Scialatelli e buon vino materano: Francesca ha la cura perfetta per l'autunno

Pubblicato il: 8 ottobre 2020

Scialatelli e buon vino materano: Francesca ha la cura perfetta per l'autunno

Pensavamo di dover aspettare ancora tantissimo per tornare a parlare con Francesca Santantonio nel suo posto felice chiamato Taverna La Focagna. E invece ci ritroviamo a settembre, in una Matera surreale ma che non molla. Mi accoglie con un sorriso che va oltre la mascherina e illumina gli occhi. Fantastico, possiamo iniziare

Forse un po’ retorica come domanda ma… come è andato il lockdown della Taverna La Focagna? Hai preso la coraggiosa scelta di stare chiusa per un bel po' di tempo.
Inutile dire che, a livello lavorativo, i pensieri sono stati tantissimi. Abbiamo rispettato diligentemente le direttive dello Stato e abbiamo chiuso tristemente i battenti quando c’è stato l’obbligo di farlo. Poi siamo tornati il 18 maggio con tanta grinta ma anche con estrema attenzione per assicurare il meglio ai nostri clienti. Tanti “se” e tanti “ma” affollano la nostra testa; per noi imprenditori è stato uno shock.



C’è stato qualcosa di positivo?
La grande riscoperta è stata la mia famiglia che ha conosciuto ritmi totalmente differenti rispetto a quelli che ero abituata a vivere stando nel mondo della ristorazione. Sono riuscita a dedicare del meraviglioso tempo alla mia famiglia. 24 ore su 24 per due mesi è mezzo è stato veramente unico come periodo che custodisco e non dimenticherò mai.



E la riapertura come l'hai affrontata?
Non appena ci è stato possibile riaprire in sicurezza, l’abbiamo fatto. Siamo andati oltre gli innumerevoli pensieri e le altrettante preoccupazioni. Viste le premesse possiamo dire davvero che non è andata malissimo. In una prima fase iniziale, con le Regioni chiuse, abbiamo sentito parecchio la mancanza dei turisti; ma siamo andati avanti fiduciosi e ora stiamo lavorando bene. Se pensiamo ai numeri del 2019 siamo al nulla! Agosto è stata una gran sorpresa, settembre soffre del turismo straniero. Ma, ripeto, non c’è tempo per il pessimismo!

Abbiamo parlato di passato, di presente... e nel futuro del tuo locale cosa c'è?
Nel futuro della Taverna La Focagna spero di vedere tanta gente, ricca di tanta vita. Abbiamo i mezzi per accogliere tutti in totale sicurezza, scambiandoci grandi sorrisi e infondendo quel calore di cui siamo capaci da tanti anni.



Forse la domanda più difficile di tutte. Come stai?
Dicono che il cibo sia una delle cure a tutti i mali! E noi abbiamo la ricetta giusta fatta di ottimismo e cibo tipico.

Grande! Alla Taverna cosa mi consigli?
Uno scialatello "alla Focagna" fatto con pasta fresca con crema di pomodori secchi e pomodori secchi, capperi e granella di pistacchio.

E per brindare?
Un bel calice di Portale Adduca Aglianico del Vulture, Casa Maschito. Per puntare tutto sul gusto materano abbiamo selezionato proprio una cantina locale, di Matera: un ottimo vino Primitivo San Vito della cantina Cifarelli.

  • GLI ADDETTI AI LAVORI

scritto da:

Federica Scaramuzzi

Sarà banale, ma adoro la pizza e i gattini del web. In compenso sono alla ricerca di locali insoliti e originali. Dalla Murgia alla Laguna.. sono cacciatrice ufficiale di hidden gems! Odio il piccante e adoro la pasta al forno barese (originale) di mia nonna Graziella.

IN QUESTO ARTICOLO
×