Street food regionale a Roma: ho addentato 13 regioni, aiutami a trovare le altre

Pubblicato il: 28 agosto 2019

Street food regionale a Roma: ho addentato 13 regioni, aiutami a trovare le altre

Quando della cacio&pepe non ne puoi più (pazzo!). Quando vorresti andare in Sicilia, ma non hai le ferie (ti capisco). O, ancora, quando vorresti fare aperitivo nella patria del cicchetto, ma i soldi del treno li hai spesi appunto in aperitivi, che fare? Tocca pensare ad un piano B.
L’Italia si sa, ad ogni via, regione, zona, offre così tante specialità che non basterebbe una vita intera (ed uno stomaco solo) per poterle assaggiare tutte ma – perché c’è un ma – la cosa bella è che sicuramente puoi trovare il sapore di Napoli o il profumo dell’Abruzzo a due passi da casa. E se poi “casa” è Roma, allora le possibilità si triplicano perché qui c’è veramente l’imbarazzo della scelta.

Se quindi hai voglia di addentrarti nelle specialità tipiche del nostro Bel Stivale, tutte pensate in versione street food, seguimi e con pochi km percorsi e qualche migliaio di kcal ingurgitata, potrai dire agli amici di aver fatto il giro di (quasi) tutta l’Italia senza muoverti da Roma.
Io ne ho sono riuscita a trovare ben 13, se però tu scovi le mancati avvisami mi raccomando! 

La Sicilia

In un locale semplice, ma sempre affollatissimo di turisti e, soprattutto, residenti o nostalgici di casa, il Mondo Arancina ti darà ciò che l’insegna promette: la Sicilia e i suoi sapori. Qui, infatti, tra caponata, gelato artigianale, panelle, calzoni e loro: le indiscusse arancine (si, qui sono arancine non arancini sia chiaro!), ti sembrerà di aver vinto un volo andata e ritorno per Palermo. Inutile poi stare lì davanti alla vetrina a scegliere il gusto, crei solo fila! Fai come me: prendine una al ragù, una al burro, una alla ‘nduja, una provola e porcini, una cacio e pepe...finché non arrivi alla fine del menù eh.
Mondo Arancina, Via Marcantonio Colonna 38, Roma – Tel. 0697619213

La Campania

Simbolo indiscusso della Campania e anche dell’Italia intera, la pizza è oggi tra i piatti più amati, conosciuti, copiati, desiderati e cercati da ogni nazionalità esistente su questo Pianeta. Ecco però che se sei a Roma, e stai cercando il sapore della Napoli autentica, non puoi non recarti da Don (zona Trastevere) ed ordinare la loro pizza fritta. Mozzarella di Bufala Campana, pomodorino giallo, basilico e la giornata sembrerà subito migliore.
Don, Via di San Francesco a Ripa 103, Roma – Tel. 065811796

La Calabria

Può una piccola pizzeria take away nel cuore di Prati, avere il sapore piccante della Calabria? Si, soprattutto se tutta la squadra in cucina è made in sud. Da Popeye Pizza, oltre all’ottima pizza la vera attrazione sono loro: i supplì, specialità tanto cara alla tradizione romana che però qui, sono “rivisitati” in chiave calabra. Non a caso infatti, ciò che devi ordinare è un supplì alla ‘nduja. E poi un altro. E ancora uno. Dai, l’ultimo?
Popeye Pizza, Via della Giuliana 55, Roma – Tel. 0639733275

La Puglia

Acqua cristallina, terreno brullo e incontaminato, pesce fresco e, ancora, focaccia barese, puccia salentina, fritti di ogni forma e gusto, taralli, pasticciotti e infine il Re indiscusso dello street food: il panzerotto. È forse questo il Paradiso? No, ma ci va vicino e si chiama Puglia. Regione questa che potrai ritrovare nei colori e nei sapori esposti in vetrina da Matò Street Food che con panzerotti classici o rivisitati (un esempio: provolone e mortadella), ti farà veramente sentire in ferie. Per l’acqua cristallina invece ti devi organizzare da solo.
Matò Street Food, Via Venti Settembre 41, Roma – Tel. 0642010120

Il Lazio

Cosa c’è di più romano da fare quando ci si trova a Roma? La colazione con un bel Maritozzo con la panna, magari in versione maxi, come quello che troverai nella storica Pasticceria Regoli che da decenni sforna dolcezza e tradizione. Il locale è piccolo si, ma il servizio è celere e tu non demordere, un piccolo angolino anche per te vedrai che sbucherà fuori. Ottimi anche i quaresimali qui, così, se volessi per caso variare.
Pasticceria Regoli, Via dello Statuto 60, Roma – Tel. 064872812

L’Abruzzo

E’ il Re delle sagre di tutto il Bel Paese, il motivo per il quale probabilmente molti di noi sanno dove si trova l’Abruzzo sulla cartina geografica e, ancora, forse la specialità di street food che detiene il maggior numero di varianti. Si, stiamo parlando dell’arrosticino, quel bastoncino di carne (ma non solo) del quale nessuno di noi ne ha mai abbastanza. Da The King dell’Arrosticino potrai gustarlo in tantissime versioni: con carni tipiche abruzzesi o nei gusti fegato, scamorzine e speck, agnello, pesce o angus. Ah, qui come vuole la tradizione l’arrosticino è cotto su forcella, sia chiaro.
The King dell’Arrosticino, Via Tuscolana 1373, Roma – Tel. 0672631964

L’Umbria

Il locale I Barbari Vini e Taglieri è il classico posto rustico, spartano e giovanile dove poter mangiare qualcosa o fermarsi per un aperitivo, sapendo che qualsiasi sarà l’ordine, il risultato sarà approvato dallo stomaco. Oltre ad una infinità di taglieri di salumi e formaggi, birre artigianali o vini al calice; da assaggiare è la torta al testo. Cos’è? L’alternativa non lievitata del pane, un ottimo esemplare di cibo di recupero ed una buona variante per chiudere il tuo panino.
I Barbari Vini e Taglieri, Via Riccardo Graziani Lante 10, Roma – Tel. 063722587

Le Marche

In zona Piazza Bologna vi è un locale che, letteralmente, riesce a sfamare e soddisfare ogni palato. Da Fornace Stella infatti trovi la pizza (ottima), i primi della tradizione culinaria romana, dolci fatti in casa di diverse tipologie ed un numero indefinito di fritti tra cui degne di nota sono le olive ascolane. Inutile dirlo, anche un marchigiano le approverebbe. Non ti fidi? Ti sfido.
Fornace Stella, Piazza Lecce 9, Roma – Tel. 0647549953

La Toscana

Una zona di Roma recentemente riqualificata, un punto frequentatissimo, un posto dove parti con dei sogni o arrivi con delle ambizioni; questo e molto altro è il Mercato Centrale di Roma, sito nella Stazione Termini che da ormai anni offre la possibilità di gustare diverse specialità italiane e internazionali tra cui la carne di Chianina. Qui infatti, la Bottega di Enrico Lagorio offre un sontuoso panino con questa carne tipica toscana che, con insalata, verdure grigliate, cipolle e patate (tutte a km0) saranno come fare un tuffo nell’azienda agricola La Toraia.
Mercato Centrale, Via Giovanni Giolitti 36, Roma – Tel. 0646202900

La Liguria

Possiamo dire che entrare da Liguri@Home è veramente un po' come entrare a casa propria. E poco importa allora se poi ligure lo sei veramente o meno, qui, il profumo, la tradizione, le mani che non smettono mai di impastare, sono pane quotidiano. O sarebbe meglio dire focaccia quotidiana, magari farcita con formaggio o perché no, cipolle e all’alito ci si penserà domani dai. Inutile poi dirlo: se di Liguria si parla, qui la farinata di ceci tocca per forza assaggiarla.
Liguri@Home, Piazza Camillo Finocchiaro Aprile 4, Roma – Tel. 0687608527

L’Emilia-Romagna

Un’ottima alternativa alla “solita” cena può essere anche recarsi da Tigelleria Romana dove tra tigelle e gnocco fritto (in versione all you can eat) potrai degustare taglieri di salumi, formaggi e salse di ogni forma e colore in tipico stile emiliano. Sei allergico al glutine? Qui nessun problema, basterà ordinare le tigelle gluten free.
Tigelleria Romana, Via Ostiense 73P, Roma – Tel. 3397043741

Il Veneto

Lasagnetta al radicchio di Chioggia e scamorza, parmigiana di melanzane, mozzarelle in carrozza, cartoccio di sarde, baccalà alla vicentina ma anche baccalà mantecato con polentina fritta; il tutto annaffiato da calici di Spritz rigorosamente Campari. Qui in tre righe trovi descritte le principali attrazioni del Veneto che, però, potrai scovare a L’OmbraLonga Vineria e Cicchetteria di Roma, meglio però conosciuta (e non a caso) con il nome di “Dal Veneziano”. Occhio però, qui non si possono prenotare i tavoli quindi, come direbbe mia nonna, “movate”.
L’OmbraLonga Vineria e Cicchetteria, Via Federico Delpino 110, Roma

Il Friuli-Venezia Giulia

Può un panino con il prosciutto sistemare una giornata storta? Si, ancor più se il prosciutto in questione si chiama Crudo San Daniele Dop, è affettato dalle sapienti mani dei salumieri di Paciotti Salumeria e, dalle stesse, è teneramente adagiato su pane fresco e servito al cliente pronto per essere gustato. Ciò che poi quindi, viene chiamato “semplicemente” panino, racchiude la storia di un marchio (il San Daniele), di una tradizione (quella friulana) e quella di un amore per il buono (della famiglia Paciotti) che lo rende, forse, molto più di un panino. Qui infatti, oltre alla classica spesa di qualità, passa per un farti fare un panino “al volo” da gustare tra le vie della Capitale.
Paciotti Salumeria, Via Marcantonio Brogadin 5, Roma – Tel. 0639733646


Foto interne repertie nelle rispettive pagine Facebook. 
Foto di copertina di Don. 





 

  • MANGIARE CON LE MANI

scritto da:

Anna Iraci

Nata a Padova qualche anno fa, appassionata di film gialli e pizza diavola, meglio se assieme. Giocatrice di pallavolo nel tempo libero e, nel restante, campionessa di pisolini. Saltuariamente (anche) studentessa. Da grande voglio scrivere, ma siccome essere grande è una rottura, intanto bevo Gin&Tonic. Con il Tanqueray però.

IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

Le migliori Osterie d'Italia, i premiati tra piatti della tradizione e osti che la sanno lunga

Le menzioni della Guida alle Osterie d'Italia 2020 di Slow Food, giunta all'edizione numero trenta (e sempre fonte affidabilissima).

LEGGI.
×