Veneto: i brunch per cui uscire di casa anche quando fuori si gela

Pubblicato il: 19 dicembre 2017

Veneto: i brunch per cui uscire di casa anche quando fuori si gela

Non so te, ma le mie motivazioni per alzarmi dal letto la mattina non fanno che diminuire vertiginosamente. Non solo il lunedì, ma anche il fine settimana, quando starei a crogiolarmi sotto il piumone per ore intere con i piedi finalmente caldi (ci è voluta tutta la notte, potrò godermeli un po'?). 

A migliorare la situazione, l'idea del brunch mattutino, croce e delizia di tutti noi. Il brunch è quell'evento godereccio che ti spinge a lavarti la faccia, infilare un maglione e uscire ad affrontare il mondo, ma anche lo stesso che ti fa sgusciare fuori dalle coperte, con il conseguente obbligo morale di sbatterle fuori dal davanzale e rifare il letto. Se potessi uscire a fare brunch in vestaglia da camera sarei infinitamente contenta...

Per tutti gli irriducibili della colazione-pranzo all'americana, ecco i brunch per cui vale la pena uscire di casa il mattino anche se fa un freddo cane, in Veneto.

Il regno di breakfast & lunch 

Colazione, pranzo, brunch? Se bazzichi per Mestre, c'è un centro di gravità permamente che devi assolutamente visitare. Si chiama, appunto, Brunch e propone l'intera gamma di leccornie che potresti desiderare tra le 9 del mattino e 14 del pomeriggio. Specialità difficilissima da trovare altrove? I bagel, anche vegan.

Il giardino della camelie e dei brunch

Fare il brunch in una kosher house a Venezia è dannatamente chic. Per fortuna c'è il Ghimel Garden a rendere il sogno realtà. Eleganti tavoli vestiti con bianche tovaglie e molto charme nella presentazione di piatti dolci e salati ispirati alla tradizione veneziana ed ebraica.  Ottima scelta sia per i vegetariani che per i vegani. Le possime date utili: 17-24-25-26-31 dicembre e 01-7-28 gennaio 

Il wine&cocktail bar prestato al brunch

Eden Cafè, wine e cocktail bar di Viale Montegrappa a Treviso si concede di vestire i panni di un luogo paradisiaco a metà tra la pasticceria viennese e il diner americano una sola volta al mese, di domenica. Fette di torta, pancake, croissant alla francese e leziose mini fette biscottate con marmellatine assortite ma anche il classico piattone misto salato.

 

Il chiosco con la brunch-veranda

Suona epica, come la bat-mobile, ed è propio così. La veranda del Chiosco di Padova resta aperta e accogliente per tutto il periodo invernale, ancora più coccolosa il sabato e la domenica grazie al doppio appuntamento dedicato al brunch. Delizie e convivialità per riprendersi dall'hangover senza essere giudicato. Cosa vuoi di più?

La caffetteria parigina per il brunch modaiolo

Caffeine si trova in Via Roma a Padova ma varcata la sua soglia viaggerai lontano. A prima vista è demodè, alla seconda è chiccettoso, alla terza capisci: sono a Parigi, posso ordinare le croque monsier! Sì, anche infusi, pancake, cupcake, tortine...poi una passeggiata per il centro e la giornata prende un'ottima piega!

La bakery per il brunch rilassato 

In una parola: quiete. Sarà perchè ci troviamo in Borgo Venezia e dunque un po' distanti dal centro di Verona, sarà per lo spirito con cui Engi's Bakery prepara e serve brownies, muffin e pancakes ma qui c'è tutta la placida cordialità dei cottage inglesi. 

La bakery dove il brunch si fa nordico

Appuntamento fisso, il sabato e la domenica con il brunch di Elk Bakery a 15 euro nella formula base. Oltre al dolce benvenuto (yogurt bianco con brownie) si può scegliere tra i piatti unici  come bagel e uova strapazzate senza farsi mancare contorno e dessert. Ovviamente c'è il full refill di caffè americano originale e succo d'arancia. 

Per restare sempre aggiornato iscriviti alla Newsletter gratuita di 2night!
Immagine di copertina dalla pagina Facebook di @BrunchMestre

  • MAGAZINE

scritto da:

Martina Tallon

Amo mangiare ma sono sempre a dieta, non riesco mai a stare ferma anche se alla guida sono un pericolo, adoro andare per locali però sono un po' tirchia. Le contraddizioni sono il mio pane quotidiano: mai prendersi troppo sul serio.

POTREBBE INTERESSARTI:

Te lo racconto io lo yoga. Wanderlust 108, ovvero come ho trovato la mia dimensione, divertendomi

L’unico Mindful Triathlon al Mondo. Cinque chilometri da percorrere correndo o camminando, una sessione di yoga e una di meditazione guidata.

LEGGI.
×