​I 100 migliori vini e vignaioli d’Italia: annunciate in anteprima le menzioni speciali

Pubblicato il 13 novembre 2021 alle 05:24

​I 100 migliori vini e vignaioli d’Italia: annunciate in anteprima le menzioni speciali

L’edizione di quest’anno della guida ai 100 migliori Vini e Vignaioli d’Italia punta a raccontare i produttori che si stanno impegnando per cambiare in meglio le loro aziende.

Esce il 22 novembre prossimo la nuova guida ai 100 migliori Vini e Vignaioli d’Italia, grande attesa per la guida del Corriere della Sera che quest’anno punta soprattutto a raccontare: “come si fa ad inquinare meno, a consumare meno energia, a puntare verso l’impatto zero, con uno stile di vita aziendale che non alteri il bilancio di anidride carbonica”, spiega Cook del Corriere della Sera

Nell’attesa di scoprire la Top 10 di vini e vignaioli, sono state però annunciate le menzioni speciali, cinque premi a cinque vignaioli che si sono distinti.

Ecco i premiati di quest’anno

1) Miglior vignaiolo è Diego Cusumano, con la sua famiglia ha più di 500 ettari di vigneto in 5 tenute in Sicilia. Un percorso all’insegna di sostenibilità, comunicazione innovativa e decisioni come abbattere case abusive o acquistare speciali carrozzine per far visitare l’Etna ai disabili.

2) La giovane vignaiola 2021 è Federica Boffa, 23 anni. Ha ereditato la cantina dal padre Pio, morto di Covid ad aprile: un pezzo di storia del Barbaresco e del Barolo. In suo onore, con il cugino Cesare Benvenuto, ha piantato Timorasso nei Colli Tortonesi.

3) La vignaiola straniera 2021 è Alice Paillard, figlia di Bruno, fondatore della cantina del Nec Plus Ultra. Dal 2018 è lei che a Reims, in Francia, decide dosag-gio e assemblaggi dei vini di riserva.

4) La vignaiola dell’anno è Chiara Ziliani, erede di una famiglia che produceva reti da pesca e che dal 1968 ha investito sulle viti, mettendone insieme 26 ettari attorno alla cantina di Provaglio d’Iseo. Architetto, nell’ambiente competitivo della Franciacorta è emersa puntando su progettazione e organizzazione.

5) Il vignaiolo verde è Luca Formentini, musicista di San Martino della Battaglia. Dalla cantina, Selva Capuzza, è uscita nel 2021 la piccola produzione di «Vino»: niente lieviti, né solfiti aggiunti, né filtrazioni.


Foto di Karolina Grabowska da Pixabay

  • NOTIZIE

scritto da:

Maggie Ferrari

I miei ricci parlano per me. Scatenata e bizzarra la notte, frenetica e in carriera di giorno. Toglietemi tutto ma non i miei apericena in centro e la malinconia del weekend, quando mi manca Milano.

POTREBBE INTERESSARTI:

Le migliori pasticcerie d'Italia 2022: quando i dolci sono belli e buoni, sani e sostenibili

Tra bignè, macaron, torte e semifreddi l'ingordigia è in agguato. Soprattutto in questo periodo dell'anno.

LEGGI.
×