​Il caffè Goppion di Treviso è diventato Marchio Storico

Pubblicato il 22 settembre 2021 alle 10:47

​Il caffè Goppion di Treviso è diventato Marchio Storico

Nata nel 1948, la torrefazione Goppion è stata iscritta al Registro delle aziende che hanno dimostrato di avere più di 50 anni di attività alle spalle.

Forte dei suoi oltre settant’anni di storia, Goppion Caffè è ora iscritta al Registro dei Marchi Storici di interesse nazionale: un esito felice per la torrefazione di Preganziol, alle porte di Treviso, che ha dimostrato di avere i requisiti richiesti per entrare nel prestigioso elenco, primo tra tutti di avere almeno cinquant’anni di attività industriale continuativa alle spalle. 

“L’iscrizione al Registro dei Marchi Storici di interesse nazionale – spiega Paola Goppion, responsabile marketing e comunicazione della torrefazione – ci rende fieri: crediamo nelle cose fatte bene, nella ricerca dei migliori caffè da proporre ai baristi, che scelgono le nostre miscele per il loro lavoro, e al consumatore che lo preferisce a casa. Il rito del caffè è espressione del genio italiano, riconosciuto come modello di socialità in tutto il mondo, esempio di quel saper fare le cose a regola d’arte che ha fatto nascere il mito del Made in Italy. Questo storico riconoscimento dà maggiore valore al nostro lavoro in Italia e all’estero, alla nostra esperienza e tradizione, e si aggiunge al patrimonio della nostra cultura aziendale”.

L’iscrizione al Registro comporta la possibilità di utilizzare, a fini commerciali e promozionali, il logo Marchio Storico di interesse nazionale. L’obiettivo di questo strumento nato nel 2019 dalla volontà del Ministero dello Sviluppo Economico è tutelare e promuovere la proprietà industriale delle aziende storiche italiane, valorizzando il Made in Italy e le eccellenze che contraddistinguono la storia del nostro Paese.


Foto dalla Pagina Facebook di Goppion Caffè. Nella foto Denis Dzekulic, barista trainer di Goppion presenta i nuovi monorigine alla caffetteria Goppion di Mestre. Foto di settembre 2020. 

  • NOTIZIE

scritto da:

Margherita Maggio

Mi piace farmi raccontare una storia, cambiare umore ogni 5 minuti e collezionare stampi per i dolci. Per guadagnarmi da vivere vado a cena fuori la sera, e poi lo racconto su 2night: in fondo mi è andata alla grande.

POTREBBE INTERESSARTI:

​World Pasta Day: l’Italia si conferma leader a livello internazionale

In Italia si producono 3,9 milioni di tonnellate di pasta con una filiera che conta 120 imprese, oltre 10mila addetti e quasi 200mila aziende agricole italiane impegnate a fornire grano duro di altissima qualità.

LEGGI.
×