Donne Resistenti: la Mostra al Museo Civico

Dal 21 gennaio al 4 febbraio a Bari. Inaugurazione 21 gennaio
  • RECENSIONE
  • INFO
  • COMMENTI

(Questo evento è passato)

L'ANPI provinciale di Bari e la sezione ANPI Bari “Arturo Cucciolla” dal 21 gennaio al 4 febbraio cureranno la tappa italiana della mostra fotografica “Donne Resistenti”, che sta portando in tutta Europa la memoria delle donne che hanno combattuto contro i fascismi a cavallo della Seconda Guerra Mondiale.

Il progetto MERME (Mujeres como elemento de resistencia de la memoria de Europa, «Le donne come elemento di resistenza della memoria d’Europa») è promosso dalla Associación para la recuperación de la memoria historica, una ONG spagnola nata con il fine di cercare e recuperare i resti delle oltre 114.000 persone scomparse durante la dittatura franchista.
Finanziato in seno al programma europeo Europe for Citizens, il progetto ha realizzato una mostra fotografica e documentaria che illustra il ruolo delle donne nella lotta antifascista – opposizione al fascismo in Italia e Germania, guerra civile in Spagna, Resistenza europea – con particolare riferimento a quattro paesi, cui sono dedicate altrettante sezioni della mostra: Spagna, Francia, Germania, Italia. L’ANPI (Associazione nazionale partigiani d’Italia) è partner di questo progetto e ha collaborato alla preparazione ed esecuzione della sezione italiana.
La mostra, già inaugurata a Tulle in Francia e a Rivas-Vaciamadrid in Spagna, sarà esposta a Bari dal 21 gennaio al 6 febbraio 2022. In quei giorni saranno svolti anche alcuni seminari pomeridiani di approfondimento, indicati di seguito.

L'inaugurazione del 21 gennaio 
All’inaugurazione, il 21 gennaio alle 17.30, intervengono Natalia Marino (ANPI Nazionale), Carmen G-Rodeja e Cristina Fiaño (ARMH), Valentina Dastoli (referente ARMH per l’Italia), Ines Pierucci, assessora alla Cultura del Comune di Bari. Introduce Pasquale Martino, presidente prov. Anpi Bari. 

Nel corso della mostra, saranno organizzati tre incontri con il pubblico:
- Il 28 gennaio, «Alba De Céspedes cronista dell’Italia resistente. Da Radio Bari al congresso del Cln». Dialogano Lea Durante, Lucia De Crescenzio e Gianni Di Giuseppe. Lettura di alcune pagine dal libro «Dalla parte di lei». Introduce Anna Lepore
- Il 1° febbraio, «Vite partigiane: Maria Diaferia e Cordelia La Sorsa». Dialogano Vincenzo Catalano, Antonio Filicaia e Fiorenza Minervini. Partecipa Gennaro Cifinelli. Introduce Nicola Signorile
- Il 4 febbraio: «Rita Majerotti. Bari, la prima Resistenza e la difesa della Camera del lavoro nel 1922». Dialogano Lea Durante, Antonella Lovecchio e Francesca Abbrescia. Introduce Sara Acquaviva

Dal 21 gennaio al 4 febbraio - dalle 9.30 
Museo Civico 
La mostra sarà aperta a visite guidate secondo gli orari del Museo Civico di Bari (Strada Sagges 13/b; chiuso il lunedì; da martedì a venerdì: h. 9,30-13,30; 16,30-20,30; sabato h. 9,30-13,30; 16,30-19,30; domenica h. 9,30-13,30).
La visita della mostra dura circa un’ora / un’ora e un quarto. Si entra a gruppi di 25-30 alla volta, esibendo il green pass a partire da 12 anni di età e indossando la mascherina. Il prezzo del biglietto di ingresso (che consente la visita di tutto il Museo) per le scolaresche è di 3 euro a persona.
 

21 gennaio → 4 febbraio

ALTRO SU 2NIGHT

  • TURISMO
  • TENDENZE FOODIES

Il poke delle Hawaii è diverso da quello italiano?

Il piatto di tendenza in Italia negli ultimi tempi: non passa giorno senza che sia annunciata una nuova apertura ad esso dedicata. Ma come si mangia nel paese dove lo hanno inventato?

×