C'è un nuovo pop-up restaurant sulla terrazza di questo albergo vicino a Campo de' Fiori

Pubblicato il 4 luglio 2021 alle 18:26

C'è un nuovo pop-up restaurant sulla terrazza di questo albergo vicino a Campo de' Fiori

Roma-Messico andata e ritorno in una sera: al Chapter l'estate profuma di tacos, empanadas, tequila e mezcal

Il fenomeno dei pop-up restaurant è sempre più diffuso. Di matrice statunitense, ha preso piede ben presto anche in Europa negli ultimi anni tanto da diventare una vera e propria moda per nulla passeggera. Ne è un esempio la terrazza pop-up dell'Hotel Chapter a Roma, HEY GÜEY, che ha aperto a ridosso della stagione estiva.

Dall'alto del rooftop panoramico dell'albergo, con una vista mozzafiato sulla città, tra cactus, poltroncine da esterno colorate e l'apecar che funge da bancone, l'HEY GÜEY nasce con la volontà di portarci lontano nello spazio, in Messico, in un tempo non ben identificato ma che sa di vacanza. E, tra ciotoline di nachos, pico de gallo, guacamole, tortillas, tacos e tequila ha inizio il viaggio. 

Di necessità virtù

Il progetto di HEY GÜEY nasce in uno dei periodi più caotici e tristi degli ultimi tempi in cui i locali hanno dovuto chiudere, così come le frontiere. L'unico modo per viaggiare era la fantasia... e la cucina! Da qui l'idea di avviare un progetto che permettesse di fare un viaggio verso mete lontane, spiagge assolate, spazi aperti e paradisiaci. Inoltre, l'idea della terrazza, con ampi spazi all'aperto, si adatta perfettamente alla perdurante necessità di evitare assembramenti al chiuso. 

"Hey guey", che significa letteralmente "hey amico", è un intercalare messicano che serve per avvicinare, per sentirsi parte di un tutto e spiega perfettamente l'idea del progetto: ricreare l'atmosfera, la cucina, i drinks di Acapulco negli anni '90. 

L'apecar 

Una delle particolarità di questa terrazza è proprio una apecar posta ad un angolo che funge da vero e proprio ristorante mobile. A capo della cucina c'è lo chef sudamericano Victor Cuenza Lopez con la collaborazione dello chef Davide Puleio. Insieme hanno messo a punto la carta di tapas ovvero le ciotoline di prelibatezze di stampo messicano. 
Dietro il bancone, invece, c'è Joy Napolitano, nome noto della mixology romana anche per il suo The Barber Shop. 

Drink e cucina concorrono a far compiere un viaggio con corpo e mente sulle spiagge assolate messicane. I signature drink sono colorati, freschi ed estivi, a base di tequila e mezcàl. A questi si abbinano i side dish: dai tacos fino alle empanadas, dalle più tradizionali alle rivisitate con ingredienti cotti lentamente, fino ai Totopos e guacamole o chips di platano con maionese chipotle. Un vero e proprio inno alla cucina messicana, a due passi dal Ghetto di Roma. 

HEY GÜEY
The Chapter
Info: 3518253097
heyguey@chapter-roma.com

  • NOTIZIE
POTREBBE INTERESSARTI:

50 Top Pizza: nel 2021 è in Francia la migliore pizzeria d’Europa

Il 29 luglio è stata presentata la classifica di 50 Top Pizza Europe 2021.

LEGGI.
×