Andare per mercatini di Natale a Brescia e provincia

Pubblicato il: 28 novembre 2019

Andare per mercatini di Natale a Brescia e provincia

La voglia di fare regali di Natale e decorare la casa con pezzi handmade e originali è sempre più forte. Basta prodotti commerciali e standardizzati ma spazio a prodotti acquistati su bancarelle e mercatini, che hanno un sapore e un valore legato alle tradizioni. Per questo impazzano i mercatini di Natale, bancarelle che in questi giorni che precedono il 25 dicembre riempiono vie e borghi, attirando curiosi e fanatici del fatto a mano. Oltre ai prodotti non manca mai tra gli stand l’atmosfera natalizia e qualcosa da mettere sotto i denti, che scalda l’anima e il corpo.

A Bienno


E’ uno dei  borghi più belli d’Italia, patria degli artisti del ferro che a dicembre apre i suoi vicoli per ospitare uno splendido mercatino di Natale per ben tre fine settimana. L’atmosfera da pelle d’oca è garantita tra le case di pietra di Bienno, le bancarelle di artigiani locali selezionatissimi - tra i migliori della zona - e prodotti tipici da assaggiare e portare a tavola per le feste. Non mancano poi la pista di pattinaggio, canti natalizi, le cornamuse, gli spettacoli, le proiezioni luminose sugli edifici e giochi per i più piccoli.
Bienno, 7-8, 14-15, 21-22 dicembre 2019

A Brescia


In città le idee migliori e più originali per i regali di Natale si possono trovare all'Etsy Made Local Brescia, una mostra mercato che è giunta alla sua terza edizione. Quest’anno le bancarelle animano l’AmbienteParco, un parco dedicato totalmente alla sostenibilità in largo Torrelunga, sabato 30 e domenica 1 dicembre dal mattino fino alla sera. Qui trovi oltre 30 creativi selezionati in base alla qualità e all'originalità dell'offerta tra oggetti home decor, abbigliamento e accessori per adulti e piccini, accessori per la persona, gioielli per lui e lei, prodotti biologici e vegan, accessori per amici a quattrozampe, illustrazioni.
Brescia, 30 Novembre – 1 Dicembre

A Ome


Tra le colline della Franciacorta non ci si può non fermare a visitare i mercatini di Natale di Ome. Sono più di 150 gli espositori che Domenica 15 Dicembre mettono in mostra le loro produzioni in piazza Aldo Moro, pronta a trasformarsi in un villaggio natalizio. I prodotti sulle bancarelle sono rigorosamente fatti a mano e accompagnati da musica, dall’immancabile spiedo bresciano e dalle attività per bambini, per un’atmosfera davvero speciale, curata nei minimi dettagli dagli organizzatori.
Ome, Domenica 15 Dicembre

A Darfo Boario Terme


Il 30 Novembre e l'1 Dicembre va in scena a Darfo Boario Terme la decima edizione dei magici Mercatini di Natale nel centro storico. In piazza Matteotti viene allestito il villaggio di Natale con musica e tanti gonfiabili per i bambini con Babbo Natale con i suoi Elfi. Intorno, 50 espositori di artigianato e commercianti che propongono tantissime idee regalo originali e creative come oggettistica, cosmesi, pelletteria, moda, accessori, prodotti dell'artigianato, addobbi natalizi, dolciumi, specialità eno-gastronomiche regionali, regali, giochi per bambini e tanto altro. Quest’anno poi ci sarà anche la prima edizione del concorso per il Miglior Panettone.
Darfo Boario Terme, 30 Novembre – 1 Dicembre

A San Zeno Naviglio


Nel giorno dell’Immacolata, l’8 Dicembre, il centro si anima di bancarelle a San Zeno, a pochi passi a sud della città di Brescia. Una manifestazione giunta alla sedicesima edizione supportata da realtà locali e con il patrocinio di Regione e Provincia, che all’atmosfera natalizia unisce la valorizzazione del territorio, con prodotti tipici e artigianalità. Da ammirare poi il caratteristico presepe sull’acqua, allestito ogni anno dai volontari sul alcune barche, al centro del Naviglio.
San Zeno Naviglio, Domenica 8 Dicembre

Fotografie dalle pagine Facebook degli eventi
Immagine di copertina dalla pagina della Proloco di Darfo Boario Terme

 

  • MERCATINO
  • NATALE
POTREBBE INTERESSARTI:

Cortina da mattina a notte inoltrata: colazione da Lovat e quattro salti al Vip non si negano a nessuno

Perché la perla delle Dolomiti, in alta stagione, non dorme mai.

LEGGI.
×