La cena che ti meriti dopo una biciclettata lungo il Sile. 9 buoni motivi per sfaticare

Pubblicato il: 4 agosto 2020

La cena che ti meriti dopo una biciclettata lungo il Sile. 9 buoni motivi per sfaticare

Oppure, se sei poco incline alla fatica, vai direttamente a mangiare

Se anche tu rientri tra quelli che durante il lockdown non si è scoperto sportivo, batti cinque. Per tutti gli altri, sappiate che vi ammiro molto e in parte vi invidio per la forza di volontà. Bravi.
Con questa premessa, è chiara la mia reazione quando mia sorella, a fine maggio, mi ha proposto una biciclettata lungo uno dei tre percorsi del parco regionale del Sile:

1. Quinto di Treviso (13,3 Km circa)
2. Treviso – Casale sul Sile (29 Km andata e ritorno), parte della Sile GreenWay
3. Casale sul Sile – Portegrandi (32 Km andata e ritorno), parte della Sile GreenWay

Non amo pedalare, ma poi ha aggiunto che ci saremmo fermate fuori a cena, concluso il giro. Beh, dopo questo dettaglio, si sono aperti ampi margini di valutazione. Ancora non avevamo scelto il percorso, ma io avevo già le idee ben chiare su dove avrei voluto mangiare.

1. Quinto di Treviso

Note d’Oriente


La cosa che mi piace di Dinzu è la cura che mettono in ciò che fanno: nella cucina asiatica (cinese e giapponese) anche all-you-can-eat, con tre differenti fasce di prezzo; nelle salse, quasi tutte fatte in casa; negli arredamenti in legno con elementi zen e nell’atmosfera di luci e ombre, che ti godi appieno la sera. Non avevo mai visto il menù su tablet prima di conoscere Dinzu, a parte nelle foto di qualche locale milanese: puoi ordinare qualsiasi cosa e in qualunque momento, che è molto comodo. In foto: spiedini di gamberi alla piastra con salsa teriyaki. 
Via Postumia Castellana, 32, Quinto di Treviso (Tv) – 0422412079

Al sangue o ben cotta? 


Al Bosco è una piccola trattoria spersa tra la natura con una cucina ultra-specializzata. Ci si va per mangiare la costata, la fiorentina e/o la tagliata, che vengono servite al tavolo sulla piastra. La carne è morbida e saporita, tanto che non aggiungo mai sale. Consiglio anche la cacio e pepe, l’antipasto di vitello tonnato (la salsa è strepitosa) e l’antipasto di ceci in salsa. 
Via Bosco, 33, Morgano (Tv) – 0422739083

2. Treviso – Casale sul Sile, passando per Casier 

Treviso 

Orgoglio veneto


Il locale è nel centro storico di Treviso. È rustico: i muri risalgono addirittura al Quattrocento e all’ingresso ci sono ancora gli antichi affreschi dei due Mori veneziani. Un tempo l’osteria si chiamava, per l’appunto, I Due Mori, poi è diventata l’odierna Hosteria Antica Contrada delle Due Torri. Puoi fare un tour virtuale del locale nel loro sito. Qui mangi i piatti tipici del Veneto, piatti “de casada” – dicono loro – sia di carne sia di pesce. Guai a chi non conclude con il tiramisù. Dopotutto, sei nel cuore di Treviso.
Via Palestro, 8, Treviso – 0422541243

Cornicione come a Napoli


Potrei lasciar parlare la foto, ma non vorrei essere presa per pigra. Spillo è una delle pizzerie dei Sorbillo, una delle più antiche famiglie di pizzaioli napoletani, più volte premiata, il che è già una forma di garanzia. La pizza è (naturalmente) napoletana – cornicione, mozzarella dop e pomodoro pelato proveniente da Napoli – e nella carta dei dolci regna 'o babbà. È una frase che forse hai letto talmente tante volte che ormai ti ha stancato/a, ma per la pizza di Spillo è la più appropriata: se è porno, tolgo. 
Viale G.G. Felissent, 18, Treviso – 0422304286

Casier 

Verde panoramico 


Il Lago Verde è, prima di tutto, una pizzeria e una gelateria, con un bel menù di coppe gelato, ma cucina anche piatti di carne e di pesce, non superlativi ma comunque buoni. È un posto che concilia facilmente i gusti delle compagnie numerose e che accontenta pure i bambini. Il locale è, infatti, immerso nella natura, accanto ai laghetti della zona, e ha un grande parco verde. Si trova vicino al cimitero dei Burci (i relitti delle imbarcazioni che in passato venivano usate per il commercio di merci), a metà strada tra Treviso e Casale sul Sile. Lo consiglio: è molto rilassante. 
Via Tappi, 5/7, Casier (Tv) – 0422340624

Casale sul Sile 

Biologico appena raccolto


A sinistra, il piatto stagionale, con legumi e riso di semi integrali alla curcuma; a destra, la burrata speciale, con pane alla curcuma e pesto della casa. Il breve menù del Tinello Sile Bistrot è fatto di ingredienti biologici e piatti unici, in cui le verdure, rigorosamente fresche di giornata e preferibilmente di stagione, non mancano mai. Ma non si pensi che, per questo, le porzioni siano scarse o poco nutrienti, anzi. Inoltre, il locale è attento anche a vegetariani e vegani e l’ambiente è molto cordiale. Invito a dare un occhio al menù online. 
Via Vittorio Veneto, 39, Casale sul Sile (Tv) – 3474846842

Fritti dalle Papere 


Le Papere in barchessa è un ristorante molto luminoso e questa cosa mi ha sempre messa di buon umore. Il menù non è molto vasto, ma i piatti sono buoni e sostanziosi. La specialità della casa è la frittura o, meglio, cinque diverse fritture di pesce. Ci sono anche delle proposte di carne, una proposta per vegetariani e una per vegani, ma la forza delle Papere sta nel pesce: negli antipasti e nei secondi di mare. Per le famiglie con bambini, ci sono un’area e un breve menù dedicato ai più piccoli. 
Via Belvedere, 90, Casale sul Sile (Tv) – 3668764815

3. Casale sul Sile – Portegrandi, passando per Quarto d’Altino

Ho già detto in quali locali mi fermerei a mangiare a Casale sul Sile dopo una bella biciclettata, quindi ora proseguo verso Portegrandi, con una doverosa tappa a Quarto d’Altino. 

Quarto d’Altino

Gordi di qualità 


Nell’immaginario collettivo, il “pub” non sempre è ben visto o apprezzato. A volte, la parola evoca locali bui, birra scadente e paninazzi di dubbia qualità, adatti solo agli amanti del cibo spazzatura. Boomerang nega questa idea. Si può essere gordi anche con un po’ più di luce, con birre fermentate a dovere e con materie prime di una certa qualità, che diventano hamburger gourmet, snack e appetizers. Altre note di merito sono le patatine in buccia, il buon prezzo e i drink a base di gin. Lo consiglio, magari fermandosi lungo la via del ritorno. In foto: croki simple, con pane artigianale, filetto di pollo croccante, bacon, formaggio cheddar, salsa bbq, lattuga e pomodoro. 
Via Isonzo, 14, Quarto D'Altino (Ve) – 3483061458

Portegrandi

Abbondanza di pesce 


Al mare e nelle zone limitrofe, si sa, si mangia pesce. La vicinanza ai pescherecci e ai mercati del pesce, infatti, permette ai ristoratori di acquistarlo fresco ogni mattina, con gran facilità. La trattoria Al Vecio Stampo è un buon esempio, con porzioni abbondanti a prezzi moderati. È anche una pizzeria, ma secondo me dà il meglio in cucina, ai fornelli. In foto: antipasto misto di pesce. 
Via Papa Paolo VI, 30-32, Portegrandi di Quarto d’Altino (Ve) – 0422789122 / 3533625371


Foto di copertina di Alberto Pérez
Foto interne dalle pagine Facebook dei locali 

  • ANDARE PER BORGHI

scritto da:

Giulia Cescon

Ho un superpotere: mi circondo di ritardatari cronici pur essendo sempre in anticipo. Amo il lunedì, non mi piace la birra e mi sveglio sempre dopo il primo squillo di sveglia. La normalità è sopravvalutata.

IN QUESTO ARTICOLO
  • Goorilla

    Via L. Volpato 5, Quarto D'Altino (VE)

  • Boomerang

    Via Isonzo 14, Quarto D'Altino (VE)

  • Dinzu

    Via Postumia Castellana 32, Quinto Di Treviso (TV)

×