.29406797

Il cinese classe 1962 

Nel quartiere tra i più etnici di Milano, in Via Lazzaretto, Porta Venezia, c’è Lon Fon. Pare che sia il cinese preferito dallo chef del Joia, ristorante veg stellato non troppo distante, Pietro Leeman. La proprietaria Rita Tsui, la figlia della chef della Pagoda, il primo ristorante cinese aperto a Milano nel lontano 1962, prepara a mano i ravioli che sono il piatto forte del menu. Per una cena etnica che richiama i sapori esotici del Sol Levante, prenota pure un tavolo qui.
Lon Fon - via Lazzaretto 10, Milano - tel. 02.29405153

L'eritreo classe 1989 

Te l’ho detto che è il quartiere tra i più esotici e frizzanti di Milano. In via Melzo, sempre Porta Venezia, chiudiamo il giro tra gli etnici storici da Warsà, che vuol dire “eredità”, alla scoperta dell’Eritrea a tavola. Ha aperto i battenti nel 1989, il profumo di spezie e cannella è più o meno lo stesso anache a distanza di trent’anni. La pietanza eritrea più conosciuta è lo zighinì, con erbette, patate, carote, cavoli, cous cous, lenticchie rosse, bamia, funghi e zuppa di ceci. Si può aggiungere anche manzo o pollo.
Warsà - Via Melzo 16, Milano - tel. 02.201673

Foto di copertina di Poporoya 

  • RISTORANTI E CIBI ETNICI

scritto da:

Fabrizio Arnhold

Il trucco per un buon aperitivo o una cena perfetta? Scegliere il posto giusto. Vi racconterò i miei locali preferiti, ma sempre con spirito critico, senza mai dimenticare che a Milano c’è tutto quello di cui si ha bisogno. Basta saper scegliere.

IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

10 malghe e rifugi gourmet: mangiare bene, e tanto, in alta quota

Quando scatta quella pazza voglia di raclette, yogurt di malga con i frutti di bosco e vinello dolce.

LEGGI.
×