Il brunch di Firenze che dovresti concederti mentre fuori si gela

Pubblicato il: 16 gennaio 2019

Il brunch di Firenze che dovresti concederti mentre fuori si gela

Il brunch della domenica è ormai un grande classico a Firenze. La moda arriva dagli States ma, come spesso avviene, i fiorentini sono riusciti a interpretarla alla loro maniera al punto che per un locale “fare il brunch” è diventata una autentica cifra stilistica. Così la domenica mattina, invece della solita colazione e di un tradizionale pranzo in famiglia, si può dormire un po’ di più per poi ritrovarsi con amici e parenti davanti a tavoli imbanditi di ogni prelibatezza. Un'ottima soluzione, soprattutto quando fuori si gela. Ecco ristoranti e locali dove fare il brunch a Firenze la domenica senza paura di sbagliare:      

Sotto la cupola

Ogni prima domenica del mese il Dome propone il suo brunch. In tavola non mancano i grandi classici: club sandwich, pancake, uova strapazzate così come vuole la tradizione a cui si aggiunge una miriade di finger food. Un brunch che ben rappresenta il locale, sempre più attento a una proposta di qualità.

Il brunch che fa scuola

Il Four Seasons e il suo chef Vito Mollica sono stati tra i primi a rilanciare la moda, una decina di anni fa, del brunch a Firenze. Da allora tutti ne hanno seguito l'esempio. Ancora oggi la proposta del Palagio fa scuola ed è tra gli appuntamenti più ambiti. 

In stile liberty

Una residenza storica fiorentina con dettagli liberty. Un ristorante dove a predominare è il rosso cardinale. Il brunch della domenica servito da Relais Le Jardin del Regency Hotel, ogni settimana, propone i grandi classici con alcune sofisticate proposte dello chef Sandro Baldini.

All'italiana

Il Caffè dell’Oro punta su un brunch a base di prodotti tipici regionali. Un appuntamento all’insegna della tradizione italiana tra carni toscane, formaggi, insalate e verdure di stagione con tanto di buffet di dolci. Impagabile la posizione del locale, a due passi da Ponte Vecchio e con vista sui Lungarni.

Nel giardino d'inverno

The Original American Brunch. Helvetia&Bristol punta sul classico brunch in stile americano. Tra le specialità vengono proposti alcuni classici della cucina toscana. L’appuntamento della domenica è nel suggestivo Giardino d’Inverno del lussuoso albergo.

Vista Arno

Ville sull’Arno ogni seconda domenica del mese propone un brunch a tema. Protagonista un ingrediente declinato per tutto il menu con un abbinamento particolare di vini. Si mangia in un contesto di grande suggestione: Ville sull'Arno nell’Ottocento era un'antica dimora di campagna dell’alta nobiltà e per un periodo è stato cenacolo dei Macchiaioli.
Ville sull’Arno - Lungarno Cristoforo Colombo, 3/5 Firenze – Tel. 055 670971.

In villa

Un'antica villa circondata da un superbo parco. Da favola gli arredi all'interno: qui si mangia tra specchi e stucchi specialità di ogni genere. Effetti speciali anche in tavola: ogni domenica il brunch di Villa Cora stupisce con specialità finger food e piatti cucinati espressi. Da non perdere il tavolo dei dolci.

Con l'uovo

Nu Ovo è un ristorante dove l'uovo è protagonista, declinato dall'antipasto al dolce, brunch compreso. Ogni domenica il buffet si arricchisce con diversi corners dove trovare "eggs and more". Uova proposte con varie cotture insieme ad affettati toscani, formaggi, torte e muffins salati. Per i golosi donuts glassati, waffles, pancakes, cornetti caldi, toast. Senza dimenticare le proposte per i salutisti.


(foto di copertina dalla pagina Facebook del Regency Hotel)
Se questo articolo ti è stato utile iscriviti alla newsletter di 2night per rimanere sempre aggiornato sui locali della tua città

  • BRUNCH
  • TENDENZE FOODIES

scritto da:

Raffaella Galamini

Sono nata a Viterbo ma Firenze con i suoi tramonti mi ha conquistato: da 15 anni abito in riva all’Arno. Qui scrivo, mangio, corro e scopro posti nuovi, non rigorosamente in quest’ordine. Il mio passatempo preferito è consigliare agli amici un ristorante da provare a cena o cosa fare nel week-end.

POTREBBE INTERESSARTI:

Te lo racconto io lo yoga. Wanderlust 108, ovvero come ho trovato la mia dimensione, divertendomi

L’unico Mindful Triathlon al Mondo. Cinque chilometri da percorrere correndo o camminando, una sessione di yoga e una di meditazione guidata.

LEGGI.
×