Milano sta con Greta. Come questi 5 locali riducono l'impatto ambientale

Pubblicato il: 25 settembre 2019

Milano sta con Greta. Come questi 5 locali riducono l'impatto ambientale

Dal ristorante plastic-free al menu a km zero, passando per ingredienti biologici

Un po’ moda ma anche rispetto per l’ambiente. Negli ultimi tempi la tendenza green sta invadendo il mondo, con la speranza di migliorarlo. Una parte di merito è anche di Greta Thunberg, la giovane attivista svedese che si batte per fermare i cambiamenti climatici. La sedicenne svedese sta per ultimare il suo viaggio a bordo della “Malizia II”, dal Regno Unito fino a New York, imbarcazione a “zero emissioni”, per partecipare al summit dell’Onu sul clima, il prossimo 23 settembre. E anche Milano, in qualche modo, partecipa. Almeno quella dei locali. E sì, perché ci sono ristoranti e cocktail bar che, per un motivo o per un altro, prestano più attenzione all’ambiente. Scopriamo quali sono e perché vale la pensa farci un salto.

Quello plastic-free

Buon cibo e ottimo vino, in un ambiente elegante ma non formale. Da qualche mese a Milano ha aperto Particolare, siamo in Via Tiraboschi, zona Porta Romana: un ricercato cocktail bar che senza neanche la fatica di cambiarsi abito, diventa un ristorante dove scoprire originali abbinamenti di sapori, messi in risalto dal perfetto abbinamento con il vino. D’estate mangiare, o prendere un aperitivo nel bel dehors da 100 metri quadrati, in mezzo al verde, è una bellezza. Il ristorante si fa notare per il look e per la qualità che salta fuori in ogni dettaglio. Nota green: il locale è completamente plastic-free, con asciugamani nei bagni riciclabili e una filosofia eco-friendly.
Particolare Milano - Via Tiraboschi 5, Milano - tel. 02.4775 5016

Quello del chilometro zero

Serve la voglia di ricercare per trovare i prodotti dal sapore genuino a filiera corta. Il ragionamento è semplice: per servire un piatto di qualità, occorre partire da una materia prima ottima. Ed è quello che succede da Ratanà, siamo in Via Gaetano de Castillia, proprio di fronte al Bosco Verticale, dove la filosofia dello chef Cesare Battisti è quella di nobilitare la materia prima che arriva da agricoltori lombardi. Valorizzare il territorio partendo da ingredienti sani e a chilometro zero, è un ottimo punto di partenza. La creatività della chef conduce alla tappa intermedia, quella della preparazione del piatto. La fine del viaggio di gusto si celebra al primo assaggio.
Ratanà - Via Gaetano de Castilla 28, Milano - tel. 02.87128855

Quelli dei prodotti bio

Dalla colazione alla cena, all’insegna del biologico, in Porta Nuova. Da Bio.it la biocucina è una cosa seria ed esclusiva. Materie prime biologiche si combinano in piatti che rispettano i dettami della dieta mediterranea.
Ci spostiamo sui Navigli, in Via Valenza da Ghea. La carta propone specialità vegetariane ma così gustose che quasi non ho fatto caso alla mancanza di carne nel ragù di seitan. In cucina si utilizzano prodotti biologici, ottimi i dolci in chiave veg.
Bio.It - Via Confalonieri 8, Milano - tel. 02.36798430
Ghea - Via Valenza 5, Milano - tel. 02.58110980

Quello con l’orto

Cucina con orto. Quello più famoso di Milano è all’Erba Brusca, sul Naviglio Pavese. La cucina diventa davvero a chilometro zero, con i prodotti che arrivano direttamente dall’orto in giardino. Il menu degustazione permette di assaggiare sei portate della chef Alice Delcourt, nel caso non sapessi quale scegliere.
Erba Brusca - Alzaia Naviglio Pavese 286, Milano - tel. 02.87380711

Quello con i materiali di recupero

Solo 28 Posti, ecco spiegato anche il nome del ristorante, in Via Corsico, sui Navigli. Il progetto architettonico ha puntato su elementi di arredo prodotti interamente con materiali di recupero. I tavoli sono stati assemblati dai detenuti del carcere di Bollate, gli oggetti sparsi per la sala sono autoriproduzioni dello slum di Mathare, in Kenya e hanno partecipato alla mostra Made in Slums della Triennale di Milano. In cucina, selezione attenta di ogni materia prima: lo spirito green sta anche nelle bibite homemade servite a cena.
28 Posti - Via Corsico 1, Milano - tel. 02.8392377

Foto di copertina di Erba Brusca Milano

  • CIBO CHE FA BENE

scritto da:

Fabrizio Arnhold

Il trucco per un buon aperitivo o una cena perfetta? Scegliere il posto giusto. Vi racconterò i miei locali preferiti, ma sempre con spirito critico, senza mai dimenticare che a Milano c’è tutto quello di cui si ha bisogno. Basta saper scegliere.

IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

​I ristoranti migliori dove farsi una scorpacciata di Tartufo Bianco d'Alba

Con i suoi 250 € all’etto di quest'anno si conferma la prelibatezza più costosa in tavola, ma bando alla tirchieria per una volta.

LEGGI.
×