Una ventata d'aria fresca a Firenze: i 5+1 locali che hanno portato qualcosa di nuovo in città

Pubblicato il: 1 marzo 2019

Una ventata d'aria fresca a Firenze: i 5+1 locali che hanno portato qualcosa di nuovo in città

Unici. Insoliti. Inimitabili. Sono i locali che hanno portato aria nuova a Firenze. Format originali, proposte inedite che hanno già lasciato il segno in pochi mesi, al massimo in un anno di attività. A dimostrazione che una buona idea è spesso il segreto del successo di un locale. Ecco i ristoranti e i cocktail bar imperdibili a Firenze per chi ama sperimentare spazi nuovi e inconfondibili.

Mixology all'italiana

Un locale che ha dettato la linea non solo a Firenze ma addirittura a livello nazionale in tema di mixology all’italiana. Manifattura è stato il primo locale a credere che fosse possibile proporre una miscelazione esclusivamente con liquori e distillati italiani. La proposta è stata subito un successo e non sono mancate le imitazioni in altre città d’Italia. Da Manifattura i cocktail sono realizzati a regola d’arte e sono dedicati agli uomini che hanno fatto grande il Belpaese: D’Annunzio, Fellini, De Sica. Oltre ai drink si possono anche ordinare Acquolinatori e Cibarie, stuzzichini e portate, grazie al recupero di ricette tradizionali e rivisitate.

La cultura della bistecca

Trasformare una storica libreria antiquaria nel regno della fiorentina era impresa certo non facile ma Regina Bistecca è riuscita a compiere la missione (quasi) impossibile. Così a due passi da piazza Duomo questo elegante ristorante, che sembra uscito da una rivista di architettura, propone la sua selezione di bistecche frollate da cucinare sulla griglia con brace. In carta vari tipi di hamburger e insalate e ricette classiche come il baccalà con i ceci, il roastbeef con il ramerino, la verticale di lampredotto, il classico burro&acciughe, l’insalata di trippa e nervetti. Spicca infine la presenza di un’altra gloria locale: il Negroni da sorseggiare prima di cena. La domenica, a pranzo, Regina Bistecca recupera la tradizione del girarrosto.

Il regno del whisky

Alzi la mano chi avrebbe scommesso sul successo di un locale dove il protagonista è il whisky nella terra del vino. Eppure la formula di Love Craft ha subito fatto centro. Merito del duro lavoro di selezione dei distillati che arrivano da tutto il mondo: non solo Scozia e Irlanda ma anche località lontane e insospettate come il Giappone. Oltre 200 le etichette di whisky, da assaggiare sia nella versione liscia che con acqua e ghiaccio su espressa richiesta del cliente. Non mancano i cocktail, sempre a base di whisky, per rendere ancora più accattivante la proposta.

Il fast food tricolore

FAC - Fast And Casual è il format ideato da Simone Cipriani, chef del Ristorante Essenziale di Firenze. Un locale fresco e smart al primo piano di Eataly Firenze. Tutto parte dall’idea di una ristorazione veloce di qualità. Un fast food all’italiana all’insegna della tradizione, dello street food e delle contaminazioni dal mondo. Il tocco distintivo è la “semplicità creativa”. La formula funziona e a distanza di un anno il bilancio è decisamente positivo per un locale che ha rivoluzionato l’idea di pranzo veloce.

Moda&alta cucina

Lo chef italiano più famoso al mondo e la maison più amata dai vip come dai giovani. Gucci Osteria by Massimo Bottura è il ristorante dove la moda incontra l’alta cucina. Il menu porta la firma dello chef modenese, ai fornelli c’è la messicana Karime Lopez Kondo, già al Central di Lima con Virgilio Martinez e moglie di Taka Kondo, sous chef dell’Osteria Francescana. I piatti sono un omaggio all’Italia e alla tradizione con l’inconfondibile impronta visionaria di Bottura. Il ristorante è all’interno della boutique museo Gucci in piazza della Signoria.

Il locale fuori dell'ordinario

OOO è fedele al suo nome ed è davvero un locale fuori dall'ordinario. Cocktail bar, bistrot, ristorante: tutto sotto lo stesso tetto, quello di The Student Hotel. Da OOO si trovano dolci, croissant e brewed coffee con tanto di Modbar (la macchina che sta spopolando nel Nord Europa) per la colazione. Atmosfera anni ’50 per lo smoothies bar per chi ama succhi e insalate. È la proposta ristorativa a fare la parte del leone con il bistrot e il ristorante dove si ritrova il tocco dello chef Fabio Barbaglini. Per l’ora dell’aperitivo la lista dei cocktail porta la firma del bartender Luca Manni (La Ménagère) e si possono abbinare pizze e focacce gourmet. Il bello del locale è che tra un pasto e l'altro si può andare dal vicino parrucchiere, acquistare accessori per la bici o per la casa e comprare un bel disco mentre si ascolta la web radio del locale. Gli ambienti portano la firma dei fratelli Marco e Luca Baldini dello studio Q-Bic (già conosciuti per i lavori a La Ménagère e da Ditta Artigianale).


Foto dalla pagina Facebook di Manifattura
Se questo articolo ti è stato utile iscriviti alla newsletter di 2night per rimanere sempre aggiornato sui locali della tua città

  • NUOVE APERTURE

scritto da:

Raffaella Galamini

Sono nata a Viterbo ma Firenze con i suoi tramonti mi ha conquistato: da 15 anni abito in riva all’Arno. Qui scrivo, mangio, corro e scopro posti nuovi, non rigorosamente in quest’ordine. Il mio passatempo preferito è consigliare agli amici un ristorante da provare a cena o cosa fare nel week-end.

POTREBBE INTERESSARTI:

10 malghe e rifugi gourmet: mangiare bene, e tanto, in alta quota

Quando scatta quella pazza voglia di raclette, yogurt di malga con i frutti di bosco e vinello dolce.

LEGGI.
×