Italiani più fedeli a Natale... grazie al lockdown

Pubblicato il 19 dicembre 2020 alle 15:16

Italiani più fedeli a Natale... grazie al lockdown

I dati di incontri.extraconiugali.com rivelano che quest'anno le scappatelle si fanno online con il sexting

A Natale si verifica storicamente un boom di tradimenti. Quest’anno, tuttavia, a causa del Covid e del nuovo lockdown nazionale, gli italiani saranno più fedeli.

Spiega Alex Fantini, ideatore di Incontri-ExtraConiugali.com, un portale sicuro dove cercare un’avventura in totale discrezione ed anonimato: "Con il nuovo lockdown di Natale, i traditori si scaricano con il sexting e si organizzano per agire subito dopo il 6 gennaio. La spinta a tradire c’è sempre. È il clima stesso che si instaura durante il Natale che ci libera dallo stress e ci fa comportare in maniera più leggera, innescando il desiderio di evasione all’interno delle coppie. Ma questa volta bisogna accontentarsi del sexting e programmare per il futuro, magari scegliendo anche più di un partner con cui concretizzare poi una scappatella".

I dati: 7 italiani su 10 tradivano alle cene aziendali

L’anno scorso, secondo quanto ha potuto appurare Incontri-ExtraConiugali.com, 7 italiani su 10 tradivano i loro partner in occasione di pranzi e cene aziendali natalizie e 3 su 10 lo facevano con un collega.

Quest’anno con il Coronavirus tutto è diverso. Di pranzi o cene aziendali neanche l’ombra. E come allontanarsi senza destare sospetti? Come giustificare  al partner la propria assenza? E, soprattutto, come muoversi con tutte le restrizioni imposte dal Governo?

Un Natale senza amanti (fisici)

Sempre l’anno scorso ben 4 italiani su 10 avevano comprato un regalo di Natale per l’amante.
"Niente regali e niente amanti: bisogna ricominciare l’Anno Nuovo. Tuttavia nel frattempo su Incontri-ExtraConiugali.com si possono cercare i potenziali partner e, perché no, fantasticare su quanto si potrebbe fare insieme" sottolinea Alex Fantini.

Lo sfogo sul web con il sexting

Gli italiani rinunciano allora a tradire e si sfogano sul web. Cercano un potenziale amante su Incontri-ExtraConiugali.com ma solo per potere fare sexting, e cioè con l'invio di messaggi, testi e/o immagini sessualmente espliciti, principalmente tramite il telefono cellulare o tramite internet.

E, se c’è il giusto feeling, per organizzare il tradimento dopo l’Epifania.

A dicembre è dunque boom per il sexting. Le nuove restrizioni portano ad un ampliamento dello scambio di foto piccanti e di video carichi di erotismo attraverso messaggini, chat ed email: una specie di “preliminare virtuale del sesso” che passa appunto attraverso lo scambio di messaggini hot.

Poi a gennaio che succederà? "Dopo un periodo inusitatamente lungo trascorso con il partner senza potersi neanche spostare insieme, gennaio sarà il mese d’oro dell’infedeltà coniugale. Le festività natalizie quest’anno metteranno davvero sotto pressione le coppie, anche quelle di lungo corso" risponde Alex Fantini.

Un boom di iscrizioni 

Molte già ad oggi le nuove iscrizioni al portale Incontri-ExtraConiugali.com. Ma secondo Fantini i tradimenti nella vita reale si concretizzeranno solo a partire dal 7 gennaio, facendo registrare un boom di incontri per l’11 gennaio, il fatidico “Divorce Monday” del 2021.

Conclude l'ideatore del sito: "Eppure è proprio con il tradimento che sempre più uomini e donne riescono a salvare la loro relazione. Per loro la scappatella è solo una valvola di sfogo che sovente consente di salvare il matrimonio. Sul nostro portale, poi, gli incontri occasionali offrono la massima sicurezza di non essere scoperti, consentono di ridurre il coinvolgimento affettivo e contribuiscono potenzialmente a salvaguardare le relazioni preesistente". 

Photo by We-Vibe WOW Tech on Unsplash

  • NOTIZIE

scritto da:

Irene De Luca

Agenda, taccuino, registratore e macchina fotografica. Attenta alle nuove tendenze ma pur sempre “old school inside", vago alla ricerca di ispirazioni, di colori, di profumi nuovi per raccontare una Milano che poi tanto grigia non è.

POTREBBE INTERESSARTI:

​Com'è la situazione di bar e ristoranti in Europa? L’indagine Fipe

Restrizioni e chiusure più o meno drastiche e prolungate per tutti i Paesi Europei.

LEGGI.
×