"Mi scusi, porta a Roma Sud?" I delivery che si fermano in zona tua

Pubblicato il: 19 aprile 2020

"Mi scusi, porta a Roma Sud?" I delivery che si fermano in zona tua

Ogni santa volta che prendo, anzi, prendevo un mezzo pubblico, specie l’autobus, mi saliva una certa ansia mista a timore di perdere la fermata. Passino i 200 metri in più a piedi, ma se fosse arrivato il controllore? Panico. Multa. Pianti. Aiuto. Allora, appena salita, scattava la domanda di rito: “Mi scusi, ferma a…?”. Negli ultimi tempi mi sono resa conto che la stessa cosa mi capita con le consegne a domicilio. Il copione è più o meno uguale: “Mi scusi, consegnate a…?”, a cui segue puntualmente un mezzo minuto con il fiato sospeso sperando che la risposta sia affermativa, pena il digiuno. Da qui, allora, la necessità di un po’ di chiarezza, soprattutto se si sta a Roma, che non è grande, è proprio grandissima, e tra i quartieri ci si perde. Per chi abita a Roma Sud, quartiere Ostiense e limitrofi, per capirci, ecco i locali che fanno delivery e che consegnano nella zona, per andare sul sicuro e non ricadere nella solita ansia.

Per l’aperitivo

Per rendere davvero felice (o, se non altro, meno malinconico) il momento dell’happy hour, tradizionalmente quello delle chiacchere tra amici post settimana lavorativa, meglio farsi un bel bicchiere e sgranocchiare qualcosa. Stazione 38 pensa a tutto, come se fossimo lì al bancone a berci il solito americano. Stavolta, però, loro mettono gli ingredienti e i cocktail ce li misceliamo noi. Barmen grazie agli aperikit a domicilio, top! Pessima idea, però, quella di bere a stomaco vuoto; sono disponibili, infatti, affettati e formaggi in vaschetta. Nella lista delivery anche i vini della settimana. È possibile ordinare tutti i giorni dalle 10 alle 16.30, telefonicamente o per messaggio, e le consegne, gratuite, vengono effettuate dalle 17.30 alle 20 (ordine minimo 15 euro).
Stazione 38, Piazza della Radio 38 – tel: 3205635864
Consulta su FB il menu di Stazione 38

Per mangiare e bere bene

Quando la voglia di cucinare scarseggia, ma non quella di mangiare, bene e alla romana, tra le possibilità più invitanti c’è Barnaba, con il suo menu delivery snello solo nelle dimensioni. Già, perché tra i piatti della tradizione, qui, ci sono le polpette di bollito, quelle al sugo, la trippa, la coda alla vaccinara e i carciofi alla romana. Di loro creazione è il tramezzino omonimo, con collo di maiale marinato, maionese teryaki e zenzero candito… innovativo. Non solo cibo, ma anche vino, da ordinare tra le etichette dell’enoteca con il 15% di sconto. Inoltre, con una spesa compresa tra i 50 e i 100 euro, la consegna è gratuita e in più un buono del 10% su una cena da Barnaba alla riapertura; oltre i 100 euro, in omaggio una mascherina (visti i tempi che corrono). Per il food è possibile ordinare su Uber Eats e Foodys.it, mentre, per il beverage, basta inviare una mail a info@barnabawinebarecucina.it (consegne il lunedì, il mercoledì e il venerdì su tutta Roma).
Barnaba Wine Bar e Cucina, Via della Piramide Cestia 45 – tel: 0623484415
Consulta su UberEats il menu di Barnaba

Per la cena romanesca

Per una cena in stile romanesco, Trecca ci offre una doppia opportunità: servirci del menu delivery oppure approfittare dell’iniziativa “Daje e coci”. Nel primo caso c’è davvero l’imbarazzo della scelta, tra il filetto di baccalà selvaggio fritto alla romana, i tortelloni ripieni di trippa, il maialino porchettato e la cicoria ripassata… praticamente un menu che sa di Roma dall’inizio alla fine. Nel secondo, invece, basta scegliere la ricetta che più ci piace tra quelle proposte da Trecca, e made in Trecca, e loro ci fanno avere la lista delle cose necessarie alla preparazione. Un modo per dimostrare a nonna che anche noi, coi fornelli, ci sappiamo fare, anche se con l’aiuto dei professionisti. Il servizio delivery è attivo a pranzo e a cena ed è disponibile su Uber Eats, Foodys e telefonando.
Trecca - Cucina di Mercato, Via Alessandro Severo 222 – tel: 0688650867
Consulta su Foodys il menu di Trecca

Per la cena di pesce

Se avevamo in programma una cena di pesce già dai tempi (immemori) pre-quarantena, ma tra una cosa e l’altra abbiamo perso questo treno, o ce la cuciniamo a casina nostra oppure la ordiniamo. Con il delivery di Acquasanta è possibile fare entrambe le cose. In menu, infatti, ci sono le proposte ready to cook, da cucinare in forno per 15 minuti dopo la consegna, ad esempio il calamaro ripieno e lo sfiletto di rombo o spigola. Per i pigri, invece, già pronte all’abbuffata, ci sono le lasagne di mare, la tartare di tonno, mandorle tostate e lime oppure la pokè con sashimi di tonno, avocado, sesamo e soia. Il pesce è rigorosamente quello di Anzio. Inoltre lunga è la lista delle bollicine che si possono ordinare. Il servizio è disponibile su Deliveroo, al telefono, su Whatsapp o inviando una mail a info@acquasantaroma.com (ordine minimo di 40 euro).
Acquasanta, Via Aldo Manuzio 28 – tel: 0645550020 o 3331640955
Consulta su FB il menu di Acquasanta

Per la cena panasiatica

L’asian fusion, ormai, ha conquistato proprio tutti. Se l’astinenza si fa sentire, non è il caso di disperarsi, perché Wild Ginger riparte con il delivery. Cucina cinese, thai e giapponese, scegliere è davvero una mission impossible. Di cinese ci sono i ravioli, al vapore e alla griglia, il riso alla cantonese, gli involtini primavera, il pollo alle mandorle, l’anatra alla pechinese e il tofu con le verdure. Di thailandese, invece, la zuppa tomka, con pollo e latte di cocco. Di giappo, il sushi, il vero cavallo di battaglia: le combinazioni degli ingredienti dei rools si sprecano, impossibile contarle tutte. Il servizio è disponibile sulle maggiori app di delivery, telefonicamente o su Whatsapp. Le consegne, gratuite, coprono le zone di Ostiense, San Paolo, Garbatella, Marconi e Testaccio (ordine minimo 15 euro).
Wild Ginger, Via Ostiense 97 – tel: 06933749673899099828  oppure  Clicca per chattare su WA con Wild Ginger
Consulta su Just Eat il menu di Wild Ginger

Per la cena all’americana

È (quasi) tutto pronto da Angeli Rock. Per cosa? Naturalmente per il delivery. A brevissimo, infatti, saranno a disposizione i suoi antipasti, per iniziare la cena con la nota giusta, e i suoi burgers “musicali”, da scegliere secondo preferenze culinarie, ma anche di sound. Per gli italiani veri, c’è il Toto Cutugno, con la mozzarella di bufala, mentre per chi ama le challenge c’è il We will rock you, con tutto, tanto, troppo (salsiccia, quadruplo bacon, cipolla everywhere, verdure grigliate e cheddar). In menu anche la tradizionale pinsa con passata San Marzano e fiordilatte oppure bianca, in diverse varianti. Stay tuned per nuove info sul servizio!
Angeli Rock, Via Ostiense 193/b – tel: 0686708250
Consulta online il menu di Angeli Rock

Per il dessert

Anche i dolci, si sa, sono un dilemma per chi si improvvisa cuoco una volta ogni mai. Ma a un po’ di zucchero per tirarci su il morale non possiamo certo rinunciare, anche se siamo pessimi pasticceri. Per fortuna, allora, c’è Andreotti, che sforna biscotti di pasta frolla, sacher, mignon, crostate e tanto altro e ci porta tutto a casa. A domicilio anche il gelato artigianale, per non farci mancare proprio niente. È possibile ordinare telefonicamente o attraverso lo shop online.
Pasticceria Andreotti, Via Ostiense 54 – tel: 065750773 o 3476587248 o 3911080068
Consulta su FB lo shop online di Pasticceria Andreotti

Foto di copertina di Sergio D'Afflitto CC BY-SA 4.0
Foto interne dalle pagine Facebook dei locali

  • GOURMET IN PANTOFOLE

scritto da:

Annalisa Toniolo

Abitudinaria e noiosa, a tratti eccentrica e briosa: bipolare, forse. Quella dell’aperitivo delle 18.30 spaccate nel solito posto, ma anche quella che, nel cenare due volte nello stesso locale, ci vede un’occasione sprecata. A dieta, sempre, ma solo dal lunedì al venerdì.

IN QUESTO ARTICOLO
×