Autunno, tempo di miscelare. I cocktail di fine 2019 da sorseggiare nella Capitale

Pubblicato il: 10 ottobre 2019

Autunno, tempo di miscelare. I cocktail di fine 2019 da sorseggiare nella Capitale

Una stagione tutto da bere quella appena inaugurata a Roma, tra nuove aperture e vecchie glorie della mixologia romana. Ecco gli otto cocktail da assaporare nei mesi delle foglie morte

L’autunno è da sempre la mia stagione preferita. Saranno i colori forti, quell’odore di muschio nell’aria, sarà anche quella sensazione di “decadenza” generale, il fascino della morte, probabilmente. L’autunno è per me il contraltare ideale dell’estate, l’arrivo del freddo, l’addio al caldo appiccicoso, la voglia di entrare in un locale al caldo per bere qualcosa di buono con gli amici. Ecco, l’autunno per me è il mese dei cocktail, dei banconi segreti di Roma da scoprire, dei signature drink da assaggiare. Una stagione meravigliosa, insomma, come quella che si appresta a vivere il mondo dell’alta mixologia romana. Ecco allora gli 8 drink dell’autunno romano 2019 che devi per forza assaporare.

L'autunno rosso sangue

Il rosso, colore autunnale per eccellenza, è il protagonista di quest’opera d’arte di miscelazione contemporanea firmata Alessandro Antonelli, bar manager dello Sky Stars, rooftop bar dell’Hotel A.Roma LifeStyle al Casaletto.  Un omaggio dedicato al lavoro e all’impegno, ci racconta Antonelli. Gli ingredienti? Rum Diplomatico Antuano, liquore al fico d’India, vermouth rosso ed una cialda a forma di antico sesterzio romano come guarnish.
Sky Stars Bar presso Hotel A.Roma LifeStyle, via G. Zoega, 5 Roma – Tel: 0687800168

L'autunno dell'aperitivo italiano... con la birra

Lo avevamo lasciato prima dell’estate in quel del Flaminio, lo ritroviamo a settembre alla guida del suo nuovo locale dalle parti di piazza Bologna. Federico Vannelli è un nome e una sicurezza nel campo della mixologia romana. Oggi potrai sorseggiare tutte le sue nuove creazioni al bancone di Scatto Cocktail Club, un bar in stile vintage, nuovo regno di Federico e del suo socio Fabio. Il drink da provare qui è senza dubbio l’Italian Spiderman, una rivisitazione del classico aperitivo bitter italiano con la birra, una meraviglia. Gli ingredienti: Bitter Martini, Madeira, sciroppo di coriandolo e birra Ipa.
Scatto Cocktail Club, piazza Oreste Tommasini, 15 Roma - Tel: 3515503095

L’autunno di Nino

Un inno alla romanità assoluta, quella“Tanto pe’ cantà” scritta nel lontano 1932 e resa celebre dal compianto Nino Manfredi, una canzone che ha ispirato il bar manager del Liòn Club Antonio De Meo un drink unico nel suo genere. Il suo Nino, infatti, è tanto apparentemente semplice nella sua miscelazione, quanto bello e facile da sorseggiare durante un aperitivo, “quando er sole scenne e more e me sento cantatore”. Ingredienti: Vino frizzante fortificato ed aromatizzato con foglie di Damiana
Liòn Club, Largo della Sapienza, 1 Roma – Tel: 0681157070

Autunno, tempo di vendemmia

Non poteva mancare nella mia mappa dei cocktail autunnali della Capitale un vero omaggio al vino e alla vendemmia. A comporlo un altro grandissimo barman, Daniele Arciello, che da poco ha preso le redini del bancone dello Stadlin a Trastevere. Il suo drink, dal nome che è tutto un programma – Il Simposio – potrebbe rivelarsi la soluzione ideale per combattere i primi freddi dell’anno. Ingredienti: Vino Rosso 60 ml, Infuso di cannella, chiodi di garofano, scorza di limone, e miele 30 ml, oli essenziali di limone, Acino d'uva rossa come guarnish.
Stadlin, via Antonio Pacinotti, 83 Roma – Tel: 3277047890

Autunno, con il ricordo dell'estate

Per chi non riesce proprio a sconfiggere la nostalgia dell’estate e dei giorni passati sulla spiaggia, forse un bel Tiki cocktail “sicilianizzato” potrebbe essere un ottimo scacciapensieri, specie se a prepararlo sono le mani di una delle più brave (e famose) barlady della Capitale, Giulia Castellucci. Al suo locale, il Co.So al Pigneto potrai assaporare il Ciuri Ciuri, servito in un bicchiere coloratissimo. Ingredienti: rum, latte di mandorla, dry orange, liquore al fico d’India, menta shakerata, lime.
Co.So, via Braccio da Montone, 80 Roma – Tel: 3936583230

L'autunno dal grande segreto

Tra tanti signature non poteva mancarne uno un po’ misterioso, il mitico Old Secret del Duke’s ai Parioli, che rimane sempre una delle mie scelte preferite quando passo da queste parti. Un evergreen per l’aperitivo e per l’after-dinner assolutamente irrinunciabile. Ingredienti: Gin Sabatini, Amaro Florio, Fernet Branca, Sciroppo di lavanda e agrumi e qualche altro ingrediente segretissimo.
Duke’s, viale Parioli, 200 Roma – Tel: 0680662455

L'autunno agitato... non mescolato

 L’atmosfera è quella liberty più sfrenata del bar di uno degli hotel più affascinanti di Roma, l'Hotel Locarno, dietro Piazza del Popolo, location decisamente perfetta per un aperitivo importante o per un dopocena speciale. Il mio drink preferito qui è senza dubbio il Roma – Bracciano, una versione “della casa” del mitico Milano – Torino. La differenza principale è che viene agitato e non mescolato (sì come dice James Bond…) e servito liscio invece che on the rocks. Ingredienti: Bitter Campari, Carpano Antica Formula, Rabarbaro Zucca, Orange Bitter.
Bar Lounge Hotel Locarno, via della Penna, 22 Roma – Tel: 063610841

Autunno in Messico

Chi ama bere bene a Roma sa che a Trastevere uno dei pochi indirizzi veramente meritevoli è quello de La Punta Expendio de Agave. Più che un locale, quello di Roberto Artusio e Cristian Bugiada, è un inno al Messico, ai suoi sapori e ai suoi colori. Il mio cocktail preferito qui è l'intensissimo Tommy's Margarita. Ingredienti: Tequila, sciroppo d'Agave, Limone.
La Punta Expendio de Agave, via di Santa Cecilia, 8 Roma – Tel: 065816665

Foto di copertina dalla pagina Facebook di Sky Stars
 

  • BERE BENE

scritto da:

Lorenzo Coletta

Romano, giornalista, dopo una prima esperienza di giornalismo radiofonico con l'agenzia Econews, ha cominciato ad appassionarsi al grande mondo dell'enogastronomia. Ha contribuito nel 2014 alla redazione della Guida dei Ristoranti di Roma di Puntarella Rossa edita da Newton Compton.

IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

Vin brulé, brezel e frittelle di mele come non ci fosse un domani: i mercatini di Natale più belli (e famosi) d'Europa

Quello che entusiasma di più dei mercatini di Natale è il cibo, che siate in mood natalizio o di umore nero, poco importa.

LEGGI.
×